Martin Freeman ha girato la sua ultima scena come Bilbo Baggins!

Peter Jackson ha annunciato ufficialmente che anche Martin Freeman ha girato la sua ultima inquadratura nei panni di Bilbo Baggins, nell’ambito delle riprese aggiuntive della trilogia dello Hobbit:

Quest sera Martin Freeman ha girato la sua ultima inquadratura come Bilbo Baggins. La fine di due anni e mezzo incredibili. Non riesco a immaginare nessun altro in questo ruolo – un personaggio che Martin ha cresciuto e modellato con amore e talento.

Abbiamo detto addio agli elfi, umani, stregoni e ora lo hobbit. Ora entriamo nelle ultime due settimane di riprese aggiuntive, muro a muro tra i nani. Queste riprese aggiuntive sono state faticose e intense, ma sono felice di quello che abbiamo girato. I prossimi due film saranno grandiosi!

Dopo il salto, trovate la foto:

 

1001801_10151722848426558_1725376922_n 1003827_10151702178986558_568436107_n 1009738_10151703049701558_1335724159_n 66719_10151722845526558_488957404_n


36 pensieri riguardo “Martin Freeman ha girato la sua ultima scena come Bilbo Baggins!”

  1. Sono emozionata, ma triste! :( Dopo aver aspettato per nove anni questo momento, ora mi sembra che tutto sia passato troppo in fretta… nonostante il secondo e terzo film debbano ancora uscire!

  2. Nuuuuu anche lui….. Dai lo rivedremo questo dicembre e il prossimo anno l attesa non è finita!!!!! E ci sarà un altro videoblog alla fine delle riprese:)

  3. Mi dispiace moltissimo!!!
    Ma abbiamo ancora davanti due anni prima di finire questa trilogia di film.

  4. Mi dispiace….
    Ma come ogni bella cosa ha una fine, anche qui siamo quasi giunti a scrivere la parola fine…
    Dai che avremo 2 film meravigliosi

  5. mi domando solo cosa faranno per un anno e mezzo PJ e company se la maggior parte degli attori principali se ne sono andati …. mah!!!
    Comunque grande Martin !!!!

  6. @Arianna un altro giro di riprese!!!! Ahahaha magari:) inizieranno a montare i film probabilmente:)

  7. Stanno facendo la post produzione del secondo film, e l’anno prossimo faranno quella del terzo film, non è cosa da poco

  8. Oh capperi!!! E’ davvero finita allora? Sa proprio di definitivo…..mamma mia che tristezza!!

  9. oddio che tristezza , ora mi viene da piangere che cosa bella…. ma finitela !!! ridicoli !!

  10. ragazzi ma quale tristezza…per noi l’avventura è appena iniziata!! :D
    l’ambientazione che fa da sfondo alla foto con Martin e Cumberbatch mi ricorda vagamente Moria…non vedo l’ora di vedere Erebor nel dettaglio!!

  11. Più rivedo ISDA (oggi ennesima volta della CDA) più nel magistrale Ian Holm da giovane vedo infatti Martin Freeman … PJ & co. hanno scelto proprio pefettamente e non potevano fare di meglio :)

  12. P.s: ma con umani si intende solo tutta la popolazione della Città del lago (Lago Lungo) e quelli che di loro parteciperanno alla battaglia (che tra l’altro ora non ricordo se fossero solamente loro gli umani a combattere o venuti anche da altri luoghi) … oppure forse intenderanno dei Pick-up e riprese in segreto fatte con il ritorno di Mortenssen nel rivestire i panni di Aragorn nei vari collegamenti al ISDA (così come magari il ritorno anche di Tyler/Arwen) e di attori per altri ruoli “umani” come Ecthelion, Thengel, ecc… ??? :)

  13. Buongiorno a tutti, e diversi mesi che vi seguo con ammirazione per l’ottimo lavoro che svolgete, ma mi chiedo ogni volta che leggo un commento ad uno dei vostri articoli, quanti veramente abbiano letto i testi di JRRT, o abbiano visto solo i film. Non voglio fare polemica, ma invitare quelli che non hanno letto fino ad oggi nulla di JRRT ad iniziare dal Silmarillion, per poi proseguire il cammino con Racconti Perduti e Racconti Ritrovati, per passare a Le Avventure di Tom Bombadil e quindi giungere a The Hobbit ed in fine a The Lord of The Rings. Buona lettura o rilettura a tutti.
    PS. Mi permetto di suggerire anche La vita di J. R. R. Tolkien, Autore White Michael.

