Lo Hobbit: La Battaglia della Cinque Armate, l’edizione estesa potrebbe arrivare al cinema

Lo speciale che vi abbiamo proposto lo scorso Natale dedicato a Lo Hobbit: La Battaglia della Cinque Armate (potete leggerlo cliccando qui) rendeva bene l’idea di quanto materiale fosse stato tagliato dal film e che sarebbe finito nell’Edizione Estesa prevista per l’autunno. Considerata la grande mole di effetti visivi e un minutaggio aggiuntivo che dovrebbe ruotare attorno ai 30 minuti non sorprende che la Warner Bros. stia considerando la possibilità di portare al cinema l’edizione estesa dell’ultimo episodio della trilogia di Lo Hobbit.

A rivelarlo è stato Richard Armitage in persona in occasione di un’intervista con Digital Spy. Queste le sue parole:

C’è un grosso funerale tagliato dal montaggio finale, so che è dispiaciuto a molti rimuoverlo, quindi sono curioso di vederlo. E poi c’è una fantastica sequenza su un carretto durante la battaglia – sul set c’era questo enorme carro con una balestra sul retro su cui salivano Dwalin, Balin e un paio di altri nani. Ho sentito delle voci secondo cui potrebbero portare l’edizione estesa al cinema in release limitata visto che il materiale è davvero epico. La WETA Digital sta lavorando duramente per terminare tutto.

SCOPRI TUTTE LE SCENE CHE MANCANO ALL’APPELLO


259 pensieri su “Lo Hobbit: La Battaglia della Cinque Armate, l’edizione estesa potrebbe arrivare al cinema

  1. “L’ora è più tarda di quanto credi… Le forze di Sauron si stanno già muovendo. I nove hanno lasciato Minas Morgul”.
    “I nove…”
    “Hanno attraversato il fiume Isen, la vigilia di mezza estate, travestiti da cavalieri neri”.
    “Hanno raggiunto la Contea”.
    “Troveranno l’Anello… e uccideranno colui che lo porta”.

    :-) :-(.

  2. @ Eva: Credo che infatti la questione storia e passato siano molto importanti. Complimenti anche a te che lo riconosci, non è SEMPLICE ;-).
    Mio padre i film di Fellini li ha tutti credo, ho sentito dire “La Dolce Vita” e anche “I Vitelloni”.
    Per quanto riguarda Kubrick è vero, più che altro non oso pensare che avrebbe potuto fare con la macchina da presa oggi! :-).
    Buzzati mi piace! Ho i 60 racconti, poi ho comprato altre cose che devo ancora leggere.
    Guarda, complimenti anche a tuo papà! Non conosco molto il jazz, e lo amo poco, ma è roba di grande valore. Personalmente amo di più qualcosa che è stato concepito in un certo modo, ed è perfetto proprio per quello, se cambia ogni volta è come un giocattolo che si rompe secondo me.
    Poi è chiaro, mi riferisco al jazz live, da studio le composizioni sono sempre quelle.
    Comunque grande jazz, per quanto riguarda l’improvvisazione è il meglio che c’è.
    Poi i Beatles! Cazzarola, supercomplimenti. In pratica sono il più grande gruppo di sempre, alla faccia della qualità! Stai già al TOP ;-).
    Cosa ha tuo padre, i vinili? Sarebbe incredibile, anche mio padre ne ha un sacco! :-). E se può li compricchia ancora oggi.

    P.S: Mi viene da chiederti questo: che decidiamo per Sir Lee? Siamo tutti un’pò scombussolati ora, e mi piacerebbe scrivere qualcosa. Sono contento che ti sei unita per mettere una frase a fine commento, hai delle proposte ora? Sarebbe bello discuterne assieme. Potremmo anche scrivere la stessa cosa d’ora in avanti, dato che siamo i diretti interessati ;-). Io un’idea ce l’ho, ma stavolta lascio prima a te la parola :-).

  3. @dhaulagiri8167:
    per prima cosa ti rispondo per Sir Christopher Lee….me lo sentivo che non sarebbe vissuto ancora molto, in un suo video dello scorso anno lo avevo già visto molto provato ma daltronde ha avuto una vita pienissima e soddisfacente, spero non abbia sofferto e da quello che ho letto la famiglia gli è stata molto vicina…percui se ne è andato in Pace e circondato dall’Amore….
    A me piace la frase che ha postato @Beegrrrl e la trasformerei così:
    ” Westu hal, fertu Christopher Lee fertu “…infondo è di Gandalf….

    Mio babbo ha SOPRATTUTTO vinili eheheheheh…i cd purtroppo sono arrivati quando i dischi rari di certi artisti venivano ripubblicati solo su quei supporti….
    Per tutto il resto…..BEATLES FOREVER!
    Ciao

  4. @ Eva: Facendo due conti, in effetti tuo padre deve aver iniziato a collezionare musica dagli anni 60′, quindi di quali cd parlo? XD. Non ci avevo pensato bene, al massimo li comprerà ora.
    L’unico problema dei vinili è che non sono eterni.

    Mi piace la frase per Lee, ma ne volevo una mia (nostra). Anche se quella è molto bella.
    Pensavo a “Christophe Lee, The Defining Wizard”. Ti piace? :-).
    Se ne hai di tue proponi pure ;-). Così anche per mettere la stessa, se vuoi. Altrimenti ognuno la sua come per Lesnie, ma mi sembrava simpatico stavolta mettere la stessa dato che entrambi amiamo ricordarli sempre :-).

  5. @dhaulagiri8167:
    SUPER OFF-TOPIC
    il babbo compra dischi da quando è ragazzo, negli anni ’50 aveva 10 anni e per i giovani esistevano appena i mangiadischi per i 45 giri ed alle feste in casa chi lo portava era AL TOP!!
    I suoi 45 giri preferiti erano dei Platters, Nat King Cole, Harry Belafonte, Ray Charles!!

    IN TOPIC:
    Per Christopher Lee io penso scriverò questa frase, insieme a quella di Lesnie:

    Andrew Lesnie adesso è Luce

    Che l’Eterna Luce illumini il Grande Viaggio di Christopher Lee

    Spero di ricordarlo sempre ma se così non fosse, nel cuore ci sono sempre entrambi…
    Ciao

  6. @ Eva: Accordato, ognuno ne mette una diversa. Hai ragione. E’ una personalizzazione tanto bella quanto unica :-).

    Lesnie. The Unforgotten Light.
    Christopher Lee, The Defining Wizard.

  7. “Attirate troppa attenzione su di voi Signor Sottocolle”
    “Cosa volete??”
    “Che siate più attento, non è un gingillo quello che portate”
    “Io non porto niente”

  8. “Puoi promettermi che tornerò?”
    “No. E se farai ritorno… non sarai più lo stesso”.

Rispondi