Air New Zealand e Lo Hobbit: ecco il video sulla sicurezza in volo più epico mai realizzato!

Schermata 2014-10-23 alle 10.27.52

Come è ormai tradizione, è online un nuovo video di Air New Zealand (compagnia aerea di bandiera neozelandese) in tema “Hobbit”, realizzato in occasione dell’uscita dello Hobbit: la Battaglia delle Cinque Armate, ormai imminente.

Si tratta di un vero e proprio video sulla sicurezza in volo che verrà utilizzato sui velivoli della compagnia in fase di decollo, ed è intitolato “Il video sulla sicurezza in volo più epico mai realizzato”. E va detto che, grazie alla partecipazione di Peter Jackson, Richard Taylor, Elijah Wood, altri membri del cast dello Hobbit e all’uso di effetti speciali niente male, l’obiettivo è stato raggiunto. Alla regia Taika Waititi (che interpreta Gandalf nel video), regista di alcuni episodi di Flight of the Conchords e di film come Eagle vs Shark e What We Do in the Shadows.

Potete vedere il video qui sotto!

Leggi tutto “Air New Zealand e Lo Hobbit: ecco il video sulla sicurezza in volo più epico mai realizzato!”

Abbiamo incontrato Richard Taylor al Comic-Con di San Diego!

Momento epico ieri al Comic-Con di San Diego, quando al booth Weta Cave – dopo Evangeline Lilly (che potete vedere nel videoblog su BadTaste.it) –  il più volte premio Oscar Richard Taylor, nonché capo della Weta, si è fermato per una sessione di autografi.

Non potevo non mettermi in fila per incontrare il braccio destro di Peter Jackson, e così dopo alcuni minuti di coda sono riuscito a fargli autografare il badge di BadTaste.it. Ovviamente Taylor è rimasto molto colpito dal fatto che in Italia ci fosse un sito di cinema intitolato come il film di Jackson (per chi non lo sapesse il titolo del nostro sito è proprio un omaggio allo splatter Fuori di Testa), tanto che ha voluto fotografare il badge e mandarlo al regista (che abbiamo già incontrato in passato e sa già dell’esistenza di BadTaste.it).

Già che c’ero gli ho parlato anche di HobbitFilm.it, il primo e più importante fansite dello Hobbit, e Taylor per tutta risposta mi ha detto che non posso perdermi il Junket del prossimo episodio dello Hobbit in Nuova Zelanda, e di andare a visitare la Weta. A questo punto è un dovere.

Potete vedere le foto qui sotto, mentre trovate il video all’interno del nostro ultimo videoblog dal Comic-Con di San Diego!

Leggi tutto “Abbiamo incontrato Richard Taylor al Comic-Con di San Diego!”

Un Gollum gigante all’aeroporto di Wellington!

Gli artisti del Weta Workshop hanno svelato la loro ultima creazione, realizzata in occasione dell’uscita dello Hobbit – un Viaggio Inaspettato tra un mese e mezzo: una enorme statua di Gollum all’interno dell’Aeroporto di Wellington, in Nuova Zelanda.

Lavorando giorno e notte per tre giorni, gli artisti hanno issato Gollum, che ora si trova sospeso sulla lounge principale: una statua di 13 metri progettata e realizzata da Richard Taylor e dai suoi collaboratori Rob Gillies e Sarah Morris.

Potete vedere alcune immagini su TheOneRing.net, mentre nel video sottostante potete vedere come è stata montata la scultura!

Leggi tutto “Un Gollum gigante all’aeroporto di Wellington!”

Lo Hobbit in Nuova Zelanda: dichiarazioni di Peter Jackson e Richard Taylor

Dopo l’annuncio che la Nuova Zelanda ospiterà le riprese dello Hobbit sono passate diverse ore prima che i protagonisti della vicenda rilasciassero dichiarazioni.

La primissima reazione del portavoce di Jackson è stata pragmatica quanto gelida:

Peter Jackson deve ancora commentare l’accordo, e il suo portavoce ha detto che per questa mattina non ci saranno dichiarazioni. “Abbiamo due film da fare e siamo cinque settimane in ritardo sulla pre-produzione grazie agli eventi recenti.”

Ma poche ore dopo Jackson ha espresso riconoscenza verso tutti, come riporta il New Zealand Herald:

Il regista Sir Peter Jackson e Fran Walsh hanno ringraziato il governo per l’intervento per far sì che Lo Hobbit rimanesse in Nuova Zelanda. In una press release della WingNut Films, i due si dicono “eccitati” a riguardo: “Siamo grati al Governo per essere in procinto di introdurre una legge che darà a tutti i membri dell’industria cinematografica certezze sul proprio stato d’impiego. Questa chiarificazione fornirà la stabilità necessaria e rassicurerà i lavoratori e gli investitori Neozelandesi e di oltreoceano.” Jackson ha ringraziato anche la Warner Bros. e la New Line Cinema per la loro “fiducia riposta nella Nuova Zelanda” e ai “tecnici del cinema, gli attori e i fan che ci hanno sostenuto. Alle migliaia di persone che hanno scritto e ci hanno dedicato il loro tempo per farci sapere che ci sostenevano: grazie. Avete fatto voi la differenza”. Leggi tutto “Lo Hobbit in Nuova Zelanda: dichiarazioni di Peter Jackson e Richard Taylor”

I tecnici cinematografici neozelandesi marciano contro il boicottaggio dello Hobbit

boicottaggio

Purtroppo, il boicottaggio dello Hobbit da parte della New Zealand Actor’s Equity e dei principali sindacati degli attori internazionali potrebbe aver già avuto le conseguenze peggiori: un lettore di TheOneRing.net sostiene che la decisione di spostare le riprese del kolossal fuori dalla Nuova Zelanda potrebbe già essere stata presa.

