Viggo Mortensen: “Il Signore degli Anelli? All’inizio un disastro. Lo Hobbit? Troppa CGI”.

aragornperfrodosignoredeglianelli

A Cannes per promuovere I Due Volti di Gennaio, Viggo Mortensen ha parlato con il Telegraph della saga che 14 anni fa lo ha reso celebre e della nuova trilogia di Peter Jackson che quest’anno troverà conclusione.

A seguire, le sue parole.

Riflettendo sul fantasy uscito 14 anni fa, l’attore non ha potuto fare a meno di sottolineare quanto sia stato difficile portare la trilogia sul grande schermo, svelando dei retroscena piuttosto critici:

Tutti quelli che dicono che era un successo annunciato mentono. Ne abbiamo avuto prova solamente a maggio 2001, quando sono stati mostrati 20 minuti in anteprima a Cannes. La produzione era nei pasticci, e Peter aveva speso un mucchio di soldi. Formalmente si poteva dire che aveva finito la trilogia a dicembre 2000, ma il secondo e il terzo film erano un disastro. Erano molto sciatti, troppo incompleti. Servivano un mucchio di reshoot, cosa che alla fine abbiamo fatto anno dopo anno. Ma non ci avrebbero mai concesso ulteriori finanziamenti se il primo non si fosse rivelato un successo. Il secondo e il terzo sarebbero usciti direttamente in home video.

Secondo Mortensen, è La Compagnia dell’Anello il film venuto meglio, forse perchè girato in un’unica soluzione e senza troppe riprese aggiuntive. Nella parte conclusiva dell’estratto, l’attore rivolge una critica anche nei confronti dello Hobbit, a suo parere strabordante di CGI.

Era tutto molto confuso, giravamo con un ritmo impressionante, c’erano un mucchio di unità di ripresa simultanea. Il primo script era decisamente il migliore. Per di più, Peter era un appasionato di tecnologia, ma una volta ottenuti i mezzi e con la rivoluzione tecnologica, non si è mai più guardato alle spalle. Nel primo film, sì, c’è Granburrone, e Mordor, ma è tutto amalgamato in una qualità organica: ci sono attori che interagiscono, paesaggi reali; è più viscerale. Il secondo film ha cominciato a traballare fin troppo per i miei gusti, mentre il terzo film si è rivelato un tripudio di effetti speciali. Grandioso, non lo metto in dubbio, ma tutta la finezza del primo film è andata persa con i film successivi. E ora con Lo Hobbit, moltiplicate tutto per 10.

L’attore aveva già espresso le sue perplessità qualche anno, quando Total Film lo intervistò nel 2009. Ricordiamo le sue parole:

La Compagnia dell’Anello, per me, è il più fedele allo spirito di Tolkien. Il film che ha più a che fare con le sottigliezze, in termini di performance e narrazione. A partire dal secondo film, sono diventati più dei kolossal pieni di effetti speciali. Non sto dicendo che non fossero il meglio di quella categoria di film. […] Non posso dire nulla sul successo dei tre film, ma se fosse stato per me mi sarei concentrato meno sugli effetti e più sulla psicologia dei personaggi. Avrei fatto parlare di più i personaggi secondari e non mi sarei concentrato così tanto sugli eroi. Nel primo film le varie razze della Terra di Mezzo venivano bilanciate meglio, nel modo in cui venivano presentate. Si creavano delle relazioni, dei legami tra loro. Qui sto parlando di gusti personali, ovviamente.

Che ne pensate?


900 pensieri riguardo “Viggo Mortensen: “Il Signore degli Anelli? All’inizio un disastro. Lo Hobbit? Troppa CGI”.”

  1. @Dhaulagiri: è una cosa un po’ complicata…
    Innanzitutto Tolkien cedette i diritti cinematografici dello Hobbit e di LotR negli anni 50, quando ancora non era minimamente possibile avere effetti speciali all’altezza della situazione … sempre negli anni 50 lo chiamarono per vedere se fosse possibile fare un film di LotR e Tolkien uscì dall’esperienza convinto che il cinema non fosse adatto per la sua opera …
    suo figlio Christopher mantenne questo pensiero anti-cinematografico e quando uscì il film fu scontentissimo ( in un’intervista ha detto : “Jackson ha sbudellato i libri per trarne un’action movie per gente dai 15 ai 25 anni).
    penso sia una definizione un po’ ingenerosa, a me LotR filmico personalmente piace, alcuni cambiamenti ci stanno, altri meno. magari però intende che nel film sono state tralasciate certe cose, o sono state semplificate: tipo il fatto che non si specifichi che Elrond è il padre adottivo di Aragorn, o il fatto che nel film Saruman semplicemente si allea con Sauron, mentre invece nel libro inizialmente si allea con l’Oscuro Sire, poi tradisce anche lui e cerca l’Anello per sè.
    la storia dei “bambocci” mi suona nuova, non l’avevo mai sentita…

