Quanto ha guadagnato la Warner Bros. con Lo Hobbit: la Desolazione di Smaug?

Articolo a cura di Andrea Bedeschi

Il box-office di un film è abbastanza semplice da calcolare.

Si tiene conto dei biglietti staccati e si scopre che, ad esempio, un kolossal come Lo Hobbit: La Desolazione di Smaug ha incassato ad oggi 944 milioni di dollari.

Capire il profitto che una major ottiene da un lungometraggio è un’operazione decisamente più complicata e dai contorni più sfocati.

In ogni caso, Deadline ha chiamato a raccolta alcuni esperti del settore e ha calcolato, meglio, stimato, gli utili che sarebbero finiti nelle casse della Warner Bros. col secondo capitolo della nuova saga fantasy di Peter Jackson.

Il numero finale, come potete constatare dalla tabella più in basso (non considerate la colonna dedicata a Hunger Games), seppur enorme, è esponenzialmente inferiore al botteghino: si parla di 134.1 milioni di dollari circa.

Leggi tutto “Quanto ha guadagnato la Warner Bros. con Lo Hobbit: la Desolazione di Smaug?”

La trilogia dello Hobbit è costata finora 561 milioni di dollari

THE HOBBIT: THE DESOLATION OF SMAUG

E’ Variety a pubblicare la cifra ufficiale: la trilogia dello Hobbit è costata, dal primo giorno di sviluppo fino al 31 marzo 2013, 676 milioni di dollari neozelandesi, ovvero 561 milioni di dollari nordamericani. Il dato è stato ottenuto scandagliando alcuni documenti finanziari registrati venerdì in Nuova Zelanda.

Leggi tutto “La trilogia dello Hobbit è costata finora 561 milioni di dollari”

Lo Hobbit: Andata e Ritorno rinviato al 17 dicembre 2014!

hobbit bilbo bannerino

La Warner Bros., la New Line Cinema e la MGM hanno annunciato oggi il rinvio della data di uscita di The Hobbit: There and Back Again, ovvero Lo Hobbit: Andata e Ritorno, terzo episodio della trilogia dello Hobbit. Inizialmente prevista per luglio 2014, la nuova data è stata fissata al 17 dicembre 2014.

Lo Hobbit: Andata e Ritorno si riposiziona quindi nel periodo delle vacanze di Natale, che ha permesso a Lo Hobbit: un Viaggio Inaspettato di incassare un miliardo di dollari (al momento è a 980 milioni, a breve sfonderà il tetto del miliardo) e alla trilogia del Signore degli Anelli di avere il successo che ha avuto. “Siamo eccitati all’idea di completare la Trilogia nello stesso modo in cui l’abbiamo iniziata,” afferma Dan Fellman della Warner, “come evento natalizio per gli amanti del cinema in tutto il mondo.” Aggiunge Kwan Vandenberg della New Line: “L’uscita natalizia del primo film ha fissato un precedente di successo per questa trilogia, e siamo felici di posizionare la conclusione nello stesso periodo dell’anno”.

Da notare il fatto che con sei mesi in più a disposizione, Peter Jackson e il suo team potranno dedicare più tempo alla post-produzione e a eventuali riprese aggiuntive.

Una postilla: quando a luglio del 2012 vi abbiamo riportato la notizia della divisione dello Hobbit in tre film, abbiamo più volte commentato che l’uscita a luglio del terzo film ci sembrava davvero strana, e che molto probabilmente la Warner avrebbe in seguito annunciato un rinvio dell’uscita del film a dicembre 2014. Ora possiamo dire “ve l’avevamo detto“…

I Fratelli Weinstein guadagneranno milioni grazie allo Hobbit: un Viaggio Inaspettato

hobbit-bag-end-01

Con Lo Hobbit: un Viaggio Inaspettato sulla strada del miliardo di dollari (è sopra gli 825 milioni a meno di un mese dall’uscita, e manca ancora un mercato ormai chiave come la Cina) e altri due episodi in arrivo nell’arco di un anno e mezzo, l’Hollywood Reporter fa i conti in tasca ai produttori e alle case di produzione coinvolti nel progetto miliardario (e decennale) di Peter Jackson.

