Evangeline Lilly svela dettagli su Tauriel nella Desolazione di Smaug

the-hobbit-desolation-of-smaug-evangeline-lilly

Evangeline Lilly, attraverso l’hashtag #taurieltrivia, la settimana scorsa ha risposto su Twitter ad alcune domande dei fan riguardo allo Hobbit: la Desolazione di Smaug e in particolare il suo personaggio, l’elfa Tauriel, non presente nel romanzo originale.

Andando con ordine, ecco cosa è emerso dalle sue dichiarazioni:

  • La cosa che distingue maggiormente Tauriel da buona parte dei personaggi maschili nel film è il suo altruismo.
  • Un animale che potrebbe descrivere bene Tauriel è la Lince del Deserto.
  • Sì, Tauriel parlerà ai nani nel film. Ma non posso ancora dirvi se incontrerà o meno il magnetico Thorin Scudodiquercia! C’è la pena di morte!
  • Sapevo fin dall’inizio che il personaggio di Tauriel avrebbe creato non poche polemiche, ma mi fidavo di Peter fin dal primo minuto. Non mi ha delusa né come attrice nè come fan.
  • La qualità di Tauriel che preferisco è il suo altruismo e la sua sete di giustizia. Questo la rende una vera eroina.
  • Tauriel è un’elfa giovane – ha solo circa 300 anni. Chiunque dica che ho detto qualcosa di diverso ha capito male.
  • Sì, Tauriel farà parte del viaggio fino alla Battaglia dei Cinque Eserciti.
  • Tauriel è un po’ malata di lavoro, ma scopriremo quello che fa nel suo tempo libero proprio nella Desolazione di Smaug.

Cosa ne pensate? Colpisce particolarmente l’uso della frase “FINO alla Battaglia dei Cinque Eserciti”, e c’è chi ipotizza che il personaggio morirà durante la colossale battaglia…

via: TORN


138 pensieri riguardo “Evangeline Lilly svela dettagli su Tauriel nella Desolazione di Smaug”

  1. @gollum
    Ahh, questa è una bella domanda, anche io sono curiosa, lo ero anche quando leggevo il libro. “Egli dovette affrontare molte avversità e avventure prima di arrivare a destinazione.”
    E sinceramente sarebbe stato bello vedere che tra gli uomini che andarono a far visita alla dimora di Beorn nel periodo in cui Bilbo e Gandalf stettero lì un certo ramingo destinato a grandi cose…
    Comunque non so, forse ci saranno nuovi collegamenti con la precedente trilogia o forse il film sarà già abbastanza lungo e intenso senza aggiungere queste ultime peripezie dello hobbit. Una cosa è certa, piangerò e tanto!

  2. @Mirkwoodlady mi piacerebbe vedere anche qualche sequenza su Gollum,che esce e va a Dale ( in riferimento al libro della compagnia in cui Gandalf parla del terrore che Smeagol incuteva e di cosa aveva fatto da quando Bilbo lo aveva lasciato

  3. @gollum
    Eh beh, hai regione! Magari appunto Gandalf spiegherà a Bilbo cosa ha fatto durante la sua assenza oppure/e gollum, quel personaggio che ci tiene così vicini alla trilogia de ISDA! Non so, potremmo sicuramente creare un dibattito e formulare parecchie ipotesi!

  4. @Gollum:
    mamma mia, la tua domanda mi ha spinta ad andarmi a rileggere Lo Hobbit, però partendo dal capitolo”scoppia il temporale”, cioè quando arrivano gli Orchi, i Lupi, i Mannari ed i Pipistrelli ed inizia la Battaglia dei 5 Eserciti! E’ da brividi! Mi stupisco nuovamente per quanto è avvincente lo svolgimento, duro, movimentatissimo, Epico! Ti batte forte il cuore mentre leggi di Thorin che grida “A me! A me! Elfi e Uomini! A me ! O miei consanguinei!” Dopo questo grido TUTTI si uniscono a lui contro gli Orchi….poi quando invece sembra che la vittoria sia degli Orchi, Bilbo grida ” Le Aquile! Le Aquile!”, poi arriva pure Beorn, è bellissimo, ti manca il fiato fino alla fine,poi ti sgorgano le lacrime…e chi ha letto il libro sa il perché…è IMPOSSIBILE non emozionarsi…l’addio tra il Re sotto la Montagna ed il “Figlio dell’Occidente cortese” è struggente….
    Non riesco a pensare ad un finale a questo punto però. E’ un po’ come per il finale de Il Ritorno Del Re, che si dilata in “molti finali”. E’ vero che Bilbo avrà altre piccole avventure, supportato da Beorn e Gandalf, ma visiterà nuovamente anche casa di Beorn e Gran Burrone, recupererà il tesoro dei 3 Vagabondi sotterrato dai nani, poi dovrà fare i conti con i Sackville-Baggins che hanno messo all’asta casa Baggins, credendolo morto e, infine, si renderà conto d’aver perso la “reputazione”, oltre ai cucchiaini d’argento!!!
    Sai che penso? Che ce n’è di materiale che permetterà “collegamenti” con ISDA, per un finale col botto (e pure tante lacrime di commozione e nostalgia), ma non riesco ad immaginarlo, posso solo avere “buone vibrazioni”!! Comunque vada sarà un successo!