  2. @ Dwarfert: Grazie a te :-). Ci si potrebbero trovare cose difficilmente reperibili!
    @ silkechan: Grazie, io avevo pensato a:
    Smaug: “Tu non ti riprenderai niente da me, nano. Io ho annientato i tuoi guerrieri, tempo fa. Io ho istillato il terrore nel cuore degli Uomini. Io sono il Re … sotto la montagna”.
    A proposito, eri tu che avevi tradotto Imrid Armad Ursul e le altre citazioni dal Khuzdul? Proprio controllando la frase di Smaug che ho scritto 3 righe sopra, mi sono ricordato che Thorin parla di nuovo in Khuzdul, dopo che dice: “E noi avremo la nostra vendetta”. Sai che dice?
    @ Galadriel Alcarelen: Quindi se proprio devi scegliere, per quanto riguarda ISDA sei contro CJRT, allora sei una purista elastica e non troppo rigida che digerisce alcune variazioni, seppur magari le meno grosse perché su Hobbit non c’è verso :-). Ma con questo non voglio dire che uno deve accettare tutto, io lo faccio perché credo che il prodotto di PJ sia eccellente sotto tutti i punti di vista tranne magari su questo, o forse perché non mi sento ancora un purista dei libri (cosa grave non conoscerli bene!). Ma a rigor di logica, direi che è più corretto il tuo ragionamento e in parte sono d’accordo con te, e anche sul fatto che Christopher (almeno per ISDA) si sbaglia. Magari “bambocci” non ricordo se l’ha proprio detto, ma volevo riportare il suo parere contrario verso le opere di PJ (“bambocci” nel senso che quei personaggi, come sono rappresentati nei film, e con quei caratteri secondo lui non sono quelli che ha descritto il padre nelle sue opere).

  3. @Dhaulagiri: alcuni personaggi in effetti non sono uguali a come Tolkien li aveva descritti, per i caratteri infatti nel film Aragorn è più insicuro di quanto sia nel libro, Denethor nel libro è un po’ meno pazzo e Gimli nel film è un personaggio quasi comico mentre nel libro è molto più serio … per il resto però i caratteri sono abbastanza fedeli.
    anche alcune descrizioni fisiche sono un po’ diverse (vedi Legolas che in realtà non sarebbe biondo), ma perlopiù corrispondono.
    per certe cose sono più purista, per altre meno e in genere come dici tu sono piuttosto elastica …
    ad esempio: nelle 2 torri Theoden viene rappresentato come se fosse posseduto da Saruman, che viene esorcizzato da Gandalf (????) e quella è una scemenza mai successa nel mondo tolkieniano, preferisco decisamente la scena del libro, ma questo non toglie che L2T sia un bellissimo film.
    potremmo fare un’analogia tra la scena citata sopra e la scena in cui Thranduil si squaglia la guancia: anche quella è una cavolata mai successa, tuttavia se in L2T era solo una piccola storpiatura in un bel film, in DoS è una stonatura che va ad aggiungersi a tutte le altre ..

  4. @dhaulagiri8167 mi dispiacerebbe perchè sarebbe una commercialata bella e buona, e perchè sia Beorn che Dain devono avere il loro spazio visto che son personaggi parecchio importanti. Da come è stato impostato il film, dunque, penso che sarà Beorn a uccidere Azog e Dain, per analogia, ad uccidere Bolg. Il confronto tra Bolg e Legolas mi è piaciuto molto (PJ con questo confronto ha voluto mostrare la potenza di Bolg, visto che nessuno aveva scalfito Legolas nella trilogia precedente), ma deve servire più a far sì che Legolas noti l’esercito avanzare, o (credo la più probabile) far sì che Legolas ad un certo punto lasci andare Bolg per la sua strada, per poi ritrovarselo ad uccidere Tauriel nella Battaglia. Ne conseguirà che, se Legolas avesse agito come Tauriel voleva (per il bene della Terra di Mezzo e non in maniera isolazionista come il padre), avrebbe potuto evitare la sua morte: da ciò ne consegue la sua presenza al consiglio di Elrond e la sua unione alla Compagnia dell’Anello. Penso che capiterà una cosa del genere nel film.

