La trilogia dello Hobbit è costata finora 561 milioni di dollari

THE HOBBIT: THE DESOLATION OF SMAUG

E’ Variety a pubblicare la cifra ufficiale: la trilogia dello Hobbit è costata, dal primo giorno di sviluppo fino al 31 marzo 2013, 676 milioni di dollari neozelandesi, ovvero 561 milioni di dollari nordamericani. Il dato è stato ottenuto scandagliando alcuni documenti finanziari registrati venerdì in Nuova Zelanda.

La cifra include i numerosi anni di pre-produzione (Guillermo del Toro ha sviluppato il progetto prima di passare le redini a Peter Jackson), i 266 giorni di riprese principali dei due film, la decisione di dividerli in tre, la post-produzione del primo film e parte della post-produzione del secondo. Non include, invece, parte della post-produzione del secondo film, la post-produzione del terzo film, i due mesi di riprese aggiuntive che si sono tenute quest’anno: il budget complessivo è quindi destinato a salire, e non ci sarà da stupirsi se a fine corsa la Warner Bros. avrà speso intorno ai 700 milioni di dollari (più di 200 milioni a film). Infine, il budget non include alcun costo di marketing e distribuzione.

I documenti forniscono inoltre con una certa trasparenza alcune informazioni sulla ripartizione di tali costi: una cosa decisamente rara, e che non era avvenuta nemmeno con la trilogia del Signore degli Anelli (per la quale sappiamo ufficialmente che vennero spesi circa 300 milioni di dollari dell’epoca per la produzione, ma la cifra non includeva le due sessioni di riprese aggiuntive ed eventuali spese aggiuntive per la post-produzione).

Una volta accettato di produrre i due film (che poi sono diventati tre), anche grazie agli allettanti sgravi fiscali promessi dal governo neozelandese (praticamente tutto il budget è infatti entrato nelle casse di aziende locali, e quindi in tasse) e a circa 98 milioni di dollari neozelandesi in incentivi, la Warner ha creato in loco una casa di produzione chiamata 3 Foot 7 Ltd. Una discreta fetta del budget è stato investito nelle innovazioni tecnologiche sviluppate dalla Weta Digital per girare la trilogia in digitale 3D a risoluzione 5K con 48 fotogrammi al secondo, che comporta l’aumento esponenziale dei dati da processare nella post-produzione.

Detto questo, il primo film da solo ha raccolto più di un miliardo di dollari solo in biglietti cinematografici, il che da solo qualifica come già vinta la scommessa della Warner…


31 pensieri riguardo “La trilogia dello Hobbit è costata finora 561 milioni di dollari”

  1. è normale che vengano spesi tanti soldi.I tempi sono cambiati rispetto a 12 o 13 anni fa. Le cose costano di più soprattutto in ambito cinematografico. E poi film con così tanti effetti visivi ,e quindi anche apparecchiature tecnologiche, le spese ammontano!

  2. si va bèh ma.. questo articolo;
    giustamente ripreso e propostoci da Andrea, che verte su una pseudoconta stilata da Variaty … solo a me sembra non avere un barlume di logica?? la cifra non include le due sessioni di riprese aggiuntive ed eventuali spese aggiuntive per la post-produzione..Allora che senso ha, fare i conti in tasca per un prodotto non ancora ultimato?
    mica siamo tutti analisti economici.. Anche I.S.D.A. ..che tra:
    riprese principali, pick ups, post produzioni, pubblicità e distribuzione ..è costato di gran lunga di più dei paventati e “ufficiali” 300(la gifra reale NON s’è mai saputa) mill di dollari di 10 anni fà.. MA NON PER QUESTO E’ RISULTATO MENO CONVENIENTE.
    In definitiva quando una produzione a cuore(così come l’aveva ISDA e mi sembra l’abbia anche LH) il ritorno anche economico è semplificato.. QUANDO UNA PRODUZIONE E’ FATTA BENE ..Non alla Star Wars o alla Marvel ..per intenderci ..

