Evangeline Lilly: “Sognavo di essere un’elfa”

the-hobbit-desolation-of-smaug-evangeline-lilly

Bella lo è, non ci sono dubbi. E già nel passato, grazie soprattutto al ruolo di Kate Austen ( tra i protagonisti della celebrata serie tv Lost), la canadese Evangeline Lilly ha dato prova di essere una convincente assassina. L’attrice trentatreenne ha recentemente dichiarato che anche il suo personaggio in La Desolazione di Smaug sarà in linea con questo passato “pericoloso”.

Nell’intervista rilasciata a Empire, Evangeline ha parlato del suo ruolo, l’elfa Tauriel, descrivendola come ben più focosa e sfacciata rispetto alla saggezza flemmatica dell’altra elfa della trilogia, la regale Galadriel interpretata da Cate Blanchett:

[Tauriel] è meno assennata e molto più pericolosa. Ha appena 300 anni! Per questo, ha una buona dose di immaturità e di un sacco di irruenza.  Mi sono arrampicata sulla cima degli alberi e ho scalato pareti; a un certo punto, nel film, scalo addirittura un orco – Tauriel è un personaggio quasi ninja. Si fa strada tra i nemici come una lama di vetro, per arrivare dritta al traguardo. Non ha alcun problema nell’uccidere… perché questo è ciò che fa. È una macchina per uccidere.

La star di Lost, ha rivelato che far parte della trilogia de Lo Hobbit – antefatto de Il Signore degli Anelli – è un sogno diventato realtà, dato che da bambina era letteralmente ossessionata da Lo Hobbit e dagli elfi silvani, di cui Tauriel fa parte.

Fantasticavo di poter essere una di loro. Questo è probabilmente il ruolo più allettante che mi avrebbero mai potuto offrire.

Non resta che aspettare Dicembre e La Desolazione di Smaug, per giudicare se l’entusiasmo della splendida Evangeline sia riuscito a rendere credibile e convincente un personaggio che, al contrario degli altri protagonisti de Lo Hobbit, è stato creato ex novo dall’equipe di sceneggiatori. Non c’è che dire: la curiosità attorno a questa donzella letale sta crescendo sempre di più…

Fonti: www.empireonline.com, timesofindia.indiatimes.com


82 pensieri riguardo “Evangeline Lilly: “Sognavo di essere un’elfa””

  1. hanno deposto le armi per guadagnare tempo (non perchè così si trasformavano in pietra, non lo sapevano ancora, ma guadagnare tempo in generale) che avresti fatto te al loro posto?? se non le deponevano di sicuro moriva bilbo, è ovvio che almeno così facendo guadagnavano qualcosa in termini di tempo, magari chissà, lo stregone nel frattempo sarebbe tornato, o visto che i troll sono abbastanza stupidi (come dice Kili), sarebbero riusciti a inventare qualcosa! sembra che si debba per forza trovare difetti anche dove non ci sono, non capisco dove stia il problema..ti invito a rileggerti la parte de Lo Hobbit quando fuggono dalle caverne dei goblin..ah poi per i nani combattivi..bè i nani sono combattivi per natura, ma non soldati addestrati come quelli dei colli ferrosi, c’è una bella differenza, i nani sono molto forti per proprio conto, vedi Bombur, ma dire che sono combattivi e dire che sono consumati guerrieri è tutta un’altra cosa, anche nel libro sono combattivi, ma non guerrieri, gli unici guerrieri sono Balin Dwalin e Thorin, e kili e fili perchè vengono da Erebor.. @Giuliano l’unica spiegazione mi sembra quella sinceramente, Gandalf difficilmente abbandona il suo bastone, quasi sicuramente viene distrutto a DG, e Radagast non credo proprio che muoia, si ritirerà ad aiutar gli animali come negli scritti… PJ non cambia la sostanza, cambia le modalità, rendendole più consone ad un film anzichè al libro..

  2. @Dario. (@belial90)
    Quando uscirono Le due torri e Il ritorno del re insieme alla rivista di cinema “Ciak” c’erano dei libri allegati,tra l’altro bellissimi,in cui c’erano scritti gli anni di tutti i personaggi e visto che erano davvero fatti bene mi sono fidata.Si chiamano “Tutti i segreti dell’anello” e “La trilogia:Il signore degli anelli” ,vengono descritti tantissimi retroscena e aneddoti,per me questi libri sono dei tesori e mi fa sempre piacere sfogliarli tant’è che sono pieni di nastro adesivo per quanto li ho consumati!