    Certe altre modifiche mi han fatto storcere il naso, su tutte quella delle fucine. Altre le ho considerate molto buone: l’aggiunta di Azog e metterlo alle calcagna della compagnia, il rapporto tra gli orchi di Moria e Sauron (rapporto che nel libro non esiste assolutamente), Girion che scalfisce il drago con la freccia nera, l’Arkengemma che riunisce gli eserciti dei Nani, l’odio tra Beorn e Azog (nel libro appena accennato, e per giunta non con Azog ma con gli orchi in generale), l’idea di far scontrare orchi e Elfi durante la scena dei barili (anche se come fattura non mi è piaciuta molto), lo scontro tra Gandalf e Sauron, il personaggio di Thorin e la sua evoluzione verso la pazzia (che spero venga molto amplificata perchè Armitage mi piace tantissimo), l’inserimento di Legolas e l’interrogatorio all’orco.

  5. Come dice Saruman nel BC… Quali prove abbiamo sul fatto che Thorin rimarrà in vita?!… Esaminiamo le notizie ufficiali che ci arrivano da PJ, quindi fin’ora nessuna!

  6. @Francesco88 E poi se rimanesse in vita come si spiegherebbe il fatto che non lo abbiamo visto nella trilogia dell’anello?, e secondariamente davvero vogliono far avere il controllo della montagna solitaria ad un re fuori di testa come Thorin? XD

  7. @ Galadriel Alcarelen: A me in fondo la scena dove Gandalf “esorcizza” Theoden piace, anche se non c’è nel libro, per il fatto che vediamo l’abilità di Gandalf e per il fatto che dà l’idea di essere una figura purissima che si può contrapporre al male nelle diverse circostanze. Parlo proprio dell’abilità di purificare e riportare le cose come stavano una volta senza alcuna differenza, per me è simbolo di grande potenza e grandezza. Cosa ci hai visto di spiacevole? In questo caso solo il fatto che non c’è nel libro? Per me dimostra che avere Gandalf a portata di mano cambia IN OGNI CASO la situazione :-), e cioè che a questo punto, se riesce anche in questo, non c’è nulla che non possa fare! Anche se non ti piace, sei d’accordo?

  8. @Dhaulagiri: Gandalf risolve la situazione anche nel libro: però semplicemente si limita a parlare a Theoden e a farlo uscire alla luce del giorno. è una cosa molto filosofica: magari è per questo che nel film l’hanno modificata.

    @Tutti: io spero esca qualche notizia perché siamo in una penuria di prima linea … però se non fanno SPOILER morire Thorin FINE SPOILER mi incavolo veramente!

  9. Ma secondo voi una notizia del genere usciva su un giornale ” religioso” e non su qualche Bibbia del cinema?

  10. @Silkechan Ma non penso sia vera, a parte che PJ non ha aggiornato niente sulla sua pagina FB su questo fatto, TheOneRing non ha riportato questa notizia, e non penso che i produttori siano tanto scemi da mettere scene del genere, onde scatenare l’ira dei fan sia del libro che del film. XD

  11. @Alessandro si infatti!!! Comunque secondo me, siccome non si hanno notizie ufficiali da parte di PJ, la gente inizia a inventarsene di ogni!!! Sta di fatto che sono sconvolto al fatto non si hanno notizie da e di PJ da un mese!

  12. Ho appena scritto sulla pagina fb di PJ chiedendogli se è ancora vivo!!! Quando ci vuole ci vuole!

  13. @Francesco: hai fatto bene. sono un po’ stufa del silenzio: insomma, tra un po’ arriveremo ai 1000 commenti! speriamo di fermarci prima e che esca un nuovo articolo.

  14. Secondo voi quali saranno le due grandi sorprese che ha detto Armitage? Una secondo me è la morte di Tauriel.

  15. Avete presente il palazzo del governatore di Esgaroth? Qualcosa mi dice che Smaug si aggrapperà sulla cima della costruzione ed incomincerà a sputare fiamme, proprio come la bestia alata lanciò il suo ruggito dal cancello di Minas Morgul ne Il Ritorno del Re.

  16. Io spero che Smaug faccia fuori parecchia gente, anche come facevano le creature alate dei Nazgul prendendone molti con le zampe e scaraventandoli nel lago, o mangiandoli, o schiacciandoli.

  17. Io penso che la che non sopporta più di tutte Cristopher Tolkien dei film tratti dalle opere di suo padre è che gli rode il pensiero dei soldi che non ci ha guadagnato, se si pensa a quello che la Rowling ha ottenuto. Quando J.R.R. Tolkien ha venduto i diritti erano ovviamente altri tempi, ma se il figlio del nostro amato professore avesse avuto un ritorno paragonabile o quasi a quello della creatrice di Harry Potter, magari sarebbe stato il primo fan di Peter Jackson, al quale deve comunque essere riconoscente perché immagino che le copie di libri vendute siano aumentate negli ultimi anni come quello degli ammiratori dell’autore.