  5. @Mirkwoodlady @Gollum:
    ecco appunto, avete scritto quel che pensavo ;-)

  6. @Eva
    Anche io qualche giorno fa ho riletto gli ultimi capitoli e dopo aver letto il tuo commento mi sono commossa, mi viene già da piangere çç
    Questo sito è una piacevole fuga dalla realtà, leggo i vostri commenti col batticuore e anche se non scrivo spesso non me ne perdo neanche uno!!

  7. @s. :
    ehi ciao!!! Ma dai….mo’ si piange in due però….e dire che m’ero messa a guardare, su youtube, Robin Williams da David Letterman per farmi 2 risate….:-)
    Pure io l’ho detto che è una piacevole “fuga”, in questo momentaccio, spero che mi porti fortuna ‘sto Hobbit!!! Ciao e grazie s.

  8. @Eva
    Ma si che ti porterà fortuna :) e poi ci sta “salvando” dalla realtà!
    off-topic: adoro Robin Williams XD

  9. Sapete ho la sensazione che PJ lasci stare la diatriba della contea come fatto per ISDA con Frodo, Sam, Pipino e Merry: non perchè sia noiosa o quant’altro, ma perchè distoglierebbe il finale, basato soprattutto sul ritorno all’adorata Casa Baggins. Ripasseranno per Gran Burrone ma continuo a pensare che l’unico collegamento che potremo avere con Aragorn sarà vederlo da piccolo. Capisco Legolas che è perfettamente coerente alla storia, ma inserire Viggo sarebbe sbagliato, 60 anni prima della festa di Bilbo, Aragorn aveva 6-7 anni mi sembra, per quello avvaloro più l’ipotesi di un Aragorn infante (magari nell’edizione estesa). Inoltre senza ombra di dubbio ci sarà il funerale di Thorin, Fili e Kili (Lee ha già fatto dei Concept), credo che per il viaggio di ritorno non ci sarà molto spazio, se non (appunto) nell’edizione estesa. E ovviamente mi aspetto che Thorin se ne vada con le stesse parole del libro, così come mi aspetto che le parole finali del film siano quelle che pronuncia Bilbo alla fine del libro, come fu per Sam in ISDA.

  10. No aspetta…… Bilbo al suo compleanno doveva compiere 111anni.. Aragorn ne ”le due torri” ha detto a Eowyn che aveva 87 anni se non sbaglio, quindi calcolando 60 anni, bilbo ne aveva 50, aragorn 27 anni! Ma non c’entrerebbe lo stesso…

  11. @andrea90
    Ci ho pensato anche io ad un finale simile a quello de ISDA, quindi che si passi direttamente alla Contea. Quello di Aragorn era un desiderio personale che so essere irrealizzabile (anche perché non si è parlato di Viggo nel cast, purtroppo..). Sarà sicuramente un finale bellissimo, struggente e al contempo felice, come lo è stato per IRDR.

    @Price
    Si, l’ho già ascoltata ottomila volte!! A differenza di come capita la maggior parte delle volte, questa è stata fatta apposta per il trailer da audiomachine. È molto bella, mette davvero energia, e, scusate se mi ripeto, mi fa venire voglia di ascoltare la colonna sonora del prossimo film il più presto possibile!

  12. @Eowyn Frodo è partito dalla Contea 17-18 anni dopo la festa di compleanno di Bilbo (nel libro), per cui devi sottrarre quel numero ai 27 di Aragorn.