  3. Anche se Fili e Kili in realtà non sono mai stati ad Erebor visto che Smaug assalta il regno nel 2770 e i due nani sono nati uno nel 2859 e e l’altro nel 2864.

  4. Giusto per evitare che si dicano sciocchezze, non esiste nessun preciso riferimento circa al data di nascita di Legolas Thranduilion; abbiamo dei margini:

    Le due Torri, Il Re del Palazzo dOro, Aragorn e Legolas decantano la fondazione di Edoras; a Legolas sembrano passati 500 autunni come un tempo molto breve.

    “Five hundred times have the red leaves fallen in Mirkwood in my home since then,” said Legolas, “and but a little while does that seem to us.”

    E la traduzione italiana (la più recente Bompiani con l’STI) fa il suo dovere traducendo “little while” con “un tempo breve”. In effetti, quanto breve? Be’ non ci sarebbe nulla di strano che a dirlo sia un plurimillenario, poiché Legolas non sembra parlare come vox populi, ma proprio come un personale esperito. A riprova, Legolas non si fa scrupolo a chiamare “bambini” Gimli (139enne) e Aragorn (87) nel capitolo prima, Il Cavaliere Bianco.

    “It [the forest] is old, very old,” said the Elf. “So old that almost I feel young again, as I have not felt since I journeyed with you children. It is old and full of memory. I could have been happy here, if I had come in days of peace.”

    E ancora, sempre qui, afferma che in mezzo alla vecchiezza degli alberi di Fangorn si sente quasi “giovane”. Più tardi dirà di avere visto molti archi crescere da una ghianda verso un’età disastrosa:

    “These are the strangest trees that I ever saw,” [Legolas] said; “and I have seen many an oak grow from acorn to ruinous age. I wish that there were leisure now to walk among them: they have voices, and in time I might come to understand their thought.”

    Sicuramente, ultra-centenario soltanto risultata un poco riduttivo per delineare il quadro della sua età. Archi da querceti si possono conservare a lungo e l’unica “ruinous age” dev’essere quella in cui Bosco Tetro è stato ammorbato dal Negromante, ca nell’anno 1100 T.E. Almeno anteriore a quell’anno, per vedere fabbricati questi archi del Bosco

    L’età di 2931 anni che Fran e Philippa hanno detto di aver ricavato dalle Appendici nei commenti al film (Calcolo degli Anni, ndr), seppur credibile, non ha nessuna particolare diritto di precedenza a fronte di altre più o meno pari. E’ molto semplice: l’anno 2931 T.E. è la data di nascita di Aragorn e la magica triade di Pete&Fran&Philippa ha deciso di usare quel numero come età del suo compagno. “Ricavare” non è “calcolare” e lascia spazio a questi simpatici siparietti. Hanno fatto bene a tenerlo come loro riferimento se serviva per far trovare a Bloom la sua dimensione, infatti non hanno mai tentato di farlo diventare “canonico”.
    Nemmeno negli “Annals of the Second/Third Age”, HoME, è menzionata la nascita di Legolas, quindi possiamo essere sicuri che non ci sia.

    Se quei 500 anni di breve tempo sono da considerarsi come un’infanzia di bimbo, allora possiamo tranquillamente asserire che almeno i 2500 anni Legolas doveva pur averli, per non potersi nemmeno più considerare “giovane” tra i suoi. Quindi, l’inizio della T.E. sembra essere un periodo molto indicato: vediamo che le loro congetture, il team di Jackson, le fanno secondo criterio.

    Mi piacerebbe parlare ancora per vedere come si possa fare una vaga anagrafe anche di Thranduil e dell’ipotesi di Legolas come Elda ritornato dalla Prima Era.

    Ma visti gli inviti degli admin sul rimanere corto, mi fermo qui. Mi premeva evitare che si dicessero cose non veridiche del corpus di Tolkien.