  18. @raffaelelecce:
    ma dai, è stato un figlio e fratello felice ed amato, ha avuto una vita serena con un padre ed una madre amorevoli, io credo sia lontanissimo da pensieri venali…

  19. ma suvvia, e i diritti del Silmarillion? saranno nel frattempo saliti a una cifra astronomica, eppure CT li ha bloccati fino al 2077 (forse un film sul Silmarillion lo faranno nel prossimo secolo, quindi …)

    comunque, non per ripetermi, ma non cominciate anche voi a stufarvi per la mancanza di nuovi articoli?

  20. @Galadriel Alcarelen:
    mi par di ricordare che anno scorso in giugno accadde la stessa storia…

  21. @Galadriel stufarci?!? Io sono frustrato, depresso, abbattuto!!! La sera quando ho quella mezzoretta di tempo continuo a cercare su tutti i siti inimmaginabili, ma senza esito =(

  22. Inutile cercare sui vari siti, mi sa, non uscirà nulla se non direttamente da PJ/Warner … io sospetto che nulla vedremo prima del primo trailer, entro giugno se si segue la consuetudine dei 6 mesi prima dle film, e dopo probabilmente ci centellineranno le news.

  23. Su youtube non riesco più a collegarmi al canale di P.J. ne a quelli della warner…un messaggio dice che il canale non è disponibile….forse è il mio collegamento che non funziona oppure è “calcolato”, il silenzio-stampa-web…

  24. @silkechan:
    Grazie, oh no allora è un problema del mio collegamento…uffaaa!!!

  25. Andrea, sbrigati a mettere l’articolo sui nuovi concept che qui non c’entrano più commenti! :)

  26. @dhaulagiri8167, volevo rispondere al tuo post di ieri. Allora, il discorso non si può semplificare in modo così estremo. Per prima cosa, ritengo sbagliato parlare di “puristi”, qui semmai siamo “conoscitori” delle opere di Tolkien, che è ben diverso: un purista non avrebbe accettato nemmeno la minima divergenza rispetto al libro; un purista, ad esempio, avrebbe gridato allo scandalo per la (re-)introduzione del personaggio di Azog. Nessuno qui lo ha fatto (io no di certo). Ma se anche vuoi parlare di puristi, allora siamo dei puristi più che elastici, perché molte scelte (cioè quelle motivate, quelle sensate, quelle che PUR stravolgendo, arricchiscono COERENTEMENTE il film) le abbiamo accettate. E anche apprezzate. Se vuoi capire chi sono i VERI puristi, allora ti consiglio di leggere qui: http://lotr.wikia.com/wiki/The_Two_Towers:_The_Purist_Edit.
    Poi, permettimi, ma ti devo contestare il passaggio “sappiamo bene che ci sono state alcune piccole variazioni da parte di PJ tra il libro e i film”. PICCOLE???? In pratica in DoS PJ ha inventato di sana pianta metà film!!! La scusa (non mi sto rivolgendo a te) per cui le variazioni/invenzioni devono pur esserci perché LH è solo un libretto di 300 pagine, non regge granché. In primis, perché LH è molto più denso di avvenimenti di quanto quelle 300 pagine lascino immaginare: se LH fosse stato scritto con lo stile (più “adulto”) de ISDA, avremmo avuto in proporzione un libro con minimo il doppio delle pagine. E in secundis, PJ ha saputo confezionare UVI con circa 100 pagine de LH: perché non farlo anche con DoS (dove, tra l’altro, gli eventi da raccontare erano MOLTI e MOLTI di più, soprattutto rispetto a UVI)? In DoS, invece, sono state INTENZIONALMENTE liquidate quelle 100 pagine con una ventina di minuti all’inizio, e un’altra ventina sparsa durante il film e verso la fine. Devo tagliare il post…

