Un annuncio sullo Hobbit il 21 agosto?

The Noldor Blog pubblica un rumour piuttosto interessante: sembra che si stia avvicinando “un grande annuncio”.

Il sito spiega che Weta Cave, il museo della Weta a Wellington, rimarrà chiuso cinque giorni per essere riallestito – cosa accaduta raramente dall’apertura a oggi – e che il 21 agosto, poi, rimarrà chiuso per una “funzione speciale”. Uno dei contatti del sito – che è gestito da un neozelandese coinvolto in maniera marginale con i Tour legati ai set della trilogia – ha poi rivelato che, nel frattempo, scenografie e oggetti di scena della trilogia conservati nei magazzini della Weta vengono attualmente portati fuori e “spolverati”.

Ovviamente ciò non significa che il 21 agosto verrà annunciato il via libera allo Hobbit, anche se sperare non nuoce a nessuno. Non dobbiamo fare altro che attendere qualche giorno, e scopriremo di che si tratta. Ad ogni modo, è passato ormai un mese da quando Peter Jackson ha avviato le trattative per dirigere i film: da qui a settembre dovremmo finalmente scoprire qualcosa di definitivo sulla produzione…

Rumour mania: Tom Waits nello Hobbit, uno sconosciuto per Bilbo

Tom Waits

AICN pubblica un nuovo rumour sul casting dello Hobbit, a poche settimane dal primo rumour legato a Brian Cox nei panni di un nano (non ancora confermato, d’altronde il casting è ufficialmente iniziato solo da ieri, quando ne ha parlato apertamente TheOneRing.net). “Un’altra nostra fonte molto affidabile”, spiega il sito, “dice che i rumour su Brian Cox non le sono nuovi, e ci rivela che attualmente si fa anche un gran parlare di Tom Waits. Si tratta semplicemente di un nome che gira nell’ambiente della produzione – tuttavia sembra che ne stiano parlando piuttosto seriamente”.

Waits, cantautore americano, è stato acclamato recentemente per la sua interpretazione del villain in Parnassus. Difficile immaginare che parte potrebbe avere nel film, anche se sembrerebbe perfetto per interpretare il re degli elfi Thranduil.

Nel frattempo, IGN riporta le parole di Peter Jackson durante un’altra premiere di Amabili Resti. Il produttore non ha voluto sbilanciarsi su una domanda riguardo al casting di Bilbo (in particolare non ha negato né confermato che i rumoreggiati Martin Freeman, James McAvoy e David Tennant siano stati contattati per la parte), tuttavia ha detto che “alcuni di loro non sono in considerazione”. Jackson ha concluso spiegando che i direttori di casting attualmente stanno facendo audizioni con attori sconosciuti per il ruolo di Bilbo…

Location rumour: Lo Hobbit a Wakatipu?

Come detto, è ormai iniziata la stagione dei rumour intorno alla produzione dello Hobbit. Da un lato si parla di casting, per il quale iniziano a uscire alcuni nomi, dall’altra si parla di location: in quali località della Nuova Zelanda verranno girati i due kolossal?

L’unica location confermata, per ora, è ovviamente Matamata, dove da mesi è in costruzione il set di Hobbiville. Ci sono poi i teatri di posa Three Foot Six, a Wellington, dove ovviamente si terranno le riprese in studio. Il resto è ancora un mistero: si sa solo che negli ultimi mesi gli “location scout” della Wingnut Films hanno girato la Nuova Zelanda in lungo e in largo, fotografando i luoghi più suggestivi dove ambientare le riprese in esterni del film.

Oggi arriva il primo rumour: sembra che il Dipartimento della Protezione Ambientale si sia fatto scappare che alcune location del film saranno ambientate nell’area del Lago Wakatipu, quel lago a forma di zeta sul quale è stata costruita la splendida cittadina di Queenstown, e dove venne girato parte del Signore degli Anelli.