  3. Non capisco davvero cosa c’entrino i confronti con Star Wars e la Marvel…sono mondi realmente diversi e non paragonabili attraverso un’analisi così semplicistica! Ti assicuro che Lucas ha sempre messo tutto l’amore e la passione possibile nella creazione dei film di Star Wars! Che tu poi possa preferire la storia, gli attori, piuttosto che la regia del SdA ci può stare eccome, ma un’altra cosa!
    Infine, hai ragione nel dire che le cifre finali sono molto più alte, ma dopotutto è l’articolo stesso a specificare che si indicano solo i costi di produzione delle pellicole, e non tutto il resto…quindi non capisco il senso di “questo articolo…solo a me sembra non avere un barlume di logica?”.

    Off-topic…ragazzi ho paura che Gravity possa togliere molti premi al nostro Hobbit! È davvero eccezionale e potente a livello visivo…tutte le recensioni lo paragonano a 2001 Odissea nello Spazio e temo possa avere grande presa sulla giuria degli oscar! So di non essere molto “fair”…ma sarei davvero contento se la DoS vincesse qualcosa!

  4. @Tom_Bombadil sono d’accordo con te riguardo l’articolo! Riguardo gli oscar…prima vediamolo questa DoS :))

  5. @Ovus hai ragione…però ho anticipato che in questo caso non mi sento “fair”! Anzi sono totalmente di parte! ;)

  6. i confronti con Star Wars (CON CUI VEDO ALCUNE SIMILITUDINI COL MONDO CINEMATOGRAFICO DI ARDA)e la Marvel l’ho fatti solo per dire che, SECONDO ME “quello” è puro cinema fastfood.
    Costoso, stupidotto e totalmente dimenticabile dopo appena 5min averlo visto…
    E quando qualunque cosa è FAST.. immediata nel suo consumo,
    GUARDARE ANCHE AI COSTI DI PRODUZIONE PUO’ AVER PIU’ SENSO..
    Mentre per tutte(o quasi) le cose con velleità artistiche, capaci inoltre di resistere alla prova più dura..quella del tempo.
    E ripeto .. che senso ha, fare i conti dal punto di vista economico a metà esatta della realizzazione di una qualunque merce(sia essa commerciale e/o artistica)?? XD…
    Sono mondi realmente diversi dici? Si è vero che sono mondi realmente diversi..
    MA DIRE CHE..”e non paragonabili attraverso un’analisi così semplicistica!” ..MI SEMBRA ALQUANTO ECCESSIVO… L’ANALISI SEMPLICISTICA, CASOMAI, POTREBBE ESSERE QUELLA, che hai scritto tu ..asserendo che Lucas c’ha messo tutto l’amore possibile in Starwars… Forse Lucas in S.W. ci avrà anche effettivamente messo tutta la sua passione e amore.. forse si, forse no.. di certo c’è però che:
    i prequels di S.W. “tutti”.. ANCHE LA VENDETTA, SIANO INVOLONTARIAMENTE COMICI E IN PIU’ MOMENTI DI UNA
    BRUTTEZZA, STUPIDITA’ E ARTIFICIOSITA’ A G G H I A C C I A N T E !…
    E QUELLO CHE ESCE PREPOTENTE DALL’ULTIMA TRILOGIA E’ CHE IL DEUS EX MACHINA DELLA GALASSIA LONTANA LONTANA, FOSSE PIU’ INNAMORATO DEL DANARO, RISPETTO AL RACCONTARE IN MANIERA DIGNITOSA, LE VICENDE DALLA FAMIGLIA SKYWALKER.
    A LUI SI, CHE DOVREBBERO FARE I CONTI IN TASCA “NON” A Jackson ..CHE CON L’INDOTTO DA LUI CREATO(ma forse è proprio questo il punto??? aver fatto concorrenza da 10 anni ormai ad HOLLYWOODLAND???) ..A DATO LAVORO A MEZZA N.Z.,
    E NON PER FARE IL LAVAGGIO DEL CERVELLO CON LA TELEVISIONE COME QUALCUN ALTRO IN EUROPA(ogni riferimento puramente voluto)…

    Per quanto concerne Gravity..
    se siete in questo sito, deduco che vi piaccia il BEL cinema(sia esso fantasy o più ancorato alla nostra dimensione), quello di spessore, quello che emoziona, che intrattiene con intelligenza, che stimola e che NON si dimentica velocemente.. per intenderci il cinema come Gravity per l’appunto.. E a chiunque piaccia questa tipologia di cinematografo, non può assolutamente esimersi dal vedere RIGOROSAMENTE AL CINEMA IN 3D, l’ultimo lavoro di Alfonso Cuaron. Io lo vidi subito giovedì pomeriggio, ed era da 2anni che lo aspettavo e ne seguivo con costante e crescente interesse l’evolversi.
    Ora posso dire che sia effettivamente uno dei prodotti, più:
    potenti, spettacolari, visionari e innovativi dai tempi di Avatar(se escludiamo naturalmente LO HOBBIT).