  27. Tornando a noi, anche il riferimento a Christopher Tolkien secondo me è inappropriato. Non si può ridurre la discussione ad un aut-aut ai minimi termini del tipo: “O stai con CT, e quindi tutti gli adattamenti fanno schifo, oppure stai contro di lui e quindi tutti gli adattamenti sono favolosi”, perché non è così. C’è da dire, prima di tutto, che dal SUO punto di vista CT avrebbe ragione, perché i reali riferimenti e le reali atmosfere de ISDA sono quelle del ciclo bretone, dell’Edda poetica, di Beowulf, a tratti dello shakespeariano “Sogno di una notte di mezza estate”: è la tradizione nordica, vichinga, anglosassone, germanica. Cose che con l’adattamento di PJ hanno poco a che vedere. Questo vuol dire che l’adattamento non va bene? Assolutamente no. PJ ha reso ISDA più attuale, più appetibile, più sinuoso, più elegante, nonché meno pesante (ma non per questo meno profondo) e meno oscuro. La questione, quindi, non è CT vs. ISDA-LH, bensì ISDA vs. LH. Anche ne ISDA PJ ha operato molti cambiamenti (molti azzeccatissimi, altri un po’ meno). Ma il punto è che lo stile, il rigore e la precisione de ISDA, che rendevano accettabili e apprezzabili quei cambiamenti/adattamenti, sono completamente venuti meno non ne LH per intero, ma in DoS. Prendiamo il caso appunto di Thranduil che si squaglia la faccia. Si tratta di una pura invenzione di PJ, ma forzando i testi si può anche giustificare. Ma tutto questo per cosa (sempre che un motivo ci sia)? Per dirci che gli Elfi hanno combattuto con i draghi in passato? Forse… Ma PJ per farlo si è inventato una sorta di menomazione (se di questo si tratta) di Thranduil: è come se ne ISDA Aragorn girasse con un occhio di vetro per dirci che il padre è morto trafitto da una freccia in un occhio. PJ vuole fare qualche citazione, o riferimento? Bene, basta fare un semplice confronto per capire l’abisso che separa ISDA con DoS: http://www.youtube.com/watch?v=Co85QYOUSrw. Questa è una vera perla (peraltro inserita solo nella EE), è una poesia NELLA poesia. PJ ci dimostra che le citazioni le sa fare, e anche in modo eccellente! Abbiamo davvero il coraggio di paragonare queste due scene? Allora parliamo del combattimento Lurtz-Aragorn e di quello Bolg-Legolas. Anche il primo è un combattimento cruento, all’ultimo sangue, e se ne danno di santa ragione; ma MAI e poi mai ha raggiunto quei livelli kitsch di Bolg-Legolas, che sembrava un episodio di Walker Texas Ranger. Il lavoro di PJ in questo caso è stato molto molto molto molto più approssimativo, e DoS, ANCHE da questo punto di vista, è un film molto molto molto molto mediocre. Secondo me, esaltando a dismisura DoS e non riconoscendone i limiti, non si fa giustizia nemmeno allo stesso PJ: significa non riconoscergli e non ammirare appieno l’eccellente lavoro che ha fatto con ISDA.

  28. @Diego
    Su cosa penso dell’appetibilità e dell’eleganza di certi cambiamenti di ISDA preferisco non scrivere perché rischierei di disintegrare il mio e i vostri computer, cellulari o quel che sono – ma posso serenamente affermare che no, non mi hanno entusiasmato.
    La scena di Thranduil però l’ho molto apprezzata e di motivi per questa “invenzione” se ne possono indicare parecchi: mostrare la sofferenza passata del bellissimo e glassatissimo re degli elfi, che a quel punto più che uno stoccafisso sembra SPAVENTATO da ciò che succede all’esterno; la paura di Thranduil di affrontare la realtà esterna, il suo vivere immobilizzato e prigioniero in un passato che per certi versi ha reinventato; Thranduil come personificazione del Bosco Atro (i re nei racconti spesso sono una specie di personificazione del loro regno), della cui ferita nascosta ma molto reale il re fa finta di non accorgersi nonostante le insistenze di Tauriel; l’attaccamento un po’ maniacale degli elfi all’apparenza estetica (qualcuno l’ha accostata all’espressione di incredula irritazione di Legolas quando si accorge di stare sanguinando); il suo rifiuto di aiutare i nani di Erebor visto che con i draghi aveva già avuto a che fare più che abbastanza; la sua invidia per Thorin, che non soffre di alcun complesso di immobilismo nonostante abbia tutto contro. Bastano quei pochi secondi e improvvisamente Thranduil acquista una dimensione in più.
    Insomma, anche qui si tratta di punti di vista, o disponibilità interpretativa individuale.

  29. UH MA CHE BALLE!!! Ragazzi di hobbitfilm dateci notizie che qua si comincia a dare segni di malessere…continuiamo a ripeterci…stiamo invecchiando come David Bowie in “Miriam si sveglia a mezzanotte”!!!!

