Fabio Leone vince il Tolkien Society Awards 2015

È l’italiano Fabio Leone a vincere il premio per la migliore illustrazione ai Tolkien Society Awards 2015, i premi assegnati dalla Società Tolkieniana inglese a chi si è distinto nel diffondere e onorarel’opera di J.R.R. Tolkien.

Abbiamo chiesto a Fabio di parlarci di “Ulmo appears before Tuor”, la sua illustrazione, ed ecco cosa ci ha detto:

Mi affascina l’idea di rappresentare il come un essere umano REALE possa reagire alla presenza di un Dio. L’episodio da cui è tratto è quando Tuor, figlio di Huor, viene condotto al mare da Ulmo, il Vala signore delle acque. È il primo uomo a vedere il mare.
Troppo facile che un artista semplicemente piazzi Tuor ed Ulmo nel quadro. A me è venuto in mente invece come Lovecraft descrisse gli “antichi”. Dèi terribili e potenti. Talmente al di fuori dell’umana capacita’ di comprensione che un solo sguardo ad essi porta alla follia. Non sono stato così estremo, ma Ulmo è ritratto in modo fumoso, non si raccolgono dettagli. È l’osservatore a riempire la tela di dettagli partendo dai pochi indizi presenti, come l’armatura di Ulmo che risplende come le scaglie di pesce.
L’illustrazione è realizzata in digitale, partendo da alcuni elementi fotografici come il mare o le scogliere, il resto è interamente dipinto. Il premio Tolkien Society Award è alla seconda edizione, serve a premiare coloro che si sono distinti nella diffusione dell’opera di Tolkien (articoli, illustrazioni, pagine web…) e si inserisce nella cornice più ampia delle attività che partono fin dagli anni ’70. A quanto ne so è la prima associazione culturale che ha avuto come presidente onorario JRR Tolkien stesso.
Complimenti a Fabio, quindi! Cliccate sull’immagine per vederla in alta risoluzione!
ulmo

Continua a leggere

Lucca Comics & Games: le foto della mostra Greisinger Middle Earth Collection

Qualche giorno fa abbiamo partecipato a Lucca Comics & Games, la celebre manifestazione che si tiene ogni anno nella splendida cittadina toscana.

Tra le altre cose abbiamo visitato la mostra ufficiale della Greisinger Middle Earth Collection, la più importante e completa raccolta del mondo composta di opere d’arte dedicate all’universo scaturito dalla mente di J.R.R. Tolkien (Il signore degli Anelli e Lo Hobbit). Abbiamo anche incontrato Angelo Montanini, uno degli artisti le cui opere sono state esposte al Teatro del Giglio, e abbiamo scattato qualche immagine.

Tra le opere esposte anche disegni celeberrimi dei fratelli Hildebrandt, di Alan Lee o John Howe, e alcuni oggetti di scena della trilogia di Peter Jackson. L’appuntamento è l’anno prossimo, quando aprirà in Svizzera il museo permanente che ospiterà questa collezione di oltre 600 opere (una piccola parte esposta a Lucca): noi andremo a visitarlo a breve e ve ne parleremo nel dettaglio!

Continua a leggere

Uno splendido Silmarillion “Illuminato”

Un ragazzo tedesco di nome Benjamin Harff ha realizzato una splendida edizione unica del Silmarillion di J.R.R. Tolkien, illustrandola con una serie di miniature a mano.

Studente dell’accademia d’arte, Harff ha lavorato a questo progetto come esame finale del suo corso di illustrazione e grafica nel 2009, passando un anno intero a creare le illustrazioni e le miniature. Alcune pagine del libro sono state realizzate impiegando decine e decine di ore di lavoro: il risultato è un’opera incredibile (degna della stessa opera letteraria, verrebbe da dire) che però lo stesso autore definisce “alfa”, in quanto ha comunque dovuto realizzarla rispettando i tempi dell’esame e dunque contiene qualche errore tipografico.

In una intervista su TolkienLibrary.com, Harff spiega che inizialmente voleva realizzare le illustrazioni del Signore degli Anelli, ma i film di Peter Jackson avevano troppa influenza nella sua immaginazione, e quindi ha scelto Il Silmarillion. Potete vedere diverse immagini del suo libro su quel sito, su Herr der Ringe o qui sotto!

Continua a leggere

Addio a Pauline Baynes, illustratrice preferita di Tolkien

E’ morta all’età di 86 anni Pauline Baynes, l’illustratrice preferita di J.R.R.Tolkien (secondo le stesse parole dello scrittore).pauline baynes

L’artista si è spenta nella sua casa di Surrey. Aveva illustrato la versione originale delle Cronache di Narnia di C.S.Lewis e romanzi di Tolkien come Il Cacciatore di Draghi (1948), Le Avventure di Tom Bombadil (1962), Albero e Foglia (1964) e Il Fabbro di Wotton Major (1967); oltre ad aver lavorato ad almeno altri cento libri. Inoltre, realizzò le copertine inglesi del Signore degli Anelli del 1973 e del 1981 paperback, oltre alle versioni poster delle mappe dei libri.

Nata a Hove, in Sussex, la Baynes visse per i primi anni in India, per poi spostarsi in Inghilterra per frequentare la Slade School of Fine Art: dopo aver lavorato per il Ministero Britannico della Difesa (in particolare nella realizzazione di mappe, che le diede grande esperienza quando in seguito realizzò le mappe per i libri di C.S.Lewis e Tolkien) divenne illustratrice a tempo pieno.

Potete vedere diverse sue copertine tolkieniane qui.

Fonte delle note biografiche: Wikipedia