Lo Hobbit: la Battaglia delle Cinque Armate, primi incassi internazionali!

hobbitthorintroll banner

Manca pochissimo… anzi! In undici Paesi, Lo Hobbit: la Battaglia delle Cinque Armate sta già raccogliendo i primi incassi. Mercoledì è uscito in Germania, Belgio, Olanda, i quattro territori scandinavi e la Svizzera – in tutti questi territori ha realizzato il miglior incasso dell’anno nel giorno d’esordio.

In Norvegia, addirittura, il film ha incassato 1.03 milioni di dollari in 311 sale, il secondo miglior giorno d’esordio della storia dopo l’episodio finale della saga di Harry Potter.

Complessivamente mercoledì il kolossal di Peter Jackson ha raccolto 11.3 milioni di dollari, di cui 298mila dollari in 21 cinema Imax, con una media per sala incredibile (oltre 14mila dollari).

Ieri il film ha esordito in altri 17 territori (inclusi Russia, Brasile e Messico), e oggi arriverà in altri otto, inclusa la Gran Bretagna, mentre sabato uscirà in Giappone (tra l’altro i day-and-date con questo paese sono rarissimi), per un totale di 14mila schermi. Il 17 dicembre uscirà in USA, Corea del Sud, Italia e Spagna, mentre in Cina arriverà il 23 gennaio. Riuscirà a raggiungere il miliardo di dollari come il primo film? Speriamo di sì!

 

 


12 pensieri riguardo “Lo Hobbit: la Battaglia delle Cinque Armate, primi incassi internazionali!”

  1. Ottimo inizio! Questo ultimo film potrebbe anche superare Un Viaggio Inaspettato, anzi molto probabilmente lo farà. Certo che l’Italia è tra gli ultimi paesi in cui uscirà…a parte la Cina che ha dei seri problemi di censura.

  2. Beh anche gli USA non sono messi meglio di noi questa volta, se non sbaglia da loro esce un giorno dopo quindi non mi lamento dell’uscita italiana, personalmente parlando.

    Visto che sono un appassionato di Box Office questi dati mi fanno gioire. Io ho sempre pensato che l’ultimo film avrebbe fatto il botto al botteghino e lo spero vivamente, al di la poi della sua qualità effettiva che potrò solo valutare dal 17 dicembre in poi. Ad ora sta andando molto bene… vedremo, ma sono certo che il muro del miliardo lo raggiungerà.

  3. Siamo agli ultimi numeri e statistiche di un lungo e fantastico viaggio, e perché no, anche inaspettatto, inaspettatamente lungo e inaspettatamente qualitativo! :-).

    Peter Jackson ha ancora 53 anni, chissà quanti altri film stupendi potrà fare. Oltre al tanto discusso Silmarillion, e ad altri film, non ho mai pensato che effettivamente potrebbe tranquillamente cimentarsi ancora nel fantasy, e non per forza con qualcosa di Tolkien. Anche @ Giuliano ne ha parlato. Ma, d’altra parte, quando si pensa a PJ come si fa a non immaginarsi subito Lo Hobbit?

  4. Felice di aver contribuito all’ottimo esordio. L’ho visto a Berlino mercoledì scorso appena uscito ;)

  5. @sauron devo prima fare una premessa, anzi due: come ho visto il film (3D HFR) e la mia personale reazione. Il primo punto per dire che mi sono sforzato di seguire l’idea di PJ, questo “nuovo modo” di fare cinema. Personalmente lo trovo interessante ma un po’ troppo straniante (a casa ho le edizioni estese in normale DVD di tutti gli altri 5 film). In secondo luogo: la mia reazione non è mai stata completamente positiva al cinema – e questo vale anche per tutti i film di LOTR. Ti dico solo che i due che ho maggiormente apprezzato (al cinema) sono stati Le Due Torri e Un Viaggio Inaspettato (che pure mi era sembrato troppo corto….). Tuttavia tornato a casa ho sempre cominciato a ripensarci. Forse che amo riguardare le cose (come anche stare molte ore in un museo o rileggere più volte di seguito i passi di un libro) prima di apprezzarle veramente, non so. Sta di fatto che per esempio l’anno scorso con DOS sono uscito dal cinema davvero amareggiato. Poi nei mesi successivi l’ho rivisto e la mia idea è cambiata tantissimo. Se tanto mi da tanto con quest’ultimo capitolo la situazione non è cambiata. Non sono stato molto contento alla fine del film. Ma non smetto di pensarci. E mi rendo conto di quante cose ho tralasciato preso dalla storia, dalle scene pirotecniche ecc. Ora lo voglio rivedere perchè sento già che il film sta maturando nella mia mente. Ci sono stati dei momenti dove davvero ho storto il naso (momenti che considero “esagerati” o inutilmente “ridondanti”), ma mi era capitato lo stesso con certe scene di legolas in LOTR. E per me LOTR è un capolavoro :) . C’è stato un momento dove però l’emozione e la lacrimuccia non sono mancate. Ho visto il film in inglese e devo dire che questa volta è stato Richard Armitage a stupirmi: alcuni momenti davvero di prim’ordine. Non mi era capitato coi primi due film. Vorrei essere più chiaro, ma temo lo spoiler o di dare un’impressione sbagliata. Per me il ritmo del film è stato troppo serrato (ma lo è stato anche per DOS). Difatti ho sempre preferito le edizioni estese. Credo che il vero problema sia il fatto che prima di avere un’immagine di insieme di una tale mastodontica opera, ci si perde a commentare i dettagli che diventano quasi la parte più importante. Non ci si rende però sempre conto che chi gira un film lo vede e rivede mille volte: è quindi abituato/assuefatto a determinate situazioni, personaggi ecc. Questo a volte si perde in una sola visione al cinema. Sono deluso? Sono entusiasta? non te lo so dire…un po’ tutti e due oserei dire…Però se la delusione è dovuta al mio “approccio” cinematografico allora non tenerne conto. Se hai delle domande più precise forse posso essere più concreto :)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.