  30. …in effetti è la prima volta che QUI’ scrivo “che balle”….brutto segno….dateci novitààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààààà

  31. Bà sinceramente la cosa peggiore che abbia fatto PJ secondo me risiede nel non aver utilizzato la stessa tecnica grafica per creare continuità tra le due trilogie, senza modellini per le scenografie e con una CGI moltiplicata per 10, come ha ben detto Viggo. Per le scelte di sceneggiatura mi ha fatto storcere il naso il fatto che han tolto molto di Beorn e tutto Thrain: io non mi lamento del fatto che Tauriel abbia avuto il suo spazio, ma che ne abbia avuto più di Beorn e di Thrain, è quella la cosa che sconvolge, anche perchè, a dirla tutta, in DOS mi son sentito immerso totalmente nella Terra di Mezzo fino alla fuga dei barili, dopo un po’ meno, infatti la prima parte mi è piaciuta molto di più, ad eccezione del dialogo tra Bilbo e Smauge la parte di DG. Forse l’unica scena che non ho digerito son state le fucine, ma sappiamo com’è PJ e sappiamo anche come voglia rendere omaggio al “mostro” di turno: lo ha fatto con King Kong (con certe scene inverosimili), lo ha fatto con Smaug.
    Sui cambiamenti il punto è che Lo Hobbit è un libro di 300 pagine, per cui le cose descritte son molto meno specifiche, per cui c’è molta più libertà di interpretazione.
    Sulla battaglia ci son 2 pagine e dicono che è stata terribile: è ovvio che PJ dovrà pur inventarsi qualcosa visto che è descritta in un breve flashback, non è come il Pelennor che è dettagliatamente descritto in molte pagine.
    Dopo sui cambiamenti secondo me son tutte scelte che comunque si possono accettare essendo tanto elastici: una cosa non accettabile e fuori assolutamente di ogni logica sarebbe quella di far sopravvivere Thorin, lì saremmo a livelli che sarebbe da decidere se andare o meno a vedere il film, nel caso fosse così davvero.

  32. @Francesco88 Io mi sto rompendo le scatole, ma dove cavolo è finito PJ?, perché quelli della WB non dicono niente?, siamo ad un mese senza news, a questa ora dovevano avvertirci quando sarebbe arrivato il trailer, e invece niente, io non so cosa stiano combinando.

  33. Ecco forse un’altra cosa che si può rimproverare a PJ è che avrebbe potuto fare i personaggi fisicamente più attinenti al libro: un Thorin forse con una barba più lunga e un Beorn come viene descritto nel libro.
    L’ultima foto dei concept mostra Beorn in forma umana: molto vicino a come lo descrive Tolkien.

    http://www.badtaste.it/articoli/beorn-azog-e-bard-nei-concept-scartati-di-la-desolazione-di-smaug

    Non so voi ma in questi Concept c’è qualcosa che mi piace di più rispetto il film: i costumi. Sia quello di Beorn, che quello di Bard, che gli elfi silvani che le varie versioni di Azog secondo me non erano per nulla malvagie. Non sto dicendo che Azog sia fatto male, ma un’armatura come quella del concept per lui e per Bolg non sarebbe stata una brutta idea, soprattutto per Bolg che ha quel metallo conficcato che non è tanto bello da vedere.

  34. @Eva Grazie!!! XD
    Ma non vedo come possa distrarmi dal terzo film. XD

  35. Avate ricominciato XD? LOL
    Per avere un film diverso lo doveva fare qualcun altro, c’è poco da dire. Credo che ogni regista lo faccia al meglio di come LUI/LEI creda e possa.
    Quando fra 20 anni faranno un remake vedremo se sarà migliore o meno :)

  36. Sinceramente se lo fanno spero passino 20-30 anni come minimo.

  37. @silkechan:
    ecco hai ragione, mettiamo il remake in mano alla disney(che tanto prima o poi se lo aggiudicherà)così lo rovina per benino come ha fatto con la fiaba della Bella Addormentata…eheheheh….allora sì che piangeremo tutti…
    Ma dico, ho letto cose assurde, tipo che la sceneggiatura di Maleficent è stata riscritta all’ultimo minuto, alcune scene aggiunte pure quelle all’ultimo e per di più girate da un altro regista e che il regista principale è in realtà uno scenografo…pure bravo, ma insomma, sce-nografia non è la stessa cosa di sce-neggiatura…

    VOGLIAMO NOVITA’!!

  38. @Eva Hai fatto bene a propormi quel blog XD
    @Silkechan Io non vorrei un remake del signore degli anelli, a parte il fatto che i remake fanno orribilmente schifo. Io ho visto i remake fatti fino ad ora (venerdi 13, nightmare, Robocop, Halloween, nel 2015 uscirà anche Terminator 1 il remake) e devo dire che non sono come l’originale. Se faranno un remake, e se penseranno di eguagliare la maestria di PJ, allora sono fuori strada, sbaglieranno prima ancora di avere una sceneggiatura di questo suddetto remake. XD

