Capitolo 1: una riunione inaspettata


  • Descrizione della caverna dei Baggins, descrizione degli hobbit
  • La storia di Belladonna Tuc, madre di Bilbo
  • L’arrivo di Gandalf
  • Il discorso tra Bilbo e Gandalf, al sole davanti alla casa sulla Collina
  • Bilbo fugge in casa, timoroso dell’avventura che il mago propone. Però l’ha invitato a prendere il the il giorno dopo, un mercoledì.
  • Il giorno dopo, all’ora del the, si presenta il nano Dwalin. Poco dopo arriva Balin. Bilbo è sempre più in confusione e non sa cosa pensare.
  • Arrivano Kili e Fili, con sacca colma di attezzi e pale
  • Arrivano Dori, Nori, Ori, Oin e Gloin
  • Ogni nano è vestito in modo diverso, con cappucci di colori diversi. E tutti chiedono da mangiare
  • Arriva Gandalf assieme a Bifur, Bofur, Bombur e Thorin Scudodiquercia, così può iniziare la riunione (e spolverare la grande dispensa di Bilbo)
  • Dopo che i nani hanno sistemato i piatti e le bottiglie vuote in cucina, si mettono intorno al camino a cantare e a suonare. Quando hanno concluso, nella penombra illuminata solo dalla luce del camino, Thorin inizia a parlare dei loro progetti.
  • Inizia la discussione tra Gandalf (che ha segnato la porta dell’hobbit con il simbolo dello scassinatore che cerca lavoro), Bilbo (punto sul suo onore di Tuc) e Gloin (che non crede al coraggio dell’hobbit), poi si discorre di quello che dovranno fare.
  • La storia del tesoro sotto la Montagna e la storia della mappa e della piccola chiave d’argento. Si nomina per la prima volta il Negromante.
  • Vanno tutti a letto, con l’idea di partire la mattina dopo.

Un commento su “Capitolo 1: una riunione inaspettata

  1. Ah quanti ricordi…mi creò sensazioni bellissime leggere il primo capitolo, davvero un’opera d’arte!