A confermarlo sarebbe stato Greg Ling, area manager di Wakatipu del Dipartimento della Conservazione, che in un comunicato durante un meeting ha rivelato che “Due produzioni a grande budget si terranno nella nostra circoscrizione, Tracker e Lo Hobbit”. Quando Il Signore degli Anelli venne girato a Queenstown, la produzione portò lavoro, turismo e immagine alla zona: probabilmente sarà lo stesso anche con Lo Hobbit. Ovviamente percorrendo un terreno già battuto in precedenza, i produttori potranno avvantaggiarsi dell’esperienza già avuta nella località con la produzione della Trilogia: una semplificazione non indifferente a livello logistico. Con Queenstown come base, la produzione avrà a sua disposizione alcune delle zone più suggestive dell’intera Isola del Sud della Nuova Zelanda…

Inutile dire che un portavoce della WingNut Films non ha voluto rilasciare dichiarazioni a riguardo, limitandosi a dire che “è troppo presto per parlare di location”. Dopo tutto, questa è materia di rumour…

Fonte: Otago

Wakatipu

Brian Cox nello Hobbit?


A cinque mesi dall’inizio delle riprese dei due film dello Hobbit, iniziano i rumour sugli attori che potrebbero ottenere delle parti nei kolossal di Guillermo del Toro. Oltre a Bilbo, ci sono ben 13 nani a cui dare un volto, ed è proprio per uno di questi che AICN riferisce il primo rumour.

Il sito sostiene infatti che Brian Cox, attore scozzese che recentemente abbiamo visto in X-Men 2 e Troy, sarebbe in lizza per il ruolo di uno dei nani. Si parla al condizionale perché AICN stesso riferisce che la sua fonte, nonostante sia affidabilissima, non può confermare al 100% la notizia. Ad ogni modo, è ormai chiaro che il casting delle parti principali è iniziato (dopotutto bisogna pur dare a un attore un certo preavviso se lo si vuole impegnare per ben 380 giorni di riprese!).

Lo stesso commentatore sostiene che Cox sarebbe ottimo nel ruolo, il vero dilemma è: quale dei 13 nani potrebbe interpretare? Ce lo vedete come Thorin Scudodiquercia?

Vi terremo aggiornati…

Del Toro e i rumour sullo Hobbit: 3-D e… Tom Cruise

In una serie di tre interventi sul forum di TheOneRing.net, Guillermo del Toro ha posto definitivamente la parola fine ai rumour sulla possibilità che i film dello Hobbit vengano girati in stereoscopia 3-D, pur mantenendo la porta aperta a una conversione dei film in post-produzione per una distribuzione parziale in 3-D, e tuttavia ha sottolineato di fidarsi sempre molto di Marketsaw, il blog che ormai da due anni pubblica rumour a riguardo.

Prima di tutto sul 3-D:

Non stiamo discutendo assolutamente del 3-D, né evitando l’argomento per parlarne in un possibile futuro. Non lo abbiamo fatto e non lo stiamo facendo ora. Stiamo lavorando a pieno ritmo per girare in 2-D, e in pellicola (niente digitale). Questo dovrebbe bastare. Stiamo preparandoci a una pre-produzione e a un calendario di produzione che non considera il 3-D come una possibilità. Non ci sono memo, né fax, nè email o piccioni viaggiatori. Nessun buco di 18 minuti nella registrazione delle nostre conversazioni. Nessun costume blu con provini 3-D. Nessun WM3-D. Nessuna possibilità per il 3-D.

Spero che questo chiuda questa parte del dibattito.

Poi si scusa nuovamente per aver creato anticipazioni premature:

A dire il vero, tutte le volte che ho scritto su questo forum mi sono messo nei guai a causa del mio entusiasmo. Come co-sceneggiatore e regista di questo film (che lavora con i team di progettazione, dei costumi, delle creature, degli effetti speciali tutti i giorni della settimana) lasciatemelo dire chiaramente un’ultima volta: non stiamo parlando del 3-D, non abbiamo scritto le sceneggiature pensando al 3-D ora come ora. Il direttore della fotografia del film sarà Guillermo Navarro, e si occuperà lui di girare il film in pellicola. Non abbiamo discusso il 3-D con lui, e con nessun altro della Weta Digital o della Warner Bros.