    ..e per la questione Oscar..
    ma smettetela!!!crescete un pò cazzo!!! ..basta di pensare a quella cerimonia di plastica, corrotta e noiosa … dove quasi mai vince chi merita. Chaplin mai un oscar .. se non alla carriera; kubrick mai un oscar .. se non per gli effetti speciali visivi di 2001; hitchcock mai un oscar ..etc, etc …
    Come se vincere un award, rendesse un film migliore di quanto non sia effettivamente!!!… e se qualcuno pensa il contrario ..è perché ancora NON ha ben sviluppato i proprio gusti personali ..e necessità sempre di un attestato sociale che lo rassicuri.

  7. @Marco Vannini, come già ti dissi quella volta in cui uscì il teaser de La Desolazione di Smaug, ti pregherei di fare a meno delle parolacce che ti piacciono tanto usare -ritengo che siamo in un sito in cui non sia presente tal bisogno- e di evitare il maiuscolo: tanto non ti sentiamo, è inutile che cerchi di rendere l’idea “dell’urlo” così. Inoltre, te ne prego, cerca di migliorare la punteggiatura: ho il mal di testa quando leggo i tuoi commenti. Grazie.

    PS: eventualmente cerca di rispondere in modo educato, anche se personalmente non ci conto troppo, visti i precedenti.

  8. @Vannini, non posso che discordare da questo anticonformismo cinematologico. L’Academy Award è ancora il riconoscimento più meritevole in ambito cinematografico: se può accadere che si sbaglino delle candidature, il vincitore finale è spesso quello corretto o uno appena discutibile e solo a fronte di eguale merito.

    Il 75-80% delle categorie dell’anno scorso sono andate a chi di dovere. L’unica reale esclusione gratuita è, appunto, Lo Hobbit, rapinato almeno negli Effetti Visivi e nel Trucco&Parrucco.

    @Tom : sono d’accordo su Gravity. E’ il vero concorrente di Jackson agli Effetti Visivi e temo che il solo fatto che un concorrente ci sia, scavi un canale preferenziale per non riconoscere a LDdS il valore nuovo è inimitabile dell’HFR 3D nativo.
    Lo Hobbit ha dalla sua i motion capturing di Beorn e Smaug, come assi, ma è chiaro che se l’Academy non premia la resa paesaggistica, i piani su attore, insomma tutta la valorizzazione che l’HFR concede, il tutto viene recepito come un mero artificio fine a sé stesso. Io sono particolarmente rimasto colpito dall’HFR 3D per “Enigmi nell’Oscurità”, per la profondità orizzontale nella caverna, per la prominenza dei visi nel dialogo, per il “piano abissale” dell’Anello e il solco sulla guancia di Serkins che la lacrima scava. Di questo, mi stupisco che nessuno veda.

    Il punto debole di questo 3D? Coniugare la parte di scena filmata, con quella costruita in CGI. Sono due 3D diversi e serve un lavoro enorme per farli funzionare insieme: la Weta è meravigliosa in questo, è pur vero che in UVI si sono visti momenti in cui questa conciliazione veniva meno. Nulla che giustifichi l’ignoranza riservata a Jackson.

    Fino ad adesso, il film dell’anno è “To the Wonder” di Malick. Si aspettano alcune uscite invernali (Lo Hobbit incluso) per capire come prendere le misure: ma soprattutto, dice @Marco, perché il Cinema continui a sviscerare le meraviglie dell’Uomo e del mondo.

