Peter Jackson presenterà scene della Battaglia delle Cinque Armate al Comic-Con 2014!

hobbit comic-con panel

È ufficiale: dopo aver saltato l’edizione 2013, Peter Jackson sarà al Comic-Con 2014 di San Diego dove presenterà le primissime scene dello Hobbit: la Battaglia delle Cinque Armate al pubblico della Sala H.

Noi lo avevamo incontrato due anni fa, al Comic-Con 2012, e saremo presenti anche quest’anno a San Diego, da dove vi proporremo aggiornamenti e approfondimenti con foto, anche su BadTaste.it. Al momento non sappiamo ancora se riusciremo a incontrare il regista, ma vi terremo aggiornati!


233 pensieri riguardo “Peter Jackson presenterà scene della Battaglia delle Cinque Armate al Comic-Con 2014!”

  1. @silkechan, “Non è nemmeno pensabile che degli adulti razionali pensino anche solo che rubare tutto sia minimamente fattibile”: infatti nessuno lo pensa. Non si sta dicendo che il piano del libro è migliore di quello del film, ma che il piano del film non è affatto migliore di quello del libro. Anzi, paradossalmente, è più fattibile realizzare parte del piano originale che non portare a termine tutto il piano del film. Se di logica dobbiamo parlare, allora il piano del film è anch’esso illogico. Cercare un singolo oggetto fra (o anche sotto) tonnellate d’oro è anch’esso illogico. Come ho detto, cercare un ago nel pagliaio è illogico come cercare di portar via tutta la paglia: sono entrambe delle sciocchezze. Che Bilbo abbia casualmente trovato subito l’Arkengemma è, appunto, un puro caso di sceneggiatura, è volontà precisa degli sceneggiatori. Trovare immediatamente l’Arkengemma è come vincere alla lotteria: e “vinciamo alla lotteria” non è certo un piano logico. E’ fattibile, certo, ma la probabilità è prossima allo 0. E visto che non si discute tanto sulla effettiva praticabilità del piano quanto sulla logicità del piano, ebbene, il piano è ugualmente illogico. E se l’Arkengemma si dovesse trovare sepolta fra tonnellate d’oro, o, peggio, fare da letto a Smaug, allora il biglietto per partecipare alla lotteria lo si straccia subito.
    Inoltre, “Su quel quintale di cose ci dorme un Drago che potrebbe forse non accorgersi che ne manca una ma di certo si accorgerebbe se gliele sfilano tutte”: non direi proprio. Nel libro Smaug si accorge che, da tutto il tesoro, manca un’insignificante coppa d’oro, figuriamoci se non si accorge che manca l’Arkengemma! Soprattutto se, come nel film, dimostra di conoscerne benissimo il valore e la funzione.
    @Andrea90, “Bilbo, ora vai dentro a dare un’occhiata, portami una coppetta d’oro e poi ci pensiamo su”: non è proprio questo quello che ho detto. Se devi elaborare un piano, devi conoscere la situazione; e per conoscere la situazione, in questo caso, devi entrare nella Montagna.
    In più, non vedo alcuna difficoltà “cinematografica” nell’assenza e/o nell’improvvisazione del piano. A tal proposito ti invito a rivedere L2T: Sam e Frodo devono entrare a Mordor, non hanno la minima idea di come fare e il loro unico piano è: “Arriviamo al Cancello Nero e poi vediamo”. Con il paradosso che Sam se la prende addirittura con Smeagol perché li ha condotti lì! Ma non credo che gli spettatori si siano scandalizzati per questo.
    Come ho detto, in DoS la mancanza di strategia poteva essere spiegata benissimo con l’assenza di Gandalf: perciò l’inserimento dell’Arkengemma non è così necessario come si crede; in termini di fattibilità e, soprattutto, di logica, non aggiunge molto, se non nulla. Perché “Son dell’idea che sia meglio affidarsi alla fortuna che affidarsi ad una missione impossibile” sarà anche vero, ma affidarsi alla fortuna non è certo una strategia così logica e sensata. Anzi, alla fine non è proprio una strategia.