  13. @Eowyn
    Le vicende de Lo Hobbit accadono nell’anno 2941, Aragorn è nato nel 2931 quindi ha dieci anni :) se pensiamo poi che la Compagnia dell’Anello parte da Gran Burrone nel Dicembre del 3018 dalle vicende de Lo hobbit son passati 77 anni.Ricordiamoci che tra la festa di Bilbo e la partenza della Compagnia passano 17 anni. Nel film è tutto così veloce XD

  14. Ma Sauron, dopo la perdita dell’anello, potrebbe aver avuto altre sembianze oltre a quella dell’occhio? Il Negromante in versione spirito è coerente agli scritti?

  15. @Andrea90
    Mah, io da quello che ricordo di aver letto su ISDA e anche altrove mi sembra di si, poi posso assolutamente ridordarmi male!!
    Dopo la perdita dell’anello non fu più in grado di riacquistare forma fisica in quanto aveva raccolto in esso quasi tutto il suo potere (già prima di essere sconfitto aveva perso il potere di trasformarsi come voleva). Vagò a lungo e poi, come sappiamo e abbiamo visto e letto ne Lo Hobbit, arrivò a DG come Negromante, uno spirito, tanto che gli elfi del Bosco Atro lo avevano scambiato per il re stregone di Angmar. Solo il nostro caro Gandalf, dopo essersi recato di persona a verificare, di era convinto che quello altri non era che Saruman “in persona”. Dopodiché ritorna a Mordor dove prende nuovamente il comando, fece ricostruire la sua torre (Barad-Dur) e prese le sembianze dell’ Occhio.
    Spero di ricordarmi bene e di non aver detto cose errate!!

  16. Il peso che ha l’Occhio nel lavoro di Jackson è così ricorrente che ci fa dimenticare molte cose degli scritti. Lungi da me biasimarlo per questo: come ha detto più volte “Come fai a fare un film in cui l’antagonista è un occhio?”, che ha risolto col dare molti minuti a Christopher Lee e al suo Saruman, scelta azzeccata.
    Ma, se andiamo a spulciare il testo, noi non abbiamo un’idea di come appaia Sauron fino allo Specchio di Galadriel. E’ a dir poco sensazionale, perché siamo soliti dimenticarci che non abbia quasi nessuna indicazione dell’Occhio fino a metà del libro II.

    “But suddenly the Mirror went altogether dark, as dark as if a hole had been opened in the world of sight. . . In the abyss there appeared a single Eye that slowly grew, until it filled nearly all the Mirror. So terrible was it that Frodo stood rooted, unable to cry out or to withdraw his gaze. The Eye was rimmed with fire, but was itself glazed, yellow as a cat’s, watchful and intent, and the black slit of its pupil opened on a pit, a window into nothing.”

    Di queste righe Jackson fa un postulato irrinunciabile, facendo perfino dire a Saruman che “non può mantenere una forma fisica”. Una posizione legittima, ma è quella corretta?

    1) Araldica
    I primissimi riferimenti all’Occhio sono nell’araldica della Seconda Era: Sauron avrebbe utilizzato questo vessillo rosso su sfondo nero già contro l’Ultima Alleanza. Spesso inoltre, ne Il Signore degli Anelli, Tolkien usa espressioni enigmatiche sull’Occhio Rosso, asserendo che potrebbe “guardare attraverso Isengard” (col palantìr, ma nell’omonimo capitolo non sembra che le comunicazioni tra Saruman e Sauron siano così frequenti di recente) o che “sta sopra Cirith Ungol” (citazione arrangiata), dove naturalmente non poteva essere se non rappresentato. In definitiva, la manifestazione dell’Occhio va così oltre “Lo Specchio di Galadriel” da considerarsi una realtà in qualche misura permanente, o è per lo più una questione d’araldica?

    2) Forma fisica alternativa
    Non sappiamo se il Negromante sia un’entità di spirito che, come i Nove, deve ammantarsi e bardarsi per intervenire nel mondo materiale, oppure se abbia già un corpo che tenta di sorgere. Le informazioni a riguardo sono molto frammentate. Diverso è il discorso negli anni prima della Guerra dell’Anello. Al Nero Cancello, Sméagol, dopo aver dissuaso Frodo da entrare in Gorgoroth per quella strada, prende a raccontare di quelle storie che aveva udito in gioventù sulla Guerra dell’Ultima Alleanza. Frodo conferma che Isildur lo strappò all’Anello e alla presenza più massiccia troncandogli un dito. E Sméagol risponde così:

    ” – Yes, He has only four on the Black Hand, but they are enough, – said Gollum shuddering. – And He hated Isildur’s city.”