  5. @gabriele Marconi:
    Eccoti a sciogliermi il dubbio!!!Per l’appunto mi pareva che non fosse indicata con precisione, l’età di Legolas, né Il Signore degli Anelli né in altri libri…Ma son d’accordo sul fatto che, all’incirca dovrebbero pur essere 2500…caspita…tantini eh?
    Nel Silmarillion non c’è nessuna indicazione, ma, ad esempio, si parla di Galadriel..ed a far la conta degli anni si perde il filo ;-)
    Ciao e grazie
    PUBBLICAAAAAA!!!!

  6. La data di nascita di Galadriel, nata Artanis secondo il nome paterno, è documentata tra gli Annals of Aman, Morgoth’s Ring, HoME. E’ nata della Luce di Laurelin e Telperion, nell’Anno 1362 degli Alberi, nel pieno Mezzogiorno di Valinor. Siamo nell’ultima era prima dell’Ottenebramento di Valinor, l’ultima era pre-solare.

    Sempre secondo gli Annali, il conteggio degli Anni pre-Solari, ovvero gli Anni “Valiani” (la traduzione italiana ufficiale non esiste), ogni anno dura 9 anni, 212 giorni e 18 ore del conteggio solare. Ovvero, ogni anno prima del sorgere del Sole, va moltiplicato per questo tempo per calcolare l’età di Galadriel (9,582). Non è l’unica trasposizione che Tolkien ipotizzò per gli anni pre-solari, il dibattito perdura, ma se assumiamo questo abbiamo:

    [ 1500 (ultimo anno degli Alberi) – 1362 (nascita di Galadriel) ]*9,582 + 590 (Prima Era Solare) + 3441 (Seconda Era) + 3019 (Terza Era fino alla Guerra dell’Anello) abbiamo un’età di

    8372 anni in conteggio solare.

    P.S.: non ti preoccupare, @Eva. Quando avrò qualche studio perfettamente compiuto, mi farò avanti.

  7. @Gabriele Marconi:
    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!!!
    Alla faccia dell’età portata bene!!! Scherzo!! Che meraviglia!!
    Ok, fiduciosa attendo, Grazie ancora.
    Buona notte a tutti, elfi & trolli

  8. @giuliano no l ho comprato in Inghilterra:)

    @phitio sei un grande!!!!!!! dai non è un disastro, poi arriva dal paese di Legolas, che come hai detto tu è il Ninja, avendo surfato e scavalcato da tutte le parti e dove aveva la possibilità:)

  9. @Gabriele Marconi:
    Va bè io ho scritto quello che sapevo e che ho letto xD ho preso la palla in balzo perchè l’avevo letto e l’avevo sentito dire anche da altre persone, sò benissimo che l’età di Legolas non si conosce con precisione, sono fan del mondo di Tolkien da più di 12 anni e credo di saperne abbastanza, forse nel primo commento dovevo precisare come sapevo questa cosa e dove l’avevo letta.Peter e compagnia hanno voluto dare un’età a Legolas e per me la sua età è quella anche se negli scritti di Tolkien non vi è traccia.Però ora voglio sapere cos’hai da dire su Thranduil e sono curiosa di sapere la sua età,i tuoi commenti li leggo sempre con piacere :)

  10. S. 12anni???? Wow sei un veterano!!
    @Gabriele Marconi sentiti complimenti per le tue conoscenze:)

  11. @ Eowyn: ah ok Grazie :) Spero che sia anticipato a luglio quì in Italia, anche se non credo (in quanto come inserto di luglio ci dovrebbe essere Wolverine se non sbaglio) e sicuramente uscirà ad agosto … infatti strano che in inghilterra già ci sia … che essendo la rivista inglese allora esca molto prima ?!?! o.O
    Il numero di “Un Viaggio Inaspettato” dell’anno scorso l’avevo perso, quello invece di quest’anno non voglio proprio perdermelo :)

    Comunque mi sono andato a riguardare anche le date di nascita di Elladan, Elrohir e sopratutto Arwen … mentre i 2 maschi sono nati il 130 T.E, la nostra Undomiel è del 241 T.E, quindi tutti appena dopo Legolas (se non sbagliamo con lui :)
    Oltre a Thranduil, mi piacerebbe ovviamente saperla anche di Elrond & Celeborn

  12. Ho amato questa attrice in Lost, non vedo l’ora di vederla ne Lo Hobbit e personalmente non mi interessa se il suo personaggio non esisteva nell’opera letteraria, se sarà interessante, andrà bene così!!

