Lo Hobbit: la Desolazione di Smaug Extended Edition dal 21 ottobre in digital download!

extended

È ufficiale: l’edizione estesa dello Hobbit: la Desolazione di Smaug sarà disponibile da domani nella versione Digital HD. iTunes ha messo in prenotazione il prodotto ormai da qualche giorno (sarà disponibile anche su Google Play, PlayStation, Xbox, Timvision, Chili), che come per il primo film sarà disponibile nella sua interezza per lo scaricamento (film più contenuti speciali). Ben 25 i minuti di scene aggiuntive presenti in questa versione del film, scene nelle quali vedremo più Beorn, più Gandalf (in particolare nelle tombe dei Nazgul) e il tanto atteso Thrain, che a quanto pare era in tutte le scene di Dol Guldur ma è stato rimosso digitalmente dall’edizione cinematografica.

 

Vi ricordiamo che l’edizione estesa uscirà in cofanetto Blu-Ray e DVD (anche gift set) il 19 novembre: in questo articolo trovate tutti i dettagli.

 


24 pensieri su “Lo Hobbit: la Desolazione di Smaug Extended Edition dal 21 ottobre in digital download!

  1. Beh, che si sarebbe potuta scaricare a fine ottobre era noto dai primi di settembre. Credo che quasi due mesi di preavviso siano sufficienti….

  2. @dhaulagiri8167 Mi avevi chiesto quali altri spunti volessi discutere. Non so se hai letto il mio commento, ma ti ho risposto negli articoli precedenti. Comunque riposto qui per sicurezza. Fammi sapere cosa ne pensi e se sei d’accordo almeno in parte.
    “La scelta (piuttosto criticata) di inserire Azog oltre che Bolg nella trilogia, nonostante non fosse presente nel libro. Voglio spiegarvi il motivo per cui a mio parere questa decisione non è solo azzeccata ma doverosa. Rinunciare ad Azog nell’economia della trilogia cinematografica avrebbe avuto lo stesso valore di rinunciare a Smaug, perché se è vero che Smaug è l’usurpatore è altrettanto vero che Azog è il regicida. Vi domando: se foste gli sceneggiatori riununciereste a cuor leggero all’assassino del re sotto la montagna come antagonista e punto fermo dei tre film? Se è vero che Thorin brama vendetta su Smaug non dovrebbe provare lo stesso sentimento per l’orco che ha decapitato suo nonno e re del suo popolo? Io trovo che la presenza di Azog dopo la distruzione di Smaug sia fondamentale e a maggior ragione per quest’ultimo film per il significato che assume nei confronti di Thorin. Inoltre per i detrattori che vogliono la fedeltà al libro ad ogni costo dico che in questo modo PJ potrebbe (uso il condizionale fino a prova contraria) far avvenire tutte le morti in maniera canonica anche se spostate a livello spaziotemporale. Trovo l’espediente narrativo della presunta morte di Azog geniale in questo senso… Ma vi immaginate Azog che infligge il colpo letale a Thorin in un estremo tentativo del nano di salvare la vita a Bilbo? brividi”
    Avrei altre cose da aggiungere al riguardo, ma prima voglio sapere cosa ne pensate.

  3. Sono proprio curioso di vedere le EE, soprattutto per quanto riguarda le tombe dei Nazgul, perchè non mi torna il discorso tra Gandalf e Radagast…

  4. Mostreranno il flashback di quando Elrond appoggia la lama Morgul nella tomba del Re Stregone.

  5. Come cosa c’entra? Radagast gli domanda chi è sepolto lì, e probabilmente Gandalf gli racconterà chi è sepolto parlando di Elrond, di quando ha posizionato la Lama Morgul nella Tomba. Lama che è stata poi trovata da Radagast.

  6. @Andrea90 ah ok grazie mille. Ma questa scena è frutto delle tue speculazioni o fa parte di qualche indiscrezione?

  7. Sapete ragazzi, vi invidio! Perché mi sto accorgendo di come se la gode chi già conosce tutti gli scritti di Tolkien a memoria e può per questo fare mille paragoni e mille ipotesi coi film ;-). Oh, chiaramente verrà un giorno che anche io li conoscerò a memoria, ma non è come conoscerli adesso. Beati voi!

    @ Lorenzo: Scusa mi ero confuso io, infatti mi ero accorto che avevi postato lo stesso messaggio in diverse pagine di discussione. Non mi ricordavo più che ti avevo chiesto io stesso di farci notare altre cose, ho fatto un’pò un casotto, ma ora mi sono ricordato anche grazie a quello che hai scritto ora. Però ti dico subito una cosa, non è che ti possa dare risposte tanto competenti (per quelle devi sentire gli esperti qui), posso dire il mio parere questo si, e mi fa piacere che me lo chiedi :-):
    – Dici il vero sia su Azog che su Smaug. Sono d’accordo che il fatto del voler essere a tutti i costi fedeli al libro è sbagliato (sempre con le dovute eccezioni, ci saranno film che vengono meglio se si copia alla perfezione il libro invece di reinterpretarlo), non per il fatto che il film è superiore, è più bello o puttantate del genere, semplicemente perché sono due entità diverse, e così vanno trattate e hanno anche differenti esigenze :-). Anche sulla scena che hai immaginato tra Thorin, Azog e Bilbo ci vedo del bello. L’hai proprio detto… BRIVIDI se davvero fosse così, staremo a vedere! Non so se ti ricordi, io stesso molto tempo fa avevo scritto un post dove dicevo che Azog è un’ottimo inserimento per i tre film (la sua presenza ha potuto permettere il duello finale in UVI con Thorin, è pur sempre un’antagonista in più, ecc…).