  2. Allora, prima di tutto, che Smaug si possa accorgere che gli vienga rubata anche solo una coppa, di certo la compagnia non lo può sapere a priori, ma è certo che a priori sa che il Drago si accorgerebbe senza meno della sparizione di tutto il tesoro, inoltre, mentre ha un minimo senso che una singola persona possa arrischiarsi a rubare una pietra, non ha assolutamente nessun senso che una persona da sola rubi quintali di oro, ci vorrebbero secoli anche se Smaug ci fosse morto sopra a quell’oro, figurarsi da vivo.. e dicendo ciò credo di essere decisamente oggettiva.
    Lo Hobbit film cerca di essere “realistico” almeno tanto quanto ISDA, quindi la soluzione del libro sarebbe, IMHO, assolutamente improponibile.

  3. In effetti, ne’ la Compagnia dei Nani ne’ quella dell’Anello hanno una strategia precisa: nel primo caso il piano semplicemente e’ “andiamo a Erebor e poi vediamo”; nel secondo e’: “andiamo a Mordor e troviamo un modo per gettare l’Anello a Monte Fato”. Non e’ la prima volta che in letteratura una compagnia intraprende una Quest senza sapere che fare: gli Argonauti sapevano di dover recuperare il Vello d’Oro, ma non come e come agire; gli Achei non avevano la minima idea di come avrebbero preso Troia; e i cavalieri di Artu’ neanche sapevano dove cercarlo, il Graal. Che il piano faccia acqua da tutte le parti e’ ovvio, ma la storia e’ bellissima ugualmente.
    @Silkechan: molto contenta per la nomination di Freeman&Cumberbatch; se le meritano moltissimo. E’ un peccato pero’ che DoS non abbia messo bene in risalto le loro qualita’ interpretative.
    @Eva: sono contenta che il nick ti piaccia! Significa “figlia di Feanor”.

  4. @Feanoriel:
    eheheheeh davvero molto bello!! Certo te a parentele sei messa parecchio bene eh ;-D???

  5. @silkechan, come ho già detto, ti darei ragione se Bilbo dovesse prendere un oggetto qualunque, che fosse a portata di mano (come la coppa ad esempio); ma così non è, deve trovare un oggetto determinato, ben preciso. “Vi aspettavate che tornassi trotterellando con tutto il gruzzolo di Thror sulle spalle? Se c’è da recriminare, penso di avere anch’io qualcosa da dire. Avreste dovuto portare cinquecento scassinatori, non uno. […] Avrei bisogno di varie centinaia d’anni per portarla tutta qui sopra”: queste sono le parole di Bilbo ai Nani quando capisce che il piano è impraticabile. Ma se servono 500 scassinatori per portare via il tesoro, di sicuro non ne basta uno per cercare in tutto il tesoro un singolo oggetto. Come dicevo, la soluzione dell’Arkengemma non è più realistica del piano originale: lo diventa solo per il “tocco magico” degli sceneggiatori.

  6. @Diego non è proprio quello che hai detto ma immagino sia circa quello che intendi, ognuno ha la propria idea, certi reputano migliore quella concernente l’Arkengemma, altri quella del libro. Visto che abbiamo a che fare con quella dell’arkengemma, credo che parlar dell’altra lasci il tempo che trovi :-). Ripeto, se ci son errori da sottolineare, io sono il primo ad elencarli e comincio da quello riguardante il Trailer: mi auguro di non vedere un Teaser ricco di CGI come il Teaser dell’anno scorso

  7. E comunque non è un tocco magico degli sceneggiatori: Bilbo la trova pure nel libro, in questo caso han seguito il libro, facendogli trovare un gioiello in una montagna d’oro. FINE OFF TOPIC

  8. Gli sceneggiatori stanno li per quello :): a livello macrospopico il discorso fila più “decentemente” che le alternative, e questo è sufficiente. Chiamiamolo male minore, ma tant’è.

  9. @Andrea90, “Credo che parlar dell’altra lasci il tempo che trovi”: infatti non è di quella che sto parlando. Non ho detto che preferisco, o che avrei voluto vedere, quella del libro.

  10. Basta sono esasperata!
    Ora faccio come Benedict Cumberbatch in Sherlock: “Boring!” “Dumb!!” “Boring” “Dumb, dumb,dumb!””Boringgggggggggggg!!!!!!”
    Voglio news!!!!

  11. Aspetta mi son piegato male: ovviamente nel trailer ci sarà parecchia CGI, spero che sia MENO EVIDENTE rispetto il Teaser dell’anno scorso.