Lo Hobbit ha finalmente ricevuto il via libera, ciò significa che la Warner Bros. e la MGM ora dovranno iniziare a pianificare le location dove girare il film, in vista dell’inizio della produzione a febbraio 2011. La Warner Bros. sta valutando da settimane la possibilità di spostare le riprese in altri paesi (come Europa e ironicamente – ma neanche tanto – Australia), che permetterebbe un taglio notevole dei costi visto che, da quando venne girato Il Signore degli Anelli, i costi in Nuova Zelanda sono comunque cresciuti (la produzione dei film costerà circa 700 milioni di dollari neozelandesi, ovvero 500 milioni di dollari americani). L’imminente decisione sta preoccupando moltissimo i lavoratori dell’industria cinematografica neozelandese, che in realtà supportano in blocco la produzione di Peter Jackson e sono contro la contrattazione collettiva per gli attori (di fatto, vietata dalla legge nel paese). Leggi tutto “I tecnici cinematografici neozelandesi marciano contro il boicottaggio dello Hobbit”

Richard Taylor sullo Hobbit e ritorno nella Terra di Mezzo

In occasione dell’uscita della Trilogia del Signore degli Anelli in Blu Ray Disc, Richard Taylor ha rilasciato una intervista a Collider, nella quale ha parlato anche dello Hobbit e del suo ritorno nella Terra di Mezzo.

Il buon Andrea Bedeschi di EveryEye ha tradotto in italiano il pezzo: potete trovarlo nel link qui sotto, dopo l’estratto.

Lo Hobbit sarà un vero ritorno nella Middle Earth e il quesito “quanto dei vecchi set riadopererete” è scontata. Già normalmente le grandi produzioni riutilizzano materiali di film precedenti (ad esempio per Clash Of The Titans la Warner Bros ha riciclato parecchia roba da Troy), quindi nel caso di questo prequel il quesito è nodale.
E
‘ una domanda complessa. Riadoperare automaticamente le stesse cose solo perché la storia è ambientata nello stesso mondo sarebbe inappropriato. Il pubblico se ne accorgerebbe. Saprebbe che abbiamo tentato di campare di rendita. Rispondere è rischioso e devo essere un po’ elusivo, ma vogliamo focazzarci nel realizzare qualcosa di fresco e nuovo.

Continua a leggere su EveryEye

Richard Taylor parla dei nani nello Hobbit!

Richard Taylor ha parlato dello Hobbit a MTV: il capo del Weta Workshop ha rivelato alcune delle novità – in termini di look e design – che troveremo nei due film di Guillermo del Toro, attualmente in pre-produzione “non ufficiale”:

Siamo così impegnati qui! Ho appena concluso un lungo incontro su come realizzare i nuovi progetti per le armature del film. E’ sempre molto divertente.
[E’ una specie di déjà vu], ma questa volta abbiamo il vantaggio dell’esperienza, cosa che non avevamo l’altra volta. Ci stavamo buttando nel vuoto. Questa volta, almeno, ci ricordiamo quello che abbiamo imparato la prima volta, e speriamo di essere diventati saggi abbastanza.

Leggi tutto “Richard Taylor parla dei nani nello Hobbit!”

Richard Taylor parla dello Hobbit

Richard Tayor, presidente della Weta (il workshop di effetti speciali che ha recentemente vinto un Oscar per Avatar), ha parlato all’Associated Press della lavorazione dello Hobbit.

Taylor ha voluto commentare così il passaggio di testimone tra Peter Jackson e Guillermo del Toro sulla regia del film:

Probabilmente ha pensato di aver passato davvero tanto tempo nella Terra di Mezzo, e un regista come Guillermo potrebbe portare una visione appassionata, unica, originale e nuova a questo tipo di contenuto, il tutto per il bene dei fan. Lavorare con Del Toro è una delizia. Abbiamo apprezzato la sua arte nel Labirinto del Fauno e Hellboy. La sua estetica unica e il suo stile di racconto porta un respiro estetico nuovo all’universo tolkieniano, e siamo felici di poterne fare parte.

Taylor sta lavorando ormai da tempo alle creature, al design e alle ambientazioni del film, ma non ha saputo aggiornare per quanto riguarda l’inizio del film:

Stiamo tutti pazientemente aspettando che inizino le riprese. Stiamo sviluppando il film ormai da un po’. Sono sicuro che partiremo molto presto.

Il designer ha anche commentato, riguardo alle eventuali riprese in 3D (la decisione deve ancora essere presa), che la Weta farà in modo di utilizzare le tecnologie più all’avanguardia per realizzare la pellicola, proprio come accaduto per il Signore degli Anelli:

Come per ogni film a cui lavoriamo, faremo in modo di utilizzare tutti gli strumenti a nostra disposizione per ottenere immagini eccitanti e intriganti per gli spettatori, così come accadde 10 anni fa.

Fonte: yahoo

La MGM vuole Jackson

Due giorni fa l’email di Peter Jackson al sito TheOneRing riguardo al rifiuto della New Line nel coinvolgerlo per la realizzazione dello Hobbit era stata una vera doccia fredda per tutti i fan del romanzo di J.R.R.Tolkien e del regista stesso. Leggi tutto “La MGM vuole Jackson”