  39. @ildiariodimurasaki, hai ragione, che anche alcuni cambiamenti de ISDA fossero poco convincenti, è vero, ho avuto modo di dirlo io stesso (è soprattutto ne L2T che PJ la fa fuori dal vasino). Ma il punto è che proprio con la dovuta disponibilità interpretativa potrebbero essere accettati e/o motivati anche quei cambiamenti che non ti hanno entusiasmato. Le motivazioni che hai presentato riguardo la scena di Thranduil le trovo molto affascinanti; tuttavia non sono riuscito a vedere questa poesia nella scena in questione. Secondo me, il senso della “trasfigurazione” di Thranduil era: “Non farmi la predica, Thorin, anch’io ho affrontato i draghi: i draghi non sono solo un affare dei Nani”. E più che spaventato, Thranduil l’ho trovato seccato, alterato. Comunque, se ho fatto il confronto tra la scena di Aragorn su Beren e Luthien e quella di Thranduil era per un motivo preciso. Mi era stata suggerita l’ipotesi secondo cui la scena di Thranduil trova giustificazione nella volontà di accennare eventi passati della TdM. Quello che volevo dire è che PJ ha dimostrato di saperlo fare (nella CdA) in modo netto, semplice e pulito, senza dover inventare uno scontro inesistente, senza dover rendere Thranduil sfregiato e senza dover forzare i testi per rendere il tutto plausibile. Allora, altra possibilità, con quella scena si voleva mostrare il passato di Thranduil? Benissimo, ma il materiale PJ ce l’aveva già, non aveva bisogno di reinventarselo. Per me sarebbe stato più utile, più coerente e più funzionale per la trama rivelare che Thranduil aveva già affrontato il potere di Mordor, anche perché così si sarebbe sottolineato il suo vero merito, cioè aver capito che Sauron prima o poi sarebbe tornato. Personalmente, considero questa scena semplicemente scenografica e gratuita. Non ne faccio certo una questione di carattere capitale, ma, come suggerisce @Galadriel, è una stonatura che si aggiunge a tante altre.
    @Andrea90, certo, è indubbio che vi fosse la NECESSITA’ di reinterpretare, nessuno lo nega, ma secondo me PJ ha “reinterpretato” ben oltre questa stessa necessità. Ma per me il punto non è tanto l’elasticità degli spettatori, quanto l’opportunità dei cambiamenti: alla fine, con una certa dose di elasticità, in QUALSIASI scena si può rinvenire una motivazione, o una logica (il più delle volte, a posteriori). Si potrebbero così giustificare appunto anche scelte scellerate come SPOILER SPOILER la mancata morte di Thorin, oppure anche l’uccisione di Bolg da parte di Legolas (cosa che, se ricordo bene, non ti convince affatto).

  40. @Eva gli ultimi remake mi hanno sconvolto l’infanzia!!! Vedi cappuccetto rosso, si scopre che il lupo è suo padre, vedi biancaneve, si scopre che è il cacciatore a risvegliarla… nel fine settimana andrò a vedere Maleficent e mi sto già preparando psicologicamente! Salterà fuori che Aurora è la figlia di Malefica!

    @Alessandro adesso a parte gli scherzi, io spero e cerco di essere positivo, che a giugno esca qualcosa! Come dicevo ieri, confido in Christopher Lee che per domani pubblichi un suo video e ci dia qualche notizia!

  41. @Francesco88:
    PURTROPPO ci hai quasi “indovinato”…..Aurora diventa amicissima con Malefica!!!
    Io ho evitato accuratamente i remake che sapevo mi avrebbero fatta vomitare, escluso “Non aprite quella porta”, dal momento che avevo visto sia il primissimo di Tobe Hoper, del ’74 che il remake sempre dello stesso Hoper, dell’86, percui ero curiosa…ma quelli sono “capolavori” splatter ed in più, mia zia americana mi raccontò che è una storia successa veramente, nel senso che un gruppo di ragazzi partì per un week-end divertente e non son mai tornati a casa…tempo dopo di un paio di essi ritrovarono solo la spina dorsale e i denti….da quì la “leggenda nera”….
    ….se mi racconti che il lupo è padre di cappuccetto ed il cacciatore risveglia Biancaneve…allora son perversi al livello di Faccia di cuoio&famiglia!