Se dopo AVATAR il mercato dovesse cambiare e la richiesta di 3-D piombasse sulla nostra testa, vedremo. Ma si tratta di futuro. Se queste cose dovessero accadere, e iniziassimo a parlare di 3-D, state pur certi che lo diremo qui su TheOneRing.net perché è il modo corretto di fare le cose. Ma sia chiaro: ho vissuto in Nuova Zelanda quasi un anno ormai, e non abbiamo mai parlato di 3-D. Quando lo faremo, lo diremo alla vostra fonte di notizie.

Infine, ne approfitta per smentire qualche altro rumour, oltre a parlare di Avatar di James Cameron:

Sono sicuro che Jim di Marketsaw difenda quello che crede sia vero. E’ un amante del cinema molto appassionato, e forse la sua fonte è una persona che vorrebbe vedere i film dello Hobbit in 3-D. Jim ha avuto ragione in passato e potrebbe averne in futuro, è pur vero che la maggior parte dei prossimi blockbuster verrà concepita in 3-D, e conosco 4-5 registi che preparano film in 3-D giusto ora. Alcuni di questi film saranno veramente artistici e senza giochetti 3-D.

Ho visto Avatar e sono rimasto sconvolto da quel film. Io stesso penso che esplorerò il 3-D molto presto: è il futuro, ma non il mio immediato futuro. Prometto che farò sapere a voi e a Jim se qualcosa cambierà a riguardo.

E no, nè David Tennant né Tom Cruise saranno Bilbo Baggins, e non stiamo riprogettando Gollum da zero.

Del Toro smentisce i rumour sullo Hobbit in 3-D

Marketsaw, il popolare blog dedicato al cinema 3-D, continua a segnalare fonti affidabili che confermerebbero il rumour che i due film dello Hobbit verranno girati in stereoscopia 3-D.

Ebbene, arriva direttamente da Guillermo del Toro (via TheOneRing.net) la sonora smentita: nessuna discussione è stata fatta in merito a questo, e francamente ormai sembra anche un po’ tardi per parlarne, visto che il budget dei film verrà chiuso a breve e la voce 3-D è molto importante quando si parla di costi (girare in stereoscopia costa circa il 10% in più).

Così ha detto il regista al sito:

Posso dirvi con tutta sicurezza che, attualmente, NON ci sono state ancora conversazioni riguardo al girare i film dello Hobbit in 3-D.

Cosa significa questo? Semplicemente che i rumour che danno per certa la realizzazione dei film in stereoscopia sono solo dei… rumour. Mancano ancora sei mesi all’inizio delle riprese, e queste discussioni potrebbero ancora tenersi (perché sia Jackson che Del Toro hanno detto di voler considerare l’ipotesi e discuterne assieme), ma ormai sembrerebbe un po’ tardi, visto che lo script del primo film è stato consegnato alla Warner qualche giorno fa e che il budget dei due film è in via di definizione proprio in questi giorni. Girare due film in 3-D comporta l’utilizzo di particolari tecnologie e un aumento inevitabile dei costi (si parla del 10% in più): tutti elementi che vanno considerati prima di chiudere un budget.

Nel frattempo sempre su TheOneRing.net (ma anche sul nostro sito!) i sondaggi riguardo alla possibilità che i film vengano girati in 3-D parlano chiaro: il 75% dei fan vuole che i due film dello Hobbit siano in regolare 2-D!

Nuove foto da Hobbiville, Lo Hobbit pronto per partire?

[UPDATE] Confermato l’intervento di McKellen, che sostiene che “i fan saranno molto contenti di sapere chi interpreterà Frodo (intende Bilbo, ovviamente)” e che la prossima settimana riceverà lo script dello Hobbit. Potete vedere il video:

 

 


Proprio come aveva promesso Peter Jackson al Comic-Con, sembra che lo script del primo film sia terminato e sia stato consegnato alle case di produzione, New Line Cinema e MGM. Le due major avrebbero già dato il via libera al film, e la produzione starebbe stendendo nel dettaglio il budget necessario per il film, in modo da ricevere l’approvazione. Parliamo al condizionale perché si tratta di un rumour, tuttavia TheOneRing.net segnala due fonti completamente differenti che dicono la stessa cosa. La più importante delle due è Ian McKellen, che a una proiezione del Signore degli Anelli ha rivelato di essere nel pieno della ri-lettura dello Hobbit, in attesa di tornare in Nuova Zelanda a marzo. A quanto pare saprebbe già qual è l’attore che interpreterà Bilbo, e avrà tra le mani lo script del primo film tra una settimana circa.