  9. Ed anche a me è partita una “è” accentata in “nuovo e inimitabile”. Chiedo venia e mi aggiungo ad @Ovus nel chiedere che si mantenga un minimo di forma e di peso significante nei messaggi. Altrimenti c’è la pagina FB, dove ognuno si sente legittimato a usare i commenti come canale di scolo mentale (per tale motivo l’ho lasciata).

  10. @MarcoVannini non credevo di toccare un argomento così viscerale per te!

    Non saprei davvero da dove partire per controbattere le tue considerazioni!
    Cinema fast-food, Hollywood demoniaca, il maledetto capitalismo tanta rabbia e luoghi comuni di chi odia il sistema (cosa che avevo già notato in passato) che comunque non hanno nessuna giustificazione…l’intento dell’articolo, non è fare i conti in tasca a PJ, ma solo riportare un’interessante notizia sul badget della Warner e sul volume di affari di cui ha beneficiato la Nuova Zelanda! Perchè pari così in quinta??
    Ritengo che le tue argomentazioni siano confusionarie, quasi tutte prive di fondamento, piene di retorica e giusto una “puntina” di acidità!

    Per carità, tutti hanno la propria idea e ti ringrazio davvero per la tua “esortazione a crescere”!

    Credevo fosse chiaramente schersoso il discorso su Gravity, ma evidentemente le faccine non bastano! Non vorrei mai che PJ vincesse premi immeritati, xò per quanto ho atteso l’uscita di questa trilogia, spero verrà riconosciuto da tutti il merito di regista & co! Se ciò non accadrà di certo non verranno minati i “miei gusti personali”!

  11. @ovus e @gabriele quoto in pieno su tutta la linea…
    @gabriele per ora mi è sfuggito To the Wonder di Malick, ma vista la tua alta opinione provvederò a recuperare questa mancanza il prima possibile!

  12. E’ la stessa cosa che ho pensato anche io. Dappertutto leggo di questo Gravity, come di un film sensazionale soprattutto dal punto di vista grafico, un 3D immersivo mai visto dai tempi di Avatar. Credo che le categorie per le quali LH possa aver qualche possibilità (@Gabriele correggimi se non sei d’accordo) siano appunto Effetti visivi, Trucco, Costumi, Colonna Sonora e Scenografie. Aggiungerei anche Attore Protagonista per Armitage perchè secondo me è pazzesco, ma sia in LH sia in ISDA gli attori non sono mai stati presi in considerazione più di tanto per cui tenderei ad ad escluderlo. Una settimana due prima che uscisse il Full Trailer Jackson aveva mostrato ad una giuria di tecnici il Teaser a 48 FPS e ne sono tutti usciti più che soddisfatti dalla resa, non presentava i problemi sorti l’anno scorso. Se l’HFR saprà rendere al massimo delle sue potenzialità, a differenza dell’anno scorso a detta di tanti, penso che gli Effetti Visivi possano essere portati a casa.

  13. Ah son d’accordo anche io sul tono dei messaggi, i vostri sfoghi lasciateli alla pagina Facebook.

  14. Io penso a questo: uh ma quanta gente, ( a dire il vero un’intera Nazione!! ) grazie ai film di Peter Jackson, ha lavorato e sta lavorando con gusto e soddisfazione!!!
    Tutto il resto è noiaaaaaaaaaaa!!!

  15. Ai tempi, pur non essendo un fan sfegatato di star Wars, notai per bene le incongruenze di sceneggiatura, i tempi morti, i buchi narrativi e le scene “sovrarecitate”. Ma ero anche adulto e non più il ragazzo di bocca buona della prima trilogia. Va anche detto che la sceneggiatura dei primi tre film storici (a parte qualche scelta molto discutibile del ritorno dello jedi) e’ 4 spanne sopra quella della nuova trilogia. E a mio parere un bel film e’ in primis una buona sceneggiatura, sorretta da una buona recitazione/regia, è insaporita da una buona resa visiva. Non l’inverso, come sembra essere stato per la seconda trilogia. Detto questo, che questa nuova trilogia vinca o meno dei premi e’ per me del tutto marginale. Isda ha vinto una valanga di oscars e ha uguagliato col ritorno del re il record di statuette di pietre miliari come Ben Hur, diventando una pietra miliare a sua volta per questo premio. Tanto mi basta. Il resto ed il meglio mi aspetta al cinema

  16. Anch’io, come Eva, davanti a questi numeri enormi ho pensato prima di tutto alla quantità di gente e di lavoro che c’è dietro, e ai soldi che sono entrati nel circolo produttivo. E poi ho pensato che tutto è nato dal fatto che un signore, 76 anni fa, mise su carta una storia che gli era venuta in mente e mi sono ricordata della farfalla che batte le ali ad Oxford e a distanza di tre quarti di secolo scatena un uragano in tutto il mondo. Molto affascinante.