    @ Thorin: Le speculazioni di @ Andrea90 sono di fatto delle indiscrezioni, eh Andrea? :-).

  8. @dhaulagiri8167Concordo su tutto. Inoltre ribadisco che avere l’orco che ha ucciso il re dei nani a capo dell’esercito di Sauron nella battaglia finale è di certo un valore aggiunto. Per concludere vorrei fare una considerazione: se il film fosse stato fedele al libro Azog sarebbe dovuto morire per mano di Dain in una delle battaglie di Moria. Immaginate quanto poco spessore avrebbe avuto a quel punto Thorin messo per forza di cose in ombra dall’impresa dell’altro nano. E i problemi derivanti l’inserimento di un personaggio così importante nel primo film, quando la storia doveva essere per forza di cose incentrata su scudo di quercia e la sua compagnia. Invece in questo modo Dain può uccidere Azog dimostrando valore a sufficienza per diventare re sotto la montagna, mentre Thorin avrà un epilogo eroico e onorevole.. Tutto nell’ultima battaglia!!

  9. @Lorenzo:
    ACCIDENTI fai concorrenza ad @Andrea90!!! Bellissima ed emozionante ipotesi! Complimenti per il confronto tra Smaug l’Usurpatore ed Azog il Regicida, è davvero interessante e da spessore ulteriore a certe scelte di sceneggiatura! Tutto “quadrerà” come hai previsto tu.
    Tu e @dhaulagiri8167 avete imbastito una trama davvero forte. Concordo su tutto!!
    Ciao
    ….ops erooff-topic con l’articolo….rientro subito: EVVIVA MA SARA’ MIA A NOVEMBREEE!!!

  10. @Lorenzo non credo proprio che, se i film fossero stati due, PJ avrebbe fatto uccidere Azog da Dain. Penso che lo avrebbe fatto uccidere da Thorin, o ,al limite, avrebbe potuto mostrare Thorin tagliargli il braccio, con la conseguente morte per dissanguamento anni più tardi. Con 2 film Dain sarebbe stato una macchietta, come lo è ne LH libro.

  11. @Andrea90 Molto probabilmente hai ragione e in quel caso la trama si sarebbe dipanata in un inseguimento da parte di Bolg (anzichè Azog) alla compagnia con l’obbiettivo di vendicare suo padre, il tutto culminato con la battaglia dei cinque eserciti. Tutto più liscio, tutto più lineare, ma anche più scontato per come la vedo io. Certo forse più fedele al libro e alla sua atmosfera (anche se far uccidere Azog da Thorin è una modifica rispetto ai scritti), ma più simile ad una storia a sé stante che al prologo del signore degli anelli. Quindi per quanto mi riguarda sono lieto della decisione di passare da due a tre film. In questo modo si è potuto raccontare le stesse vicende ma all’interno di un contesto molto più ampio e affine a LOTR. E poi francamente può essere una macchietta il futuro re dei nani? Non ci dimentichiamo che Tolkien aveva preso in considerazione l’idea di riscrivere/modificare lo hobbit per renderlo più maturo e congruo a LOTR (poi i fan giustamente si sono opposti). E in questo senso integrare i film con vicende presenti nelle appendici del LOTR credo sia stata una scelta giusta. Inoltre se cerco di immaginare un film tratto da Lo Hobbit totalmente fedele al libro il risultato è più simile a un Harry Potter (tutti i nani coi cappucci colorati…). Non mi fraintendere ho letto due volte Lo hobbit e lo adoro così com’è, ma come molti di voi giustamente hanno spesso sottolineato un conto è un libro tutt’altro conto è un film. Del resto le vicende de Lo hobbit sono cruciali per il destino della terra di mezzo.

  12. @Eva Spesso ci si ferma a una visione approssimativa delle cose utilizzando come discriminante per criticare delle scelte di sceneggiatura solamente la fedeltà ai testi. Questo a mio avviso è riduttivo e se si scava solo un poco la superficie ci si accorge che una enorme statua d’oro ha molto più significato che un mero utilizzo di effetti speciali.. o che colui che ha ucciso il re del popolo al quale gira intorno tutta la vicenda non può essere fatto morire all’inizio della storia (come vorrebbero i puristi), ma deve essere utilizzato come elemento fondamentale per dipanare tutta la trama. Ce lo abbiamo davanti ai nostri occhi, ma ci fermiamo alle apparenze.

