Sentieri Tolkieniani: la sesta edizione il 31 maggio e 1 giugno

Si terrà il prossimo weekend la sesta edizione di Sentieri Tolkieniani: sabato 31 maggio e domenica 1 giugno presso il castello di Castello di Osasco (TO), allestito in un percorso tematico attraverso Arda, si svolgeranno attività, presentazioni di libri, sfilate tutto legato al mondo di Tolkien.

Tra gli ospiti di quest’anno vi sarà anche HobbitFilm.it: sabato 31 maggio, infatti, alle ore 17 Andrea Francesco Berni e Alessia Pelonzi terranno una conferenza dedicata ai film dello Hobbit, intitolata “Badpath – Andata e Ritorno, il viaggio cinematografico da Il Signore degli Anelli a Lo Hobbit”.

Non è tutto: durante la due giorni saranno presenti anche Francesco Vairano, Paolo Gulisano, la band Ainur, l’esperto di elfico Roberto Fontana e altri ancora.

L’ingresso a Sentieri Tolkieniani costa 3 euro, i bambini entrano gratis. Trovate tutte le informazioni e il programma in questa pagina.

 

LOCANDINA-ST2014


865 pensieri riguardo “Sentieri Tolkieniani: la sesta edizione il 31 maggio e 1 giugno”

  1. @Diego appunto se Sauron è molto debole anche il suo incantesimo lo sarà, di conseguenza è possibile che un Maiar (non dimentichiamolo) come Gandalf possa rimuoverlo… non vedo dove sia il problema…

  2. Comunque ricordiamoci che quella di Sauron è una trappola: Gandalf è entrato nella fortezza proprio perchè si era accorto dell’incantesimo di occultamento, perchè credeva che Sauron non fosse ancora riuscito a riprendere le forze, cosa che si è invece rivelata infondata.

  3. @Andrea90 hai ragionissima! Ho rivisto la scena e si vede un orco preoccupato che dice ad Azog “lo stregone ci troverà” e Azog risponde con un ghigno “si… lo farà!”… come per indicare che era una trappola fatta apposta per attirare Gandalf
    Lo stesso stregone diceva infatti “è sicuramente una trappola”…
    Tutto combacia :)

  4. @Giocondo, deciditi, Sauron è debole o no? Se è debole come dici, e se il suo incantesimo, a sua volta debole, viene rimosso, come può allora riuscire a sopraffare Gandalf? Se invece condividi l’opinione di @Andrea90, le cose stanno in modo completamente opposto. Ma, anche in questo caso, ce ne vuole per dire che “era una trappola fatta apposta per attirare Gandalf”: già in UVI la fortezza sembrava abbandonata, quindi Sauron aveva effettivamente necessità di occultarsi; perciò dire che l’occultamento fosse stato concepito con l’idea (più o meno esclusiva) di attirare Gandalf mi sembra esagerato.

  5. @Diego i casi sono 2:
    -Sauron è debole e quindi lo è anche il suo incantesimo, per cui Gandalf (in quanto Maiar) può benissimo riuscire ad annullare l’occultamento
    -Sauron ha preparato una trappola per Gandalf e si finge debole per imprigionarlo

    In entrambi i casi comunque la magia “anti-occultamento” di Gandalf che si oppone a quella di Sauron è possibile e non va contro la logica… é questo che mi interessa fare capire.

  6. @Giocondo, premesso che il primo punto è difficile da sostenere… ma chi ha detto che il contro-incantesimo di Gandalf non fosse possibile o andasse contro la logica?

  7. @Diego non tu di certo ma molti altri che hanno paragonato tale incantesimo ad uno di Harry Potter e quindi l’hanno ritenuto improbabile

  8. Secondo me Sauron non ha occultato la fortezza per ingannare Gandalf e ne perchè troppo debole (la scena dello scontro indica tutt’altro), ma secondo me per attaccare di soppiatto la Terra di Mezzo, indifesa, avendo cosi vita più facile. Sauron voleva colpire di sorpresa e per questo non si era rivelato fino a quel momento.

  9. @Giocondo, ripeto, il paragone con HP penso sia da ricondurre alla resa grafica, non all’effettiva possibilità dell’incantesimo di occultamento o di “disvelamento” (sebbene, ripeto, ci sarebbe da discutere anche su questo).

  10. @Diego appunto tu dici “ci sarebbe da discutere anche su questo” riguardo alla possibilitá o meno di tale “magia” di Gandalf, ció significa che qualche dubbio ce l’hai su tale questione, altrimenti non ci sarebbe “da discutere”….
    Io quindi ti dico che secondo me questo incantesimo è assolutamente possibile per le ragioni che ho piú volte espresso nei precedenti commenti… in primis il fatto che nel LIBRO Gandalf faccia sfoggio di una “magia” così potente da spazzare via decine di orchi, il che dimostra una certa abilità nelle “magie” da parte del Grigio

  11. @Giocondo, se è per questo Gandalf sfoggia una “magia” anche più potente (ritengo più probante, ad esempio, combattere contro un Balrog che stendere un’orda di orchi), ma il fatto che Gandalf faccia, o possa fare, una cosa, non implica necessariamente che ne possa fare altre. Se dico che ci sarebbe da discutere, intendo che i riferimenti testuali in merito non sono così espliciti né così limpidi. Non ricordo (se mi sono dimenticato qualcosa, ditemelo pure) “occultamenti” in senso stretto: possiamo citare i casi dell’Occultamento di Valinor (ma lì parliamo di tutt’altra cosa), o delle Isole Incantate, o della Cintura di Melian, o addirittura di Gondolin o Nargothrond, o di Tol-in-Gaurhoth, o di Taur-nu-fuin prima e Bosco Atro poi; ma più di un occultamento in stile Star Trek abbiamo a che fare con un gioco di trucchi, allucinazioni, incantesimi, che rappresentano più un OSTACOLO che una copertura inerte (come vediamo nel film). Insomma, è un discorso simile a ciò che vediamo ne L2T a proposito dei mantelli elfici: i mantelli elfici riescono sì a nascondere e a mimetizzare, ma da qui a riprodurre forma e colore di una roccia ci passa un po’ di differenza. Poi nessuno (giustamente) si è scandalizzato, ma è una differenza che esiste e che dobbiamo segnalare. E perciò è legittimo che a qualcuno possa non piacere o, almeno, non convincere.

  12. @Diego sisi il mio intento era solo spiegare perchè per me é un “incantesimo” possibile, ovviamente non obbligo mica nessuno a darmi ragione

  13. Anche secondo me ha ragione @Dwarfet comunque, secondo me si è nascosto più per nascondere l’attacco al Nord.

Rispondi