  17. Senza aver visto il film, quindi tralasciando in toto la parte attoriale e direttiva, direi a priori che le nomination a cui devono puntare, sono:

    Direzione e Costruzione (2)
    – Miglior Sceneggiatura non Originale (Adapted Screenplay)
    – Miglior Montaggio (Film Editing)

    Grafici e Struttura (5)
    – Migliori Effetti Visivi (Visual Effects)
    – Miglior Fotografia (Cinematography)
    – Miglior Scenografia (Art Direction/Production Design)
    – Migliori Costumi (Costume Design)
    – Migliori Trucco&Parrucco (MakeUp&Hairstyling)

    Suono e Musica (3)
    – Miglior Colonna Sonora (Original Score)
    – Miglior Sonoro (Sound Mixing)
    – Miglior Montaggio Sonoro (Sound Editing)

    E sarà già tanto avere la metà di queste 10 candidature: quanto alle vittorie, sono da vedere gli avversari. Con attori e regista, si possono aggiungere anche altre 4 categorie (Film, Regia, Protagonista M, Non Protagonista M), ma la vedo dura distinguere tra 3 protagonisti (Freeman, Armitage, McKellen) e non protagonisti, oltre a concedere la nomination. A mio avviso, alcune le ha già perse con merito altrui.

  18. @ildiariodimurasaki:
    Brava, sono d’accordissimo, preferisco il concetto di “tra la poesia e la prosa”…non so se mi spiego…
    Per le nomination sarà già tanto se prendono qualcosa per “Grafici e Struttura”. Anzi sarebbe bello.
    “Complimenti”, purtroppo, a Cuaron ed a Gravity che faranno incetta…temo…
    Ciao

  19. Mentre vedevo Gravity nei primi 10 minuti mi son detto: capolavoro!
    Ha una regia eccezionale e un impatto visivo splendido: sembra proprio di essere lì con loro nello spazio.
    Ebbene son certo che questo film vincerà degli oscar “tecnici”, ma una volta uscito di sala la mia opinione è cambiata: il punto debole di Gravity è certamente la sceneggiatura.
    Rimane comunque uno dei migliori film ambientati nello spazio (sicuramente dopo 2001: odissea nello spazio) e migliori dell’anno.

  20. @Gabriele più che la metà di quei dieci, secondo me è già tanto se ce ne portiamo a casa 2-3, non per demerito del film, che comunque dobbiamo ancora vedere, ma per la concorrenza spietata soprattutto in Grafici e Struttura. Certo, dalla nostra abbiamo il Drago, e se funziona come a dovere anche l’HFR potrebbe giocare un ruolo determinante. Non sono preoccupato più di tanto di film come Pacific Rim o Man of Steel, bensì da questo Gravity che sembra un 3D davvero meritevole.

  21. Che simpatia ;)

    Un ladro d’identità alquanto impacciato, avendo specificato io più volte che non ho timore di mostrarmi con un mio profilo rintracciabile. Inoltre credo di sapere già quando uscirà il trailer, perciò casca male il tipetto…

  22. Ha ha!
    Una goliardata da parte del solito che in ogni forum pone la stessa domanda…
    Quando uscirà vedrai che te lo faranno sapere!
    Stai sereno

  23. Secondo me esce verso novembre, poco prima del doppiaggio dell’Extended. In UVI EE Thranduil parlerà con Thror, per cui massimo novembre dovrebbero aver scelto i doppiatori.

  24. Uuuuhh Gravity…. Abbiamo degli ottimi film da confrontare!!!!! :) aspettiamo prima di valutare:) abbiamo ancora 65 giorni di riflessione e di TENSIONE! Forza ragazzi ancora 2 mesiiii!!!!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.