Come sappiamo, Del Toro e Jackson hanno detto più volte di non aver iniziato ufficialmente il casting per via dell’assenza di uno script definitivo, della approvazione definitiva dei film e di un budget preciso. Nel momento in cui lo script viene approvato, la pre-produzione può iniziare ufficialmente. Senza dubbio, comunque, il casting dei protagonisti principali è già stato avviato da mesi (non a caso del Toro aveva promesso un annuncio già alcune settimane fa, impaziente com’era di rivelare dettagli), nonostante nessun contratto sia già stato firmato per i motivi sopra detti.

Per quanto riguarda il secondo film, che verrà girato senza soluzione di continuità con il primo a partire da marzo 2010, al Comic-Con Jackson aveva spiegato che lo script verrà realizzato nelle prossime settimane, e tuttavia la produzione si farà approvare un budget unico per tutti e due i film derivandolo dal budget necessario per girare il primo script (più o meno il totale necessario sarà il doppio), un processo come come dicevamo sarebbe attualmente in corso.

Finché non ci saranno annunci ufficiali tutte queste congetture rimangono speculazioni, ma qui arriviamo alla seconda parte della notizia: la ricostruzione del set di Hobbiville continua, e nuove immagini da Matamata sono state pubblicate da TheOneRing.net assieme a una nuova spiegazione:

Hanno già iniziato a mettere delle piattaforme di legno con scritto “buco per hobbit” sui lati di alcune colline [per costruire dei nuovi Smial], e come potete vedere nelle foto hanno piantato nuovi alberi che successivamente verranno riposizionati per le riprese. L’erba è la stessa che hanno utilizzato durante le riprese dei film precedenti, è un ottimo segno che i lavori stanno procedendo. Inoltre hanno rafforzato la strada di terra davanti a Via Saccoforino e messo dei pali di legno per tenerla su.

Potete vedere le immagini cliccando sulle miniature o su TheOneRing.net:

 

Hobbiville Hobbiville

 

Fonte: TheOneRing.net

Rumour: due hobbit dark, un film ponte diretto da Jackson, il tutto in 3-D

[UPDATE] LatinoReview ha contattato Guillermo del Toro, il quale ha commentato quanto segue:

Ehilà!
Tutte speculazioni, davvero, e alcune sono veramente folli (non abbiamo mai toccato il design di Gollum) e fantasiose.

Quelle sul terzo film sembrano quindi pure speculazioni. Per quanto riguarda l’uso del 3-D, per ora non possiamo ancora saperlo. In generale, aspettiamo qualche dichiarazione ufficiale sulla produzione dei film… speriamo entro settembre.


Nuovo rumour un po’ folle, ma neanche troppo, soprattutto perché arriva da un sito che su certi temi è diventato anche molto affidabile.

Secondo “fonti estremamente affidabili” di MarketSaw, un blog insider che tratta di cinema e stereoscopia 3-D, attualmente Peter Jackson e Guillermo del Toro starebbero discutendo se realizzare o meno i due film dello Hobbit in 3-D. Inoltre, sembra che Peter Jackson stia decidendo se dirigere lui stesso un film-ponte dopo i due film dello Hobbit.

Questo mega-rumour contraddice in pieno quanto dichiarato da regista e produttore durante il Comic-Con di San Diego, tuttavia ormai abbiamo imparato a non prendere alla lettera le parole di Del Toro e di Jackson nel corso degli ultimi mesi.

