Ecco la nostra videointervista a Peter Jackson sullo Hobbit… e non solo!

Schermata 2013-12-17 alle 10.33.36

In questi giorni vi abbiamo mostrato diversi video che abbiamo realizzato sul red carpet dello Hobbit: la Desolazione di Smaug a Berlino; da oggi iniziamo a proporvi le nostre interviste faccia a faccia con i protagonisti e i realizzatori del kolossal.

Iniziamo con il botto: nel video sottostante potete vedere la nostra lunga intervista a Peter Jackson, regista di cult come Bad Taste, Meet the Feebles, Splatters – Gli Schizzacervelli… ma anche di kolossal come Il Signore degli Anelli, King Kong, Amabili Resti e Lo Hobbit.

Prima di intervistarlo gli abbiamo consegnato una copia del DVD italiano di Bad Taste (che ha accettato con gioia) e ne abbiamo approfittato per chiedergli informazioni in merito alle release Blu-Ray dei suoi primi film. Abbiamo poi parlato dello Hobbit e di come questa nuova trilogia andrà a influenzare il modo in cui vedremo la trilogia del Signore degli Anelli d’ora in avanti, inoltre abbiamo parlato di quanto è cambiato Smaug nel corso degli anni e del finale a cliffhanger di questo secondo episodio (e Jackson ha citato nientemeno che L’Impero Colpisce Ancora e Breaking Bad).

Una intervista imperdibile che speriamo vi piaccia!


20 pensieri riguardo “Ecco la nostra videointervista a Peter Jackson sullo Hobbit… e non solo!”

  1. Non c’è storia! Una persona gentile e semplice ma un gran Professionista…e poi…mi cita STAR WARS…come non amarlo?

  2. Concordo con Eva.
    Interessante quando dice che i film de lo Hobbit porteranno alla Compagnia ed in futuro si penserà ad un unico ciclo, ma che NON stanno rifacendo il Signore degli anelli.

  3. OFF-TOPIC
    ragazzi è la prima volta che commento il film. confido molto nell’edizione estesa, perche in DOS tutto sembra frenetico!!insomma PJ nel prima ci aveva abituato a tempi molto lunghi quasi didasclici…spero dia piu spazio a Beorn, a bosco atro, ma soprattutto all’intera storyline di Thrain. Sinceramante l’epopea di gandalf a DG stona molto con il tono epico che di voleva dare alla trama, sembra di giovare ad un videogames e non so vuoi ma questi orchi sui tetti di Esgaroth passati inosservati a me hanno urtato parecchio, come anche queste scene forzate di combattimenti che non hanno alcuna ragione di esistere. In questo film pj mette a nudo tutte le sue difficoltà di inserire materiale,optando per soluzioni stilistiche, anche di sceneggiatura che in alcuni momenti rasentano la banalita piu atterrante!! Con questo non dico che il film non mi sia piaciuto!!! magnifico il drago anche se avrei curato di più i dialoghi. Stupenda Esgaroth e tutta la storia legata ai vari personaggi della città!! peccato per la scena delle fucine che trovo ORRENDA!! avrei preferito vedere Smaug abbattersi contro i nani sul lato della montagna…insomma se in alcuni punti fosse rimasto più fedele al libro non avrebbe fatto alcun danno..ANZI!!vorrei stilare insieme a voi una lista di scene che non dovrebbero mancare nell’edizione estesa!!
    per me non deve assolutamente mancare:

    -ampliamento della parte relativa al mutapelle
    -scene relative a bosco atro (quella del cervo, e quella di Bombur che cade nel fiume)
    -l’intera story line di Thrain e Gandalf a Dol Guldur

    ditemi la vostra

  4. @Eva: come fai ad aspettare ancora!!!! Ieri sera l’ho visto per la terza volta….e mi piace sempre di più!