  42. SPOILER
    S P O I L E R
    S P O I L E R
    S P O I L E R
    S P O I L E R
    S P O I L E R
    Ecco, io ho sfogato così il mio nervosismo per il mancato arrivo di nuove news, ma penso sempre “è il respiro profondo prima del balzo” :-).
    @ Tutti: Sé! Se fanno morire Thorin nella Battaglia dei 5 Eserciti, io sono SANDOKAN sono!!! :-)
    @ Francesco88: Sei il nostro “facebookatore” ufficiale, ma io non gli avrei scritto se era ancora vivo… Magari ha la salmonella, oppure adesso che è dimagrito si è finalmente concesso una vacanza con la moglie; sarebbe un grosso problema perché anche lei si occupa dei film, quindi ne mancherebbero addirittura 2 e non 1 solo al lavoro sul film :-):-):-).
    S C H E R Z O
    @ Price: Sarebbe carino!
    @ Andrea90: Non credo che Smaug si disturbi a “prendere su” la gente per lasciarla poi ricadere in terra, ricordiamoci che sia le Aquile sia i Nazgul non disponevano del fuoco, ma potrebbe comunque succedere. Secondo me invece ha fatto bene ad usare più CGI, se si ha una tecnologia superiore è doveroso usarla, specialmente in film fantasy come questi che necessitano di parecchi effetti speciali. Certo. il discorso è: bastano 10 anni in più per far si che il PC sia talmente tanto più potente di prima da mascherare la plasticosità della CGI? Probabilmente no, ma sono sempre 10 anni; sicuramente se Lo Hobbit fosse stato del 2025-2030 ce l’avrebbe fatta, al ritmo a cui andiamo oggi dove un anno di progresso ora vale come 5 di 30 anni fa e 20 di 50 anni fa.
    @ raffaelelecce: Non credo che i Tolkien (perlomeno adesso) se la passino male a soldi, e sono d’accordissimo con Eva su quello che ti ha risposto subito sotto. O per lo meno, speriamolo.
    @ Galadriel Alcarelen: Cooosa?! 2077?? Io speravo entro il 2020-2025! Ma le cose possono pur sempre cambiare, no?
    @ Diego: Un purista al 100% non ha ragione di esistere, se lo è veramente è meglio che non ci va per niente al cinema a vedere una trasposizione di un libro (peggio ancora se è un libro che gli piace, perché gli basta una virgola fuori posto per indispettirsi e a quel punto si incatena da solo per quanto riguarda il suo giudizio, che per forza di cose non potrà non essere negativo). Se vuole solo il 100% non lo otterrà MAI, se gli va bene ottiene un 97% o 98% nei casi migliori. Un purista estremamente rigido, per essere una persona intelligente, dovrebbe accontentarsi del 90% o anche meno (ma non perché fa bene così, perché di più non può averlo, a meno che non faccia lui il(i) film :-). Parlando di purista rigido per me non si va oltre il 90% come accettazione di quanto siano simili libro-film, se parliamo di uno che accetta (uno spettatore qualunque, non necessariamente un purista) che sono due arti diverse si passa al 50-60%, se bisogna scendere al 20% (Frodo che prende l’aereo, tanto per dire) tutti giustamente storcono il naso e hanno ragione di lamentarsi. Ho estremizzato nel paragone e ho esagerato, ma era per far capire. Visto che sei colto e sai usare il cervello, ti vedrei bene sul 75%. Per me, considerando che cinema e letteratura sono diversi (peggio, hanno CANONI diversi) e considerando che conosco ISDA e un’pò meno Hobbit (i libri), PJ non è sceso sotto il 75%. Posso sbagliarmi.
    Per me sono variazioni che non pregiudicano il risultato quelle che ha fatto PJ (con “piccole” volevo dire questo, ma non sono piccole sono d’accordo), io mi incazzerei se mi presentasse Gandalf in t-shirt e pantaloncini da mare, allora si! Anche in altri casi meno gravi mi incazzerei, certo, ma cercherei sempre di distinguere sul “dove vale la pena”.
    Su Christopher Tolkien posso essere d’accordo che la ragione sia un 50% e 50%, ma ero SOLO curioso di sapere cosa sceglieva un vero appassionatissimo dei libri se era COSTRETTO a scegliere. D’altra parte, anche se siamo in mezzo, tante volte nella vita siamo costretti a scegliere. Era pura curiosità, mica ho detto che era doveroso o necessario scegliere.
    @ Eva: E’ la prima volta INFATTI che ti vedo cedere, come dici anche tu è un “brutto segno” il “che balle”, ma allora significa che la situazione è davvero insostenibile! :-). Anch’io mi sono sfogato a inizio post e ho cercato di farlo essendo meno possibile invasivo, ma neanche voi siete stati invasivi!

    Io, in queste situazioni quando si aspetta di sapere qualcosa che non arriva, penso intensamente alle altre cose che mi piacciono tanto e riesco a non pensare a questa brutta penuria di notizie :-).

  43. Ma no! I primi sei SPOILER che avevo scritto nel post precedente si allargavano sempre di più come dimensione, perché me li ha fatti tutti uguali dopo il primo? Perde di significato così :-).
    @ silkechan: Ti consiglio di scrivere tutto in maiuscolo, tutti dovrebbero leggere il tuo post e magari se lo avessero saltato per fretta questo era il modo per farli fermare :-). (Mi riferisco in particolare a quello del 26/05 alle 3:27).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.