La premessa: nonostante si tratti di un contratto tra i più complessi della storia di Hollywood, il quotidiano di spettacolo rivela che si tratta di una situazione “win-win” per tutte le parti coinvolte. In particolare per Bob e Harvey Weinstein, che pur non avendo partecipato alla lavorazione potrebbero raccogliere soldi a palate.

Leggi tutto “I Fratelli Weinstein guadagneranno milioni grazie allo Hobbit: un Viaggio Inaspettato”

Confermato: Lo Hobbit in HFR 3D anche in Italia!

Da parecchie settimane vi stiamo tenendo aggiornati sulle sale che stanno facendo l’upgrade tecnologica per poter proiettare Lo Hobbit – un Viaggio Inaspettato nel formato in cui è stato girato, ovvero in digitale 3D in alta velocità a 48 fotogrammi al secondo. Sono diversi i cinema che si stanno attrezzando (inclusi circuiti come UCI), e sappiamo che è in atto una vera e propria corsa contro il tempo per riuscire ad arrivare al 13 dicembre. Tuttavia, vi abbiamo detto da subito che ciò che non sapevamo ancora era se la Warner Bros. aveva interesse a distribuire il film in questo formato in Italia.

Ebbene, ora lo sappiamo. Più fonti ci hanno infatti confermato che la major è in contatto con i vari cinema per poter proporre il kolossal di Peter Jackson in HFR 3D, e sta lavorando alacremente affinché tali cinema assicurino la miglior proiezione possibile del film. Per ora le sale confermate sono pochissime; nei prossimi giorni aumenteranno e noi vi riporteremo l’elenco non appena sarà disponibile in via ufficiale. Nel frattempo, vi invitiamo a continuare a seguirci…

Leggi tutto “Confermato: Lo Hobbit in HFR 3D anche in Italia!”

Lo Hobbit sarà una trilogia: ecco il comunicato della Warner Bros.

Dopo l’annuncio pubblicato da Peter Jackson sulla sua pagina Facebook, vi segnaliamo il comunicato stampa ufficiale diramato dalla Warner Bros.

Potete leggerlo qui sotto:

Leggi tutto “Lo Hobbit sarà una trilogia: ecco il comunicato della Warner Bros.”

Lo Hobbit: l’uscita italiana fissata per dicembre 2012!

Qualche giorno fa vi abbiamo segnalato che l’uscita italiana dello Hobbit era stata fissata all’1 gennaio 2013, in base a una serie di comunicati dell’ufficio stampa Warner.

Abbiamo contattato la casa di distribuzione chiedendo chiarimenti in merito, e questa è stata la risposta della major: al momento, l’uscita italiana del primo dei due film di Peter Jackson è fissata per venerdì 14 dicembre 2012.

Ovviamente è possibile che nei prossimi mesi la data slitti o venga ritoccata, ma al momento possiamo sperare in un day-and-date: negli USA, infatti, uscirà mercoledì 12 dicembre!

[UPDATE] Ci risulta che il primo film si chiamerà “Lo Hobbit: un viaggio inaspettato“, ma non vi è ancora conferma definitiva, perché per ora ci si riferisce al film come a “Lo Hobbit”. Vi terremo aggiornati…

Leggi tutto “Lo Hobbit: l’uscita italiana fissata per dicembre 2012!”

Lo Hobbit in Italia dal 1 gennaio 2013?

Lo Hobbit - i Nani

[UPDATE] – L’uscita attualmente è fissata per il 14 dicembre 2012!

Notizia precedente:

La Warner Bros. ha annunciato l’uscita del primo film dello Hobbit in Italia.

Secondo un comunicato dell’ufficio stampa che segue i film della compagnia, infatti, il primo dei due film diretti da Peter Jackson uscirà il 1 gennaio 2013 (in realtà il comunicato parlava erroneamente di 2012, il che ci fa pensare a una possibile svista in generale, quindi vi confermeremo la notizia con una update domani), ovvero due settimane dopo la release americana prevista per il 14 dicembre. Il Signore degli Anelli solitamente usciva un mese dopo: diciamo pure che questa volta ci è andata meglio!