  13. Scusate l’off topic, siete proprio sicuri che quello del teaser sia Beorn? Mi sembra parecchio diverso rispetto alla foto di Beorn uscita l’anno scorso..Ricordiamo che attorno casa sua girovagavano molti “orsi, orsoni e orsetti”, ed era una casa ben difesa, per quello i nemici non si avvicinavano ad essa (cit.Beorn), spiegherebbe anche il perchè dell’attacco, visto che dubito che Beorn attacchi la compagnia, anche perchè ci metterebbe poco ad eliminarli. La vedrei più una situazione d’attacco di uno degli orsi (o dei cani, ricordiamo che Beorn aveva anche cani, ed il muso sembra più cagnesco che “orsesco”) a difesa del fienile, con Beorn dopo che dice di lasciarli stare perchè i nani non sono pericolosi, la vedrei anche più coerente allo scritto.

  14. anche se, dal verso e dai denti sembra più un orso che un cane, ma dubito sia Beorn.

  15. @Giuliano si infatti…. La rivista inglese dice ”numero di agosto” e l ho presa gli ultimi di giugno…. Inglesi…sempre a incasinarci! Ahahah

  16. @ Eowyn: ah ok … ci toccherà aspettare quindi almeno agosto per averla qui in Italia … peccato – Ti ringrazio (Hànnon Le :)

  17. Perdonatemi se non scrivo tutto di primo inchiostro, ma avendone già discusso mi limiterò ad inserire questi link:

    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151520425287758&set=a.10150467282397758.374220.40124862757&type=1

    1. 1° commento – Anagrafe dei Sovrani di Bosco Tetro, note su Celeborn e Cìrdan;
    2. Sulla legittimità di Taurile, due link in un altro (mio) commento (lasciate pure perdere la discussione a tratti feroce con un altro utente e andate oltre; questi due link risalgono addirittura al 25 Settembre e al 10 Giugno. Infatti è dai primissimi momenti che sono convinto che non vi sia nulla di deleterio in Tauriel, anzi che potrebbe essere una valorizzazione immensa per descrivere il popolo del Bosco. Il Trailer me lo conferma.

    Mi cito per intero ora per evitare il filtro anti-spam sui troppi link, da un messaggio sulla pagina ufficiale FB dell’ArST o da una mia foto profilo:

    “Tauriel è presentata con margini interessantissimi. Per chi se ne intende un pochino, è Nandorin (intervista recente), la schiera che abbandonò la Marcia degli Elfi verso Aman ai primordi, quando, spaventati dalle Montagne Nebbiose, preferirono abitare prima il Grande Fiume, poi le coste del Mare; infine prestarono aiuto al Re Mantogrigio, perdendo in battaglia il loro signore Denethor figlio di Lenwe. Di tutti gli Elfi, loro sono quelli più attaccati al quieto vivere delle foreste e all’armonia naturale col creato.
    Dunque, Tauriel dovrebbe essere stata preparata ad un’eventuale fidanzamento con Legolas, nella sua infanzia. Compagna di giochi, elevata di rango per istruzione, etc.: fa parte della guardia di Thranduil.
    Il trailer la presente come la prima che avverte la minaccia che Thorin muove al suo popolo e al suo Bosco. Intuisce il pericolo, è risoluta, è dolente per il male penetrato nella sua terra natale (Negromante), è perfettamente caratterizzata. Può avere risvolti importantissimi anche in un ruolo marginale. Sono fiducioso.”

    Come si può vedere, o uno è convinto che gli unici sudditi di Thranduil fossero i banchettanti, le guardie carcerarie e i traghettatori, oppure è costretto ad ammettere la possibilità di un’Elfa come Tauriel. Lavorando su questa possibilità, PJ, FW e PB (non sono un rapper, è solo per fare in fretta) hanno fatto emergere, finora, un identikit interessantissimo e canonico: l’unica differenza è che conosciamo viso e nome di quest’Elfa possibile, nel film. Un altro punto interessante, e mi cito ancora:

    “Tauriel e Legolas potrebbe essere una citazione di Nimrodel e Amroth, da come Jackson ci ha abituati. Non ci vedrei nulla di eretico.”