Siccome si tratta di pura speculazione, la tratteremo come tale, e cercheremo motivazioni che possano confermare o smentire i due rumour. Leggete dopo il salto: Leggi tutto “Rumour: due hobbit dark, un film ponte diretto da Jackson, il tutto in 3-D”

Ian Holm sarà il narratore dello Hobbit?

Bilbo
Bilbo

The Noldor Blog riporta un rumour molto interessante.

Come sapete, Sir Ian Holm non potrà interpretare Bilbo Baggins nello Hobbit per ovvi motivi: l’età (nel film Bilbo ha almeno 60 anni di meno che nel Signore degli Anelli), e la malattia (Holm è ammalato da tempo e girare un film così impegnativo potrebbe essere troppo faticoso per lui). Tuttavia, secondo il sito – che cita fonti “senza nome ma molto affidabili consultate durante la sessione di autografi con Alan Lee alla Weta Cave di Wellington” – rivedremo Holm nei due film dello Hobbit. Anzi: lo risentiremo.

Holm infatti farà la voce narrante fuori campo, così come faceva nella Compagnia dell’Anello. Effettivamente sembrerebbe una decisione molto saggia: la presenza di Holm rassicurerebbe i fan della Trilogia e creerebbe un legame molto stretto tra i due film di Guillermo del Toro e quelli di Peter Jackson.

A questo punto, però, ci si chiede se sentiremo anche la voce fuori campo di Galadriel: potrebbe essere un ottimo modo anche per inserire Cate Blanchett nel film. Lo scopriremo qualche tempo…

Nessun rinvio per Lo Hobbit

Per qualche ora c’è chi ha avuto davvero paura: è bastata una breve notizia dell’Economic Times, un quotidiano indiano, poi ripresa da Yahoo U.K., per far temere realmente che l’uscita dello Hobbit fosse stata rimandata di un anno. Noi stessi abbiamo ricevuto diverse mail da parte di lettori che ci segnalavano la cosa, ma (come molti, compresi gli editor di TheOneRing.net) non ci siamo fidati a mettere subito la notizia. Perché? Bastava leggerela notizia stessa:

Il prequel “Lo Hobbit” del Signore degli Anelli è stato rinviato al 2012.

Era stato annunciato che il nuovo film, basato sul romanzo di JRR Tolkien, sarebbe stato diretto da Guillermo del Toro.

Il vincitore del Premio Oscar Peter Jackson è produttore del progetto, nonché sceneggiatore insieme a Del Toro, come riporta Contactmusic.

Sir Ian McKellen riprenderà il suo ruolo di Gandalf, e Andy Serkis interpreterà ancora Gollum ancora una volta.

Le riprese dello Hobbit, pianificate per iniziare in Nuova Zelanda quest’inverno, sono state rimandate al 2010 – con la data d’uscita rinviata al 2012.

I motivi di questo ritardo sono sconosciuti.

…Così come è sconosciuto il nome del reporter, che si meriterebbe una strigliata per la quantità di inesattezze che ha scritto, senza citare fonti (tranne Contactmusic, per un dettaglio che si sapeva da circa un anno). Nessuno aveva mai parlato di riprese nell’inverno 2008/2009, così come tutte le date legate al presunto rinvio sono completamente false (e non si sa da dove provengano).

Dopo qualche ora di leggero panico, comunque, TheOneRing.net ha pubblicato un rassicurante messaggio: contattati da Guillermo del Toro, hanno potuto confermare quanto si sospettava, ovvero che era tutta una bufala.

Ricapitolando, quindi: la sceneggiatura dello Hobbit e del sequel è ancora in fase di scrittura, mentre sono in svolgimento i primi conceptual design. All’inizio del 2009 si procederà col casting, che durerà presumibilmente diversi mesi, nel frattempo si svolgerà la pre-produzione dello Hobbit e del sequel, che durerà un anno: le riprese si svolgeranno durante tutto il 2010 e parte del 2011 (si parla di circa 18 mesi di produzione).

Lo Hobbit uscirà nel dicembre 2011, il sequel (ancora senza titolo) nel dicembre 2012.

Fonte: EconomicTimes, TheOneRing.net