Leggi tutto “Lo Hobbit in Italia dal 1 gennaio 2013?”

La Warner Bros. distribuirà Lo Hobbit in tutto il Mondo!

warner bros.

Sarà la Warner Bros. a distribuire Lo Hobbit in tutto il Mondo.

Il Signore degli Anelli era stato distribuito negli Stati Uniti dalla New Line Cinema (ora assorbita dalla Warner Bros.), in Italia dalla Medusa Cinema. Lo Hobbit è una co-produzione della MGM e della New Line Cinema/Warner Bros., e dopo la bancarotta della prima ci si chiedeva a chi sarebbe andata la distribuzione del film negli Stati Uniti e nei vari paesi del mondo (in quantola “nuova” MGM si occuperà solo di produzione). Per l’Italia si era parlato della Fox, mentre per gli USA della Paramount (in quanto la Spyglass, i cui dirigenti ora dirigono la MGM, ha un rapporto molto stretto con la major).

E invece, come in realtà era prevedibile, sarà la Warner Bros. (che già ha finanziato buona parte della pre-produzione dello Hobbit in attesa che la MGM risolvesse i propri problemi finanziari, evitando ulteriori ritardi), a distribuire il film in tutto il mondo, al cinema e in home video. La MGM gestirà invece i diritti televisivi dei due film. MGM e Warner Bros. coordineranno assieme il marketing e i piani di distribuzione del film in tutto il pianeta.

Le riprese dei due film inizieranno a febbraio in Nuova Zelanda.

Fonte: ComingSoon

Peter Jackson dirigerà Lo Hobbit in 3D: il comunicato ufficiale

Riportiamo la traduzione completa della press release:

IL VINCITORE DEL PREMIO OSCAR PETER JACKSON DIRIGERA’ “LO HOBBIT” IN DUE PARTI
Peter Jackson dirigerà “Lo Hobbit” di J.R.R. Tolkien, in una produzione 3D in due straordinariamente ambiziosa.

(Los Angeles, 15 ottobre 2010) I due film basati sul romanzo Lo Hobbit hanno ricevuto il via libera, le riprese inizieranno ufficialmente a febbraio 2011, con la regia di Peter Jackson – questo è stato annunciato congiuntamente da Toby Emmerich, presidente e COO della New Line Cinema, da Alan Horn, presidente e COO della Warner Bros., e da Steve Cooper, co-CEO della Metro-Goldwyn-Mayer Inc..

“Esplorare la Terra di Mezzo di Tolkien va oltre l’esperienza normale del fare cinema,” commenta Jackson. “E’ un viaggio totalmente immersivo in un luogo veramente speciale dell’immaginazione, della bellezza e della drammatizzazione. Non vediamo l’ora di entrare nuovamente in questo mondo meraviglioso con Gandalf e Bilbo – e con i nostri amici alla New Line Cinema, Warner Brothers e MGM”.

Leggi tutto “Peter Jackson dirigerà Lo Hobbit in 3D: il comunicato ufficiale”

Sesta estensione del debito per la MGM, ipotesi Lions Gate

La MGM ha ottenuto una sesta estensione del pagamento degli interessi sul debito da parte dei propri creditori. Questo significa che la major ha ottenuto ancora una volta una dimostrazione di fiducia: ha ora tempo fino al 15 settembre per presentare un piano serio di ristrutturazione e trovare i soldi per pagare una fetta importante di debito e interessi sullo stesso (250 milioni + 200 milioni di interessi a un gruppo di circa 100 obbligazionisti).

La compagnia sta cercando un partner che contribuisca alla ristrutturazione, fornisca liquidità per pagare debito e interessi e contribuisca a fornire i soldi per sviluppare nuovi progetti. Leggi tutto “Sesta estensione del debito per la MGM, ipotesi Lions Gate”

Peter Jackson parla dei rumour sullo Hobbit: nulla è stato ancora deciso

Questo sì che si chiama procedere a singhiozzo.

