Il Signore degli Anelli, parla Amazon: “la serie non sarà un remake dei film, ma qualcosa di originale”

Jennifer Salke ha parlato dell’attesa serie del Signore degli Anelli in un’intervista su Variety incentrata sul suo insediamento come nuovo capo di Amazon Studios.

Secondo la Salke, l’accordo sul progetto è stato siglato ufficialmente e definitivamente solo il mese scorso, e nel frattempo Amazon ha iniziato a incontrarsi con sceneggiatori. La stessa Salke ha parlato per tre ore con Simon Tolkien, pronipote di JRR Tolkien, e la prossima fase sarà quella in cui gli sceneggiatori di Amazon si incontreranno con i rappresentanti della Tolkien Estate.

“È una partnership,” ha spiegato la Salke parlando dell’accordo. “Hanno voce in capitolo sulla strategia e sulla visione della serie. La buona notizia è che sono molto riflessivi e intelligenti, che poi è proprio quello che ci si può aspettare da loro.”

È ancora troppo presto per poter dire quale forma avrà la serie, ma secondo la Salke “non sarà un remake dei film, e non sarà una cosa completamente nuova. Sarà una via di mezzo. Non sarà irriconoscibile, ma non sarà totalmente familiare. Quindi sarà qualcosa di originale.”

Un’altra intervista pubblicata su Deadline cita un possibile coinvolgimento di Peter Jackson nella realizzazione della serie, ma non entra nel dettaglio:

La Salke sta riflettendo su come Jackson potrebbe voler essere coinvolto, inclusa la possibilità di girare in Nuova Zelanda, che ha le location e gli studi di produzione e di effetti visivi costruiti con gli incassi del Signore degli Anelli.

C’è da tenere presente che visti i rumour che circolano da alcuni giorni sulla possibilità che Jackson sia stato contattato o meno da Amazon, il portavoce del regista ha smentito un suo attuale coinvolgimento nella serie. Vi terremo aggiornati!


Rispondi