  12. Io Sherlock dovrei iniziare a vedermelo, sapete se da qualche parte ci sono i DVD?
    Spero esca presto il rating, la locandina e specialmente il trailer, cosi mi leggero’ tutti i vostri commenti facendomi 4 risate :-P
    @Eva: ahahaahah, modestamente!! XD

  13. @Feanoriel:
    non so se mi ha pubblicato 2 commenti…..volevo darti indicazioni x vedere Sherlock….

  14. …ecco no allora me li ha bloccati…..ci provo così…italia BARRA film PUNTO org

  15. Quando uscirà il Teaser ci saranno molte analisi e speculazioni sulla trama, speriamo che risponda a qualche nostro interrogativo ;).

  16. @Andrea90, anche Smeagol ritrovò l’Unico. Ma una missione improntata a ritrovarlo nell’Anduin la definirei comunque insensata.

  17. @Diego: mi sembra che Saruman avesse provato a cercarlo l’Unico tra le acque dell’Anduin. Nei Racconti Incompiuti si dice che addirittura avesse trovato la catenella con cui Isildur lo teneva al collo, e pure le ossa di Isildur stesso, ma che le avesse bruciate in segno di spregio.

  18. Beh cercare un anellino in un fiume enorme mi pare diverso che cercare una pietra a dimensione “sercio” che brilla a 2000000 lumen in una caverna oscura.
    E cmq sarebbe addirittura più sensato cercare un anello in un fiume che prosciugarlo da soli con un secchio…

  19. A proposito di doppiaggio, sapete qualcosa sull’edizione estesa? Conti dovrebbe aver cominciato lunedì 7 no? Scongiurato il rischio di aver 25 minuti sottotitolati? Lo avete più sentito nel forum? Oltretutto dovremmo pure avere il Teaser doppiato, se così fosse, se uscisse in questi giorni.

  20. Come non aiuta? Cos’altro potrebbe legittima una sceneggiatura se non mostrarne la derivazione o la non contestazione testuale?

    @Diego, il tuo assunto è che rimanere sul vago, sull’indecisione dei compagni di Thorin come nel libro sia meglio è quantomeno eccentrico. Come si potrebbe mai preferire la ricerca dell’insensatezza nei personaggi?
    La conclusione per cui Thorin desidererebbe di prendere una parte del tesoro è improvvisata almeno quanto la decisione è arrangiata. Se affermi che gli sceneggiatori non hanno le idee chiare è un conto, se dici che puntano a questo, è come se stessimo parlando di un Don Chisciotte cercato con accanimento: attraversano metà del mondo emerso e relativi pericoli solo per caricare i ponies di qualche cassa piena, nell’ipotesi che Erebor è dovunque sia il tesoro di Thròr? Non capisco perché sarebbe un “primo grande passo”. Questo sì che mi sembra arrangiato come discorso e invero grottesco per quanto sembrino ridicolizzati i personaggi. Tolkien argina il ridicolo con il pericolo di Smaug e il cambio di tono tragico su Thorin: ma se fosse partito da subito con questo tono senza cambiare la narrazione non avrebbe avuto scudo. Probabilmente, anche per questa difficoltà non arrivò mai a modificare quanto avrebbe voluto Lo Hobbit

    In UVI Thorin lo usa solo come rafforzativo retorico, per sottolineare come non possano più tirarsi indietro, non quando perfino Gandalf si è offerto di aiutarli. Thorin dà fin da subito l’idea di sapere le motivazioni di Gandalf per questa alleanza, quindi non è vero che Jackson non avesse in programma di mettere in esplicito la Cerca almeno in una versione (invece poi ha mostrato di averle usate tutte e tre). La realtà è che il prologo di UVI e di LDdS combaciano senza urti, è questo da solo un indizio lampante dell’organizzazione narrativa come pianificata. Nel prologo di LDdS Thorin rivela la composizione di quei convocati a consiglio per cui aveva tardato a Bag’s End, prima sconosciuta a meno di Dain. Dell’anticipare i personaggi per accenni è un procedimento tipico dell’entrelacement di Il Signore degli Anelli: si parla di Denethor, dei Rohirrim e Saruman in Il Consiglio di Elrond, ma sapremo chi sono soltanto dopo centinaia di pagine. Sono poco più che nomi, solo Saruman peraltro, gli altri sono solo nomi.