L’altro giorno Mike Fleming su Deadline dava praticamente per certa la firma di Peter Jackson per la regia dello Hobbit, e oggi Harry Knowles su AICN frena pesantemente, citando nientemeno che Jackson stesso, amico di lunga data del blogger (e da lui chiamato “Derek”, come il protagonista di Bad Taste interpretato proprio dal regista):

Al momento non è cambiato nulla. Ho sempre detto che dirigere il film era una possibilità, e quindi questa non è una notizia. Le major stanno mettendo insieme quello che potrebbe essere il contratto, perché non c’è altro modo di capire se sia una possibilità fattibile o meno. Tuttavia, onestamente è una delle varie possibilità che abbiamo – c’è moltissima carne al fuoco al momento. Quello che interessa a tutti, per ora, è che non si perda altro tempo e non si slitti di un altro anno, perché a quel punto inizieremmo a perdere la gente – e questo diventa sempre più difficile, giorno dopo giorno. Molte persone – sia film makers che studios – stanno lavorando duramente proprio in queste ore, per cercare una soluzione positiva.

Leggi tutto “Peter Jackson parla dei rumour sullo Hobbit: nulla è stato ancora deciso”

La MGM ottiene un nuovo rinvio

Un veloce aggiornamento sul fronte MGM, che come sapete stiamo seguendo perché dalle peripezie finanziarie della compagnia dipende il via libera alle riprese dello Hobbit.

Dall’ultimo aggiornamento, gli obbligazionisti hanno deciso di concedere alla major una ulteriore sospensione dei pagamenti degli interessi sul debito. Intanto, dopo il ritiro dell’offerta di aquisto da parte della Lionsgate, anche Access Industries si è ritirata: rimane l’unica offerta della Warner Bros, che la MGM potrebbe comunque ritenere troppo bassa rispetto al valore che attribuisce ai propri asset (2 miliardi di dollari contro gli 1.5 offerti dalla Warner).

Ora la MGM avrà tempo fino a metà maggio per decidere se ristrutturare la compagnia, vendere tutto (marchio, logo, library da 4.000 titoli e etichetta United Artist) alla Warner o vendere solo alcuni asset (con la Warner in prima fila per la parte rimanente dei diritti dello Hobbit e la Sony per quelli di James Bond).

Vi terremo aggiornati…

MGM in vendita: la Warner fa un’offerta

Come ormai sapete da mesi, la MGM (che possiede una parte dei diritti di produzione e distribuzione dello Hobbit) è vicina al fallimento e sta accettando offerte per essere acquisita da qualche major o per vendere i propri asset e ristrutturare la compagnia.

Immaginate se la 20th Century Fox la comprasse. Significherebbe che la casa di produzione responsabile di film come Dragonball Evolution (realizzato con un approccio totalmente anti-fan) potrebbe mettere le mani sullo Hobbit. Ovviamente, nessuno di noi si augura una cosa simile: la buona notizia è che, in realtà, molto probabilmente sarà la Warner Bros., che detiene il resto dei diritti, possiede la New Line Cinema (casa di produzione dello Hobbit) e sta finanziando la pre-produzione dei due kolossal di Guillermo del Toro, a fare l’offerta più interessante.

Lo spiega Variety in un interessante articolo nel quale sottolinea come le prossime settimane saranno vitali per la MGM, che entro fine gennaio dovrà trovare una soluzione per i propri problemi finanziari.

La major, che è in vendita dal 13 novembre, ha ricevuto numerose offerte con accordi di riservatezza da potenziali compratori. Sono stati più di venti gli accordi presi nel mese scorso per poter vedere i libri contabili. Non è detto che la MGM venga venduta, la major infatti lascia aperta la possibilità di proseguire le attività in maniera indipendente, vendendo degli asset e raggiungendo un accordo con gli oltre 140 creditori.

Leggi tutto “MGM in vendita: la Warner fa un’offerta”