    Con ogni buona probabilità, Sméagol non è tanto consapevole di un parlato simbolico da intendere la Mano Nera come una sineddoche di Sauron, per quanto le attribuisca sufficiente timore da renderla maiuscola. Con ogni probabilità, sta ricordando i terrori della sua tortura e, dunque, in quel mentre vide un Sauron fisico che volle occuparsene in prima persona. E’ altresì ovvio che, avendo una Mano Nera, difficilmente possa esser rimasto un Occhio Rosso.
    Anche gli Orchi di stanza a Cirith Ungol sembrano convinti che Sauron abbia un sembiante netto e materiale, perché del rinvenuto Frodo nella tela di Shelob dicono che se ne prenderanno cura “fin quando Lui non mandi o venga a prenderlo” (Messer Samvise e le sue Decisioni). D’altro canto Aragorn al Cormallen sfida Sauron ad entrare nel campo di battaglia, segue che quella appena citata non può essere solo una superstizione paurosa dei servi di Sauron, la quale comunque dovrebbe aver meno presa sui capitani Shagrat e Gorbag.

    Infine, secondo Tolkien medesimo, giusto per fugare ogni dubbio, Lettere 144 e 246:

    “They are said to have first appeared about the year 1000 of the Third Age, when the shadow of Sauron began first to grow again to new shape.”

    Qui il punto centrale è l’aggettivo “new”. Cosa ci sarebbe di “nuovo” se Sauron fosse rimasto il medesimo spirito derelitto di altre situazioni (come la sconfitta a Tol Sirion contro Huan, l’Akallabeth e la privazione dell’Anello). Avrebbe senso dire “nuova” forma se fosse semplicemente tornato come spirito? Di questo è esplicativa la lettera 200 “He was always de-bodied when vanquished.” Segue la 246.

    “In his actual presence none but very few of equal stature could have hoped to withhold it from him. Of ‘mortals’ no one, not even Aragorn. In the contest with the Palantír Aragorn was the rightful owner. Also the contest took place at a distance, and in a tale which allows the incarnation of great spirits in a physical and destructible form their power must be far greater when actually physically present. Sauron should be thought of as very terrible. The form that he took was that of a man of more than human stature, but not gigantic. In his earlier incarnation he was able to veil his power (as Gandalf did) and could appear as a commanding figure of great strength of body and supremely royal demeanour and countenance (Letter No. 246).”

    Qui si suggerisce che Aragorn non combatté con un Occhio, palantìr alla mano. Del resto, lo stesso Pipino non ne fa menzione, per quello che ne sappiamo.

    Insomma, è difficile sostenere che Sauron non fosse in grado di utilizzare una veste corporale, pure se infragilita dalla mancanza dell’Anello. Pare che la domanda, alla fine sia mutata in

    Che valore ha l’Occhio, allora?

    Ma, come mio solito, mi sono prolungato. Dunque, alla prossima per una risposta. Intanto, pensateci voi.

  17. @Gabriele Marconi:
    accidenti, ce n’è di materiale sul quale riflettere! Ogni pagina, ogni frase, ogni parola “aprono” un universo….Grazie perché mi rendo conto ogni volta di quanto è “viva” l’Opera Tolkeniana. Non vado oltre perché non ho la tua stessa, approfondita, conoscenza dell’argomento, solo un grande Amore per i suoi scritti. Ciao

  18. Mi è venuto il dubbio perchè mi son imbattuto nella frase di Smeagol in cui si dice che era stato torturato da Sauron in persona, e aveva 4 dita anzichè 5. Riguardando il Teaser “sembra” che Thrain ne abbia proprio 4 sulla mano sinistra (il che porterebbe a confermare l’ipotesi del possesso del corpo da parte di Sauron, o magari ha 4 dita perchè uno gli è stato strappato per l’anello). Sembra, perchè si vede talmente poco che potrei sbagliarmi facilmente. Comunque allora è quasi certo che Sauron avesse un’altra forma, oltre a quella dell’occhio, già negli anni della missione di Frodo, per cui anche all’epoca della Cerca di Erebor potrebbe benissimo comparire in forma di spirito. Pare strano infatti, che potesse spostarsi da DG a Barad-dur in quella forma, e pare strano che Gandalf si sia salvato per miracolo a DG, se avesse dovuto combattere contro un Occhio: in questo caso avrebbe molto più senso un combattimento “fisico” (contro uno spirito per esempio). Concludendo: l’occhio potrebbe benissimo aver avuto “solo” un ruolo di rappresentazione, e il vero Sauron avrebbe potuto trovarsi a Barad-dur in forma “spiritica” (così come a DG), senza mai mostrarsi, giusto?