    Certo che do valore alle strette connessioni su narrazione, interpretazione e stile tra Tolkien e Jackson: ma di cosa stiamo parlando altrimenti? Nel simile si valuta la riuscita concomitantemente ai testi, nel dissimile si valuta la riuscita degli elementi autonomi, se si possono ammettere. Cos’altro bisognerebbe dire di una sceneggiatura non originale. Un’obiezione a questo intento mi lascia un po’ attonito, perché ho letto i tuoi messaggi e tutti rispondono allo stesso intento anche se su posizioni diverse.

    Rimane l’ultima questione, la tripartizione. Altra cosa che non capirò mai, anche se fosse vero (e non lo è) che sia una scelta imposta dalla produzione.
    C’è stata, nella scorsa esperienza cinematografica di Jackson con la Terra-di-Mezzo, una scelta imposta dalla produzione della quale nessuno si sognerebbe mai di lamentarsi. Racconto in breve la storiella: il copione Jackson-Walsh- di Il Signore degli Anelli era arrivato a New Line dopo iniziali rifiuti di altre produzioni i cui responsabili avevano soprattutto sostenuto l’assurdità di un film diviso per i costi di produzione, per cui Miramax delegò un team di sceneggiatori per proporre i cambi per l’accorpamento, allucinanti: non sarebbe comparsa Arwen, Rohan inglobato da Gondor, un’unica guerra contro un solo regno, niente Fosso di Helm, Aragorn avrebbe sposato Eowyn (sorella di Boromir), poco Saruman, niente Ent, gli Hobbit sarebbero stato ridimensionati a 3 e 1 sarebbe morto. Jackson rispose che non avrebbe nemmeno saputo fare un film del genere e Miramax si ritirò.
    Avevano un mese scarso per trovare un’altra produzione. Tramite Mark Ordesky (amico di Jackson, poi produttore) il progetto arrivò a New Line. L’amministratore delegato Bob Shaye visionò il copione e quegli disse “Perché una persona sana di mente ne farebbe due film?”.
    Il copione originale infatti ne prevedeva due con grandi modifiche dal definitivo. Sconforto, anche l’ultima spiaggia sembrava lontana. Solo che Shaye era imperscrutabile. Dopo una pausa imbarazzante aggiunse

    “Questo ne vale tre!”

    Ecco perché Il Signore degli Anelli di Jackson è una trilogia. Per una scelta, non per una concessione, della produzione, di cui Jackson era naturalmente entusiasta. Per Lo Hobbit non è stato così, ma non ci sono dubbi che sarebbe avvenuto solo se Jackson ne avesse condiviso ed esaltato la disposizione. Sul fatto che i film debbano essere tre, poi ci sono pochi dubbi, solo chi non ha sotto mani i calendari della Terza Era e le mappe potrebbe dire che la vicenda di Bilbo merita meno spazio di quella di Frodo – e mi riferisco anche a Shippey, che stranamente dimentica le sue stesse magistrali delucidazioni sull’intreccio cartografico e la traccia cronologica. Infine, sappiamo perfettamente che Jackson lavori continuamente riscrivendo il copione anche un giorno prima della ripresa successiva, non è mai stato né mai sarà un problema, anzi è il motivo del successo e della riuscita dei suoi film. Ci possono essere pochi dubbi, però, a che la questione dell’Arkengemma fosse già decisa durante le primissime riprese di Lo Hobbit, anzi non metterei nemmeno la mano sul fuoco sul fatto che il prologo di UVI e la riunione a Casa Baggins siano state girate prima del prologo di La Desolazione di Smaug. Bisognerebbe avere sottomano le guide di Sibley. Ma comunque sia, difatti, si valutano gli esiti: la storia è qui coerente in sé stessa e nel particolare, coerenza che altrimenti sarebbe mancata molto più gravemente.

  21. Mi associo alla standing ovation.
    E anche al commento di Eva precedente nel quale diceva ” è una fiaba”. Liberiamo la fantasia

  22. Andrea90@ Fabrizio Pucci (voce di Thorin) mi cha scritto che lui ha già finito di doppiare le sue scene, mentre Bruno Conti (Dwalin) dovrebbe aver fatto tutto oggi, quindi direi che siamo a buon punto! Forse il lavoro è pure concluso, non so! :-)

  23. @tolkienist:
    Complimenti, veramente!
    @raffaelelecce:
    sai sto rileggendo Lo Hobbit, nei momenti di pausa, ed ora sono alla parte in cui Bilbo fa fuggire i nani dal reame di Thranduil….Lo Hobbit risolve un sacco di guai ai nani…..se non fosse per l’astuzia e la forza che “tira fuori” a dispetto del suo carattere pacioso e “pantofolaio” non si sarebbero “salvati” da parecchie situazioni “scomode”.Ovviamente è il libro non la sceneggiatura del film…però….fa pensare a tutti i ragionamenti che si son fatti fin’ora, appunto è una fiaba e l’impossibile diviene possibile….