  13. @Lorenzo son d’accordo con gran parte di quello che hai detto. La differenza nel far rimanere vivo Azog e nel farlo morire a Moria sta nel fatto che, mentre con la seconda scelta ci saremmo trovati di fronte ad una vendetta unilaterale (ossia da parte di Bolg), e quindi meno “sentita”, con la prima ci troviamo di fronte ad una vendetta bilaterale: da una parte Thorin vuole vendicare Thror, dall’altra Azog vuole fargliela pagare del danno subito in battaglia. Oltretutto, inserendo tutte le rese dei conti nell’ultima battaglia, non ne abbiamo solamente un (ovvio) vantaggio emotivo e cinematografico, ma anche un vantaggio in termini di importanza dei personaggi in relazione agli scritti. Come hai detto te, ci troveremo di fronte ad un Thorin eroico e ad un Dain degno di diventare il futuro Re Sotto la Montagna. Attenzione però, perchè stiamo dando troppo per scontato questa cosa: chi ci dice che sarà Dain ad eliminare Azog come negli scritti? Chi ci dice che sarà Beorn ad eliminare Bolg? Io lo spero vivamente, ma non è affatto detto, e questa cosa mi farebbe parecchio inca*zare, per cui spero che si svolga tutto come da copione.

    Sul fatto dei 2 o di 3 film, la cosa fondamentalmente da criticare è la scelta: o si sceglie di fare una “bilogia” più fedele al libro, o una trilogia che include molti più fatti, ma anche molte più aggiunte che allungano il tutto in un modo molto poco canonico, mi riferisco in particolare ai 2 (perchè secondo me sono “solo” 2) stravolgimenti rispetto gli scritti: Azog e le fucine. Possiamo trovare tutte le metafore che volete nella scena delle fucine, ma resto dell’idea che sia stata una scelta molto poco canonica, e gestibile in maniera differente, non mi è affatto piaciuto vederla al cinema, perchè stravolge pure l’idea di drago in sè, come creatura inavvicinabile, e in tal senso, Smaug è stato un “pochettino” banalizzato. Azog è uno stravolgimento che capisco già di più, e che condivido già di più, ma aspetto a giudicare, perchè voglio vedere come si sviluppa la vicenda nell’ultimo film.

    Qui invece andiamo sui gusti personali, ma mi è spiaciuto da morire l’aver visto cambiato Bolg, preferivo di gran lunga quello in protesi, molto più pauroso, mentre questo Bolg, con questi spuntoni di ferro che gli fuoriescono dal corpo, lo vedo un tantino più banale. Mi è spiaciuto aver visto sacrificati personaggi come Beorn e come Thrain, per lasciar spazio a scene che a mio avviso, con un po’ più di gestione, avrebbero potuto esser state relegate nell’EE, per rendere giustizia a questi due personaggi che ho aspettato moltissimo. Spero di vedere l’EE in questi giorni, e spero di non avere brutte sorprese a riguardo.

  14. @Andrea90 Complimenti per l’analisi. E’ esattamente il mio stesso pensiero: maggiore impatto emotivo e cinematografico e più importanza ai personaggi. Ovviamente anche io mi auguro che PJ faccia avvenire le morti come dovrebbero avvenire (infatti nei precedenti post avevo scritto “fino a prova contraria”). D’altro canto non è che mi sono messo a cercare delle metafore per giustificare la scena delle fucine e la sua non canonicità, ma quel significato l’ho percepito direttamente al cinema. Poi riflettendo a mente fredda ho capito due cose: poteva il personaggio impavido e fiero presentato fino a quel momento rifiutarsi di affrontare Smaug e riimanere nascosto come un toòo in un antro? D’altro canto lo stesso Smaug poteva accorgersi della presenza di un ladro dal fatto che mancava una coppa dal suo tesoro e quindi riversare la sua ira all’esterno della montagna sputando fuoco alla cieca? Ti ricordi il momento in cui Smaug si accorge della presenza di Bilbo? Bè a me non è sfuggito che è proprio sollevando una coppa che lo hobbit fa scivolare via l’oro dal muso di smaug.. Questo è per dire che PJ e co secondo me hanno un attenzione al dettaglio maniacale e ogni scelta fatta deve essere stata maturata e concepita con molte riflessioni e in funzione di qualcosa. Concludo con i personaggi sacrificati: perfettamente d’accordo con te e per fortuna che ci sono le versioni estese (infondo la cinematografica deve essere per tutti e scommetto che la maggior parte delle persone che lo va a vedere non ha letto il libro).

  15. @ Andrea90: Ci sono veramente tante tante cose che ci aspettano su LBD5A, è vero che la portata de IRDR è maggiore, ma più passa il tempo e più divento indeciso e curioso. Alla fine vedremo chi ci aveva preso :-).
    Adesso che hai qualcuno che ti da battaglia sarai costretto a impegnarti al massimo (lo facevi già), ma ora lo farete di più per contendervi la leadership XD, in realtà la cosa bella è questa: tante più notizie e previsioni per tutti noi! :-).

    @ Eva: Grazie, ma io ho solo spalleggiato e completato. L’idea originale è di @ Lorenzo :-).

Rispondi