  14. @JRRT:
    Ciao e buon pomeriggio a te!
    Condivido il consiglio, più che ottimo, di leggere e rileggere Sir J.R.R.Tolkien. Non si finisce MAI d’imparare e d’intercettare altre “chiavi” di lettura da Opere come la sua.
    Ma invito anche a leggere i Nostri Dino Buzzati ed Italo Calvino, Ludovico Ariosto, Matteo Maria Boiardo, Luigi Pulci…..provare per credere!!
    Son convinta che mi condividerai, ti saluto ed alla prossima!!

  15. Ciao @Eva, alcuni li ho letti per altri seguirò il Tuo prezioso consiglio.

  16. @JRRT – ch :
    io sono una “fan” di questi 5 Signori ed ogni tanto mi piace ricordarli ;-)
    in particolare amo Buzzati, il suo “Colombre” mi ha colpita tantissimo!!
    Per non parlare di Dante, Petrarca, Boccaccio….la Lista è lunghissima e pochi Paesi al mondo possono permettersene una simile…bisognerebbe “aprire occhi e mente” in quest’ Italia, un po’ più spesso……
    Ma la mia non è una polemica :-) è Gioia di sapere che questi Sognatori han respirato la mia stessa aria!!!
    Riuscirò, però, un giorno ad essere meno prolissa e noiosa??? Boh!!
    Ciao

  17. @JRRT , mi permetto di dire tutto il contrario. Non si potrebbe immaginare un avvicinamento più deleterio al corpus degli scritti di Tolkien, sia per giovanissimi che per adulti. Come si può infatti approcciare il Silmarillion se non con il suono ancora riecheggiante dei Tempi Remoti che vengono piano piano suggeriti durante Il Signore degli Anelli? Aragorn che canta una breve versione del Lai di Leithian, Elrond che racconta di sé durante la Seconda Era, l’immensa nostalgia di Galadriel che inizia a cedere al richiamo del Mare, o Sam, pieno della sua piccolezza, che si chiede cosa mai abbiano a che fare lui e Frodo, due tranquilli amici Hobbit, con le Grandi Storie, mentre Cirith Ungol getta su loro la sua ombra. E’ per tutto questo che noi vogliamo conoscere i Tempi Remoti, per l’eco che risuona di lontano, come un invito a cercarne il latore.
    Senza questo gusto nato ne Il Signore degli Anelli, molto di ciò che si legge ne Il Silmarillion perde la sua ragione di vero interesse. Certo, si può orientare una lettura de Il Silmarillion ad un qualche intellettualismo letterario per il quale la tecnica dell’opera o la sua narrazione autonoma è sufficiente da sola a farci entusiasmare (in effetti è così), ma non vedo perché amputare a priori la possibilità di goderlo pienamente.
    Il rischio più frequente, naturalmente, è quello di non voler nemmeno arrivare alla fine de Il Silmarillion. E’ giusto che cresca anche una certa abitudine verso i molteplici toponimi, o le assemblee di personaggi attivi, le descrizioni miniaturistiche e una concezione mitica unita, cosa rara altrove.

    Anche la biografia di White, pressoché una sintesi copiata a piene mani e ri-elaborata (nessuno ha mai capito su quale base) a partire dalla biografia (ufficiale!) di Humphrey Carpenter. In alcune parti, il che è assurdo se consideriamo la natura biografica del testo, White è quasi ideologico.
    La biografia di Carpenter è una lettura che nessun amante di Tolkien può sfuggire.

  18. Grazie Gabriele, apprezzo le Tue osservazioni, ma io ho iniziato a conoscere JRRT proprio leggendo il Silmarillion, e da li mi sono appassionato alla Terra di Mezzo. Per questo suggerivo a chi non lo avesse fatto di leggere anche questi testi (forse meno conosciuti).

  19. Oh, per l’amor del cielo, non usare il maiuscolo con me, non lo merito!

    Hai avuto un avvicinamento insolito, complimenti a te perché non ti sei arreso alla via più facile, al lasciar perdere. Invece hai vinto molto.
    Come siamo messi ad Inglese e fondi?
    Perché, sai, per un particolare appassionato al Silmarillion, di lungo corso, vale la pena di buttarsi su qualcosa di più eloquente ancora e mi riferisco alla HoME. Mai preso in considerazione l’importazione d’Oltremanica?

  20. Ciao Gabriele, in entrambi i casi messo male, mettiamola così mi sento un pò come Aragorn un ramingo del nord senza patria e dimora.

    Buona giornata

  21. io sto leggendo la HOME ed è davvero ricca, ricchissima di notizie, elaborazioni della mitologia e informazioni.. consiglio a tutti d leggerla!

  22. Che cosa triste… :-) ma per fortuna c’è una bella foto che mi tira su di morale: BENEDICT!! BENEDICT SUL SEEET :D

  23. @Simona Santo:
    ciao :-)
    Allora in questo blog ne vedrai e leggerai “delle bellissime”!!!
    Ai prossimi post!!!
    Ciao e benarrivata!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.