  19. @Michele:
    oooooooooooooooooooooh mamma mia ma è U-GU-A-LE!!!!Più bello dell’originale, sono veramente dei grandi!!! Grazie, viva LEGLESS LEGO LEGOLAS!!!

  20. Andrea90 la tua ipotesi è valida secondo me,inoltre thrain potrebbe essere liberato da gandalf come fece con theoden e poi thrain una volta libero potrebbe morire

  21. Scusate ma non pensate che aragorn non venga inserito deliberatamente per poter fare un altro vero film ponte con ISDN? ci sarebbe non solo la famosa caccia a gollum da parte di aragorn ma anche l’ultima seduta del bianco consiglio e il ritiro di saruman a isengard per impadronirsene e la scoperta del palantir, i viaggi di aragorn a lorien e la nascita dell’amore con arwen, la partenza di balin da ereborn per moria e la successiva battaglia e morte da parte degli orchetti, lo spionaggio di gandalf da parte di emissari di saruman, sauron che si reca di nascosto a mordor e la ricostruzione di baraddur, i nazgul che rioccupano dol guldur, i viaggio di gollum a mordor e la nascita dell’amicizia con shelob…??

  22. @Andrea90 giusto hai ragione avevo tralasciato questo dettaglio!!!:)

  23. @S. E si hai ragione nel film è tutto più veloce!!! È quello che mi ha ingannato:)

  24. Anche se è in forma spiritica, potrebbe comunque torturare, tramite gli appositi strumenti Smeagol, e intrattenere un combattimento con Gandalf (basti guardare l’ipotetico Khamul del primo film ) , perchè dopo aver perso l’Anello il suo spirito è rimasto , ora non so cosa abbia visto Gollum ma potrebbe trattarsi dell’ombra nera che rendeva visibile Sauron . Per cui credo sia coerente altrimenti nelle appendici cosa scappava da DG un occhio ( che è anche esso spiritico beninteso) ????? Ora non potrebbero rappresentare l’ombra di Sauron senza un occhio ??? Correggetemi se dico cavolate

  25. no gabriele ma ragionandoci e pensando al guadagno che ogni film porta penso che finito il terzo film a peter j verra’ chiesto…speriamo intanto.. mi sembra che i diritti ce li hanno

  26. OH che cavolata che ho detto l’occhio non poteva esserci quando lui era a DG , scusate..

  27. Ovviamente le mie sono solo congetture, e fino all’uscita del film, di qualche trailer o tv spot posso solo ipotizzare da quel che fino adesso ho visto. @Ddm secondo me si uscirebbe troppo dalla trama de Lo Hobbit, capisco l’attacco a DG da parte del Bianco Consiglio, capisco anche l’inserimento di Azog per far luce sull’odio tra Nani ed Orchi (potete dire quanto volete quanto la presenza di Azog sia incoerente agli scritti, ma son sicuro che è e sarà fonte di arricchimento per qualunque persona interessata a prendere in mano Il Ritorno del Re-Appendici, chi non ha letto il libro si farà un’idea dell’odio tra le due razze prese in considerazione, e anche se Azog morirà in un momento diverso rispetto al libro, la sostanza rimarrà invariata: suvvia, era praticamente impossibile dal “punto di vista cinematografico” inserire il tutto filo per segno, un adattamento andava fatto, ci sono altri canoni da seguire quando si fa un film, come trama e sceneggiatura). Son ancora dell’idea che per quanto concerne Balin a Moria, vedremo il suddetto nano e Gandalf far visita a Bilbo alla fine del film (come negli scritti), e solamente lì ACCENNARE a lo Hobbit del suo piano di riconquista di Khazad-dum, anzi, potrebbe benissimo anche essere una scena dell’Extended. Per quanto riguarda il resto, stiamo andando decisamente fuori trama rispetto a ciò che succede ne Lo Hobbit: è come se, in Isda, fosse stata mostrata la Guerra del Nord, la “riconstruzione” di Moria, Sam che tenta di raggiungere l’amato Frodo al di là del mare, il viaggio finale di Gimli e Gandalf. Sarebbe stato fantastico ma decisamente fuori tema.

  28. Anche io avevo pensato che, magari, Tauriel sarebbe potuta morire durante la Battaglia… avevo questo pensiero in testa da un bel po’!
    Comunque, aspetto a giudicare Tauriel. Magari si rivelerà meglio di quanto pensassimo, e poi… una figura femminile non mi dispiace affatto in un film carico di uomini come Lo Hobbit!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.