Lo Hobbit: la Desolazione di Smaug, ecco il provino di Benedict Cumberbatch per Smaug!

Direttamente dai contenuti speciali dell’edizione estesa di Lo Hobbit: la Desolazione di Smaug (disponibile da alcuni giorni in Digital Download sulle principali piattaforme come iTunes, Google Play e PSN) , ecco il provino che Benedict Cumberbatch registrò e mandò alla produzione nel 2010 per interpretare la parte di Smaug.

Nella clip, che vi proponiamo di seguito, l’attore spiega di aver girato due provini di cui uno – quello mandato alla produzione – senza mostrare il volto: “Credevo di rovinare le mie possibilità di interpretare il ruolo se avessi mostrato la mia dannata faccia […]. Alla fine non ho sentito nulla per circa un anno, fin quando non mi è arrivata una telefonata in cui mi dicevano che mi volevano per Smaug“.

 


21 pensieri riguardo “Lo Hobbit: la Desolazione di Smaug, ecco il provino di Benedict Cumberbatch per Smaug!”

  1. E poi mi si chiede perchè, potendo, mi vedo i film in lingua originale… ma li avete mai sentiti parlare Mr. Cumberbatch, Mr. Armitage e Mr. Pace??? u.u
    Ascolterei un loro discorso a tre pure se disquisessero di che tempo fa XD.

  2. Bè che questi film siano meglio in lingua originale è fuori discussione. Ogni volta che sento il drago doppiato mi si gela il sangue.

  3. @ Andrea90, @ silkechan & @ ildiariodimurasaki: Però c’è un vantaggio: quando un attore viene doppiato quasi sempre ottiene una voce più adatta rispetto all’originale. L’originale ha il bello che il labiale combacia (proprio per voler guardare i dettaglissimi) e il bello che l’interpretazione della voce è la più originale in quanto fatta dall’attore stesso che gira la scena, ma se il doppiatore è bravo il risultato sarà sempre migliore perché riesce a copiare l’intepretazione (tranne il labiale, vabbé in pratica ci guardo solo io e qualche altro esaltato ;-) e in più possono scegliere una voce che si sposa meglio alla faccia dell’attore, cosa si può volere di più? Se sono in errore, cosa mi sta sfuggendo? Poi in più siamo in Italia, dove il doppiaggio è magistrale. Magari in Russia si possono guardare i film in lingua originale :-), che comunque avranno anch’essi il loro fascino e che probabilmente meritano di essere guardati nella loro forma originale almeno una volta.

    @ Eva: Vi sa così bello Benedict? Meglio lui di quali altri attori dello Hobbit?
    Alla fine, non ho mai capito perché, ogni sesso tende a non apprezzare le persone mediamente belle del suo stesso sesso e invece fa complimenti solo alle migliori, quindi io potrei dire belle cose su Pitt o Bova e meno su Cumberbatch e voi fareste lo stesso in positivo per la Bellucci e in negativo per Mia Wasikowska (tanto per citarne una). Più o meno ovviamente ;-). Chiederò a mia sorella ;-).

  4. @dhaulagiri8167
    Più adatta?
    Non credo che ci sia qualcuno di più adatto di Benedict Cumberbatch a dar voce a Smaug, visto che è stato scelto da PJ proprio per la voce che ha…
    E cmq se ascolti Thorin e Thranduil, specie Thranduil, in lingua originale, ti accorgi come il timbro reale di Lee Pace ha un senso specifico: vedrai un essere dall’aspetto androgino ma una voce profonda e baritonale, “antica”, cosa che fa capire moooolto meglio quanto il Re degli Elfi sembri un giovane uomo, ma abbia migliaia di anni.

  5. Bè anche la voce di Thorin in originale è tutt’altra cosa, dieci volte superiore a mio avviso. Anche quella di Gandalf, di Beorn, di Bard. Secondo me non c’è partita, almeno in questi film.

  6. Io penso che la voce che si sposa meglio alla faccia dell’attore, sia proprio la sua stessa voce.. Niente di più, niente di meno.

  7. Poi, ovviamente, se mi dite Russel Crowe, Luca Ward penso sia uno di quei casi in cui il doppiatore fa fare il salto di qualità, oppure Gianni Musy per Gandalf.

  8. scusate ma siete proprio noiosi!! sempre la stessa cantilena sul doppiaggio!!! Datevi pace!! So l’inglese e guardo film in inglese ma con tutta sincerità ringrazio il cielo che ci sia il doppiaggio!!non sopporterei mai l’idea di stare in sala a leggere sottotitoli piuttosto che godere di un buon prodotto ( che questa trilogia no sembra essere tra l’altro): inoltre per i meno esperti con l’inglese come la mettiamo? è naturale che l’originale sia migliore!! non stiamo parlando di attoruncoli usciti da qualche talent!!! Che poi non esista voce come quella di Cumberbatch sono d’accordissimo( RICORDIAMOCI POI CHE è STATA FILTRATA PARECCHIO) come anche quella di Lee Pace( che doveva essere doppiato da qualcun’altro secondo me)Ma da qui a dire che c’è un abisso ce ne passa di acqua sotto i ponti. I nostri doppiatori , secondo me, hanno dato il massimo per rendere il prodotto il piu possibile vicino all’originale ( tenendo conto che sempre di FINZIONE SI PARLA) Se voi volete continuare a perpetrare all’infinito questa sterile polemica fate pure- ma non è questo il blog adatto!