  24. @Tolkienist ancora bravissimo!

    @Filalaxy999 grazie mi hai dato veramente una bella notizia :)

  25. @Filalaxy999 l’ha scritto nel forum? Puoi linkarlo per favore? Grazie :-).

  26. @ildiariodimurasaki:
    Ma grazie allora approfitto e ti mando la mia mail!!! Ancora grazie e buona serata :-D

  27. Andrea90@ Che Bruno Conti doppiava oggi Dwalin l’ha scritto lui sul forum di Antonio Genna, Fabrizio Pucci invece l’ha scritto a me in privato!

  28. Non so voi, ma non vedo l’ora di vedere l’edizione estesa quasi come il terzo film. La parte di Thrain dovrebbe avere dei collegamenti molto stretti con gli altri scritti Tolkieniani, per non parlare della parte di Beorn, “Strani Alloggi” è il mio capitolo preferito del libro, speriamo l’abbiano fatto bene, e spero di vederlo a DG come presupponeva il Set Lego.

  29. Anch’io non sto nella pelle per l’EE! Speriamo mostrino presto una clippettina… Fra l’altro secondo me la voce di Beorn è molto più bella in italiano che nell’originale :-)

  30. Secondo me son simili ma molto meglio l’originale.
    Comunque, per quanto riguarda il terzo film, ho riletto le notizie sul Panel de Lo Hobbit al Comic-Con di 2 anni fa, Panel in cui hanno mostrato anche scene dell’allora secondo e ultimo film: sembra proprio che nella Bd5E ci sia questo enorme mostro di pietra che scaglia un masso addosso un esercito, probabilmente c’è qualche gigante, e son pronto a scommettere che, essendo una scena già mostrata, potrebbero mostrarla nel Teaser.

  31. E han detto di aver visto “altri troll”, per cui potremmo aspettarci dei Troll da Battaglia anche nella Bd5E.

  32. Oggi ha doppiato anche Proietti! Non ho idea se abbia già finito però…

  33. @filgalaxy999:
    grazie, ottime notizie, pure il Grande Giggi sta lavorando!!! Buona notte

  34. Se non sbaglio mostrarono anche una scena col Governatore che rimirava il suo tesoro. Chissà se è una scena della EE o del terzo film…

  35. No, ho chiesto di Thrain, ma non me l’hanno saputo dire. Chissà se parla o no… Speriamo di sì

  36. @Andrea90 per caso potresti linkare quell’immagine del Comic-con di 2 anni fa con il gigante? Perchè sono curiosissimo di vederla :-)

  37. Penso della EE, comunque deve parlare per forza: sia quando consegna la mappa e chiave, sia quando lo ri-incontra a DG. Che ti hanno risposto?

  38. Purtroppo non ne abbiamo, non han potuto ritrarla ;-(. Mi sarebbe piaciuto vederla anche a me, così almeno vedevamo com’era l’atmosfera, se nevicava, se era notte o giorno, ecc.

  39. A chi hai domandato per Thrain? Conti non ha visto il film per cui dubito lo sappia o lo saprà mai :-D

  40. A Fabrizio Pucci. Comunque in occasione del secondo film Bruno Conti ci fornì molti nomi di suoi colleghi in anteprima! (Come la voce di Bard se non ricordo male). Grande Bruno Conti!!!

  41. Anche quella di Smaug se non erro :-). Speriamo di sapere presto quella di Thrain, è un personaggio che mi incuriosisce parecchio. Ah nel terzo film chi avremo di nuovo tra i personaggi principali? Solo Dain mi pare no?

  42. Qualcuno dice che la scena del Gigante di Pietra del Comic-Con fosse quella di UVI. Bah, sinceramente penso che la differenza tra un esercito e dieci individui in una scarpata sia evidente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.