  5. @rada86: rivedendolo ieri ho notato una cosa che mi era sfuggita la prima volta: ad un certo punto Thorin incontra Bilbo (dopo che questi è scappato da Smaug) dentro la montagna correndo trafelato come se scappasse da qualcuno. Questa scena stride con quella in cui con freddezza discuteva con Balin dell’opportunità di entrare o no ad aiutare Bilbo. Credo che vi sarà una scena (nell’EE) in cui il drago uscirà e cercherà di uccidere i nani sul fianco della montagna, e magari lì Balin (e non Bilbo come nel libro…) convincerà i nani a chiudersi dentro la montagna. Non vi siete chiesti infatti perchè se devono sfuggire non tentino di uscire nuovamente dalla porta segreta?
    Che ne pensate?

  6. @Michele:
    indovina come ho fatto a resistere a non andare a vederlo subito?
    Non avevo riscosso….;-(

  7. Che persona gentile e cordiale! Molto spesso in alcuni altre interviste risponde spazientito ad alcune domande ma il motivo sono le domande stesse che lui non reputa interessanti.. Quindi da fare i complimenti al giornalista per le domande molto interessanti! Complimenti a tutti e due!

  8. Credo che PJ sia un regista straordinario, ma in “LA DESOLAZIONE DI SMAUG” qualcosa non mi è piaciuto.
    Per esempio, non mi è piaciuto proprio per niente il “taglio” fatto alla vicenda riguardante Beorn, che nel libro ha molto più spazio! Inoltre avrei dato una maggiore importanza ad alcuni dialoghi presenti nel libro ma assenti del tutto nel film, a discapito degli eccessivi effetti speciali utilizzati. Si può quindi dire che tra tutti gli adattamenti cinematografici di PJ sulle opere del professor Tolkien, questo episodio è quello in cui la regia e gli sceneggiatori si sono presi le maggiori libertà narrative, distaccandosi dalla trama originaria in maniera decisa ed imponente.Tutto sommato però, i nuovi personaggi introdotti in questa pellicola mi sono piaciuti, compresa Tauriel, pura invenzione di PJ, una sorta di “via di mezzo” tra Galadriel, Legolas stesso e Arwen!

  9. un anno passera in fretta,si per te peter con il lavoro che dovrai fare noi soffriremo da morire :D

  10. Bellissima intervista! Domande intelligenti e curiose e una grande umiltà e passione da parte di Peter!

  11. Complimenti per la bella intervista. Mitico Peter… grande fan di Star Wars :-)))))

  12. @ rada86
    Sono d’accordo con quanto dici, il film risulta frammentato, PJ ha privilegiato gli scontri a scapito dei dialoghi. orchi, orchi, orchi che saltellano sui tetti, agili come elfi, mi è sembrato veramente troppo. Alcune sequenze veramente banali ed aberranti (Bombur, la fucina, la statua d’oro ecc.) Magnifico il drago, ma incredibili i dialoghi. Ricordate la ferocia, la violenza con la quale si impossessò di Erebor? Ebbene negli anni trascorsi in solitudine forse è un po’ “Rincitrulllito” ed aveva voglia di fare quattro chiacchiere.
    Accettabile, anche se non in tutti i passaggi, la figura di Tauriel, mentre molto breve la parte di Beorn e di Radagast (ma qui penso ci rifaremo con la EE). Il film comunque mi è piaciuto, sontuoso in alcune scene, ringrazio PJ per avermi fatto trascorrere 2 ore e 40 nella terra di mezzo, ma per il momento non ho voglia di andarlo a andarlo a rivedere.

    OFF TOPIC

    Ho visto il film in 2D a Torino Lingotto , circuito UCI CINEMAS, ed ho dovuto sorbirmi 30 minuti di pubblicità, trailer, ecc prima dell’inizio, poi interruzione di circa

    10 minuti a metà proiezione per venderci i pop – corn. E’ normale? succede così dappertutto?

  13. @Il Gaffiere: all’UCI di Ferrara fanno uguale. Credo sia una costante del circuito. Non è un granché, purtroppo.

  14. Bellissima e interessantissima intervista!! In essa ho notato come PJ mostrava molto interesse sulle domande ricevute dallo staff in merito hai suoi due film dello Hobbit e alle rimasterizzazioni dei suoi primi film ma inoltre ho notato la voglia gentile e professionale di spiegare nei minimi dettagli tutto il lavoro che gli aspetta. Complimenti a tutto lo staff. :)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.