  9. Cosa c’entra? Questo non giustifica il fatto che debba trovarmi “Thor” al posto di “Thror”, o “Durin” al posto di “Dain”, questi sono errori oggettivi e anche particolarmente gravi, errori che nella versione originale non ci sono. Su Smaug dal mio punto di vista c’è un abisso, e non solo su di lui, ma dire che tra l’originale e il doppiato c’è un abisso mica vuol dire che quello doppiato è una mer*a, solamente si sta a sottolineare il rapporto tra l’uno e l’altro, è un giudizio relativo ai due parametri, non assoluto.

  10. Che discorso è?
    Quando guardo il film in inglese non ho bisogno dei sottotitoli, ma se fosse un film tedesco, è ovvio che non potrei godermelo in lingua originale.
    E’ notorio che il doppiaggio non è solo una necessità, ma è un’arte da preservare e supportare, nessuno lo nega, infatti qui nessun fa sterili polemiche (e non capisco proprio perchè scaldarsi).
    Ciò non toglie che lo Hobbit, personalmente, consiglierei di vederlo in lingua originale, nonostante l’indubbia bravura dei doppiatori italiani, perchè alcuni attori di questo particolare film, tipo Richard Armitage, Benedict Cumberbatch e Lee Pace (in rigoroso oridne alfabetico, non di merito) hanno voci semplicemente s p e t t a c o l a r i. Volendo fare un confronto con ISDA, in quel caso invece la sola voce che preferivo davvero in originale era quella di Christopher Lee, mentre ad esempio preferisco la voce di Pino Insegno a quella di Viggo Mortensen.

    P.S. Ascolta Benedict Cumberbatch che fa la voce di Smaug al Comicon di San Diego in diretta nel panel, ad un microfono qualsaisi, e poi mi dirai se è una questione di filtri o meno ;)

  11. Nonono, scannatevi quanto vi pare ma io me ne tiro fuori: per quanto il buon Dhaulagiri mi abbia proditoriamente (e traditorescamente) coinvolta, io ho solo lodato la dragosità di Cumberbatch e di doppiaggio non ho parlato né tanto né poco – pur sembrandomi che la scelta della lingua in cui guardare un film, fosse pure in curdo con sottotitoli lapponi, sia questione di cui nessuno dovrebbe essere chiamato a rendere conto.
    Dimenticavo: Cumberbatch è trovato assai piacente anche da una cospicua fetta di spettatori maschi (per quanto non capisca cosa c’entri, ma fa niente) ^__^

  12. @ildiariodimurasaki:
    ….piace pure agli uomini? Beh è questione di Charme….ed il giovanotto ne ha da vendere;-D !!!
    Mi fa ripensare ad una frase, dal senso leggermente differente, detta ad una nostra attrice famosissima, Virna Lisi; nel massimo del suo splendore, tra l’altro non ancora offuscato, un giornalista (o un regista non ricordo) le disse “con quella bocca lei può dire qualunque cosa”…ecco…..Cumberbatch con quella voce può DIRE DAVVERO qualunque cosa!!!
    @dhaulagiri8167:
    è per questo che dico “bello”….perché ha charme pur non essendo bello in senso canonico!

  13. Voci a parte (gli errori del doppiaggio sono un altro paio di maniche), a me sono sembrati migliori i dialoghi in elfico recitati dagli attori: ho percepito che ci fosse una preparazione – ovviamente – diversa, rispetto ai doppiatori. E poi la lingua inglese dà un sapore diverso, è la lingua di quelle storie… Faccio un paragone azzardato: anche per uno straniero, leggere la Commedia di Dante in italiano è tutt’altra cosa rispetto a una traduzione nella sua lingua, che sicuramente agevola dal punto di vista della comprensione ma ti toglie il sapore particolare di quell’opera.

  14. @silkechan mi hai rubato le parole di bocca: sentitevi Benedict al Comic Con quando parla come Smaug, non ha bisogno di molti filtri. E oltretutto, di certo non me lo guardo con i sottotitoli. Un altro motivo per cui mi piace ascoltare l’originale è perchè, oltre ad essere migliore, mi alleno pure con l’inglese ;)

  15. Non so se vi rendete conto ragazzi… Io sono allibito… Guardate gli Occhi di Cumberbatch mentre recita le battute di Smaug! Lui in quel momento E’ in drago.

    Mentre parla, sta cercando qua e la, con gli occhi! Sta cercando dove si nasconde l’hobbit!

    :-O

    Credevo che queste fossero esagerazioni che si vedevano solo in Glass No Kamen, ed ora le vedo con i miei occhi…

    Profonda ammirazione, non ho altre parole

  16. Cavoli pero’ se si e’ ingrigito il nostro PJ :(
    Il tempo passa per tutti…

Rispondi