    Poi ovviamente l’esposizione mediatica fa un gioco preciso. Il trailer nasce per attirare persone al cinema, è un esercizio commerciale, quindi è normale che punti sulle novità del contesto. Ma questo non significa affatto che PJ abbia pensato Tauriel come protagonista. EMPIRE cavalca l’onda del trailer e usa la maggior parte dei suoi spazi per queste novità. Non credo che si possa fare una colpa a Evangeline Lilly per essere una bella donna e per aver dato il consenso a che la sua immagine fosse usata come la produzione meglio riteneva: il suo valore lo deve dimostrare nel film completo, non in due minuti di sequenze montate in frenesia.

    Quindi, per non rodersi il fegato inutilmente, due consigli:

    1. Considerare tutto il minutaggio in cui Bilbo, Thorin e Gandalf avranno campo dialogico o monologico nella Desolazione di Smaug, ovvero quasi metà del film tra l’attraversamento di Bosco Tetro (i Silvani li incontriamo decisamente avanti), le perlustrazioni attorno a Dol Guldur e la marcia verso Erebor dal Lago. Ecco il protagonista e i due co, che hanno almeno metà film di protagonismo.
    (nel dettaglio, nella pagina FB ho avuto una discussione su questo con l’utente F.Faccia il 24 giugno, se volete cercarla).

    2. Considerare gli approfondimenti dell’entroterra della narrazione (che siano “invenzioni” per me è totalmente subordinato a questo) per la possibilità, ovvero l’occasione che sono. Vedrete che con quella minima fiducia che PJ ha di diritto, fino a che vedrete il film sarete sereni e poi quantomai soddisfatti.

    Serve altro?

  18. @Gabriele Marconi:
    ho letto il tuo commento tutto d’un fiato ed ho capito. Tutto!!! Avevo pensato pure io ad un “accostamento” alla storia di Nimrodel e Amroth, ma pensando a Fili e Tauriel…considerando il fatto che Fili muore e non manterrà la “promessa” di “tornare” a Bosco Atro (questa è una mia “speculazione”).
    La fiducia in PJ&co. non manca, anzi..è “cieca”, percui ;-) Attendo serena eheheh
    Grazie, di nuovo, tantissimo per l’occasione di capire ancora meglio una possibilità d’interpretazione dei personaggi!
    Ciao

  19. Sono d’accordo Gabriele, nei Teaser vengono mostrate immagini che presentano delle novità rispetto all’altro capitolo, ma possono essere immagini che dicono tutto e niente: Smaug per esempio, viene vista solo la parte finale della testa, la bocca e gli occhi, ma la parte alta no, è troppo scuro per poter dire qualcosa di certo. Altra cosa, sembrano immagini non “complete” del tutto, l’occhio di Smaug alla fine del primo film era molto più definito, e sicuramente sarà così anche nel film, cosa che però non è nel teaser, ci sono ancora troppi mesi di post-produzione e finiscono sempre qualche giorno prima del teaser. Così come l’orso/Beorn che si intravede, nessuno ha ammesso ufficialmente che quello sia Beorn, cosa invece accaduta nel panel ufficiale uscito l’anno scorso. (Vi ricordo i giganti di pietra, erano solo accennati e PJ ha fatto una scena di altissimo livello, così anche gli orsi a guardia del fienile di Beorn, sono solamente accennati ma chissà)

  20. Riguardo all’età di Legolas, ricordo che nei Racconti incompiuti, Tolkien menziona un elfo chiamato “Legolas” che era presente durante la Caduta di Gondolin… Questo farebbe di lui un elfo moooolto più vecchio di come se lo immagina PJ e con un retroscena davvero particolare!
    Che ci fa infatti un Sinda del Fogliaverde, nipote di Re Oropher, nella più splendida città dei Noldor? Forse andato in visita a Nan Elmoth da Eol o in Doriath da Thingol si è perso tra le Montagne Accerchianti ed è stato preso come ostaggio da Turgon fino alla caduta della città?
    Legolas avrebbe dunque partecipato alla caduta di Gondolin, alla marcia dell’Ultima Alleanza (in cui poté assistere alla morte di suo nonno il Re Oropher) e poi a tutta la Terza Era.
    E tutto ciò non influenzerebbe in nessun modo la continuity! ^^
    E calzerebbe perfettamente con lui che si sente giovane tra gli alberi di Fangorn, i cui ent hanno combattuto nel Taur Nu Fuin durante le guerre contro Morgoth che avvennero durante l’assalto all’Arvernien e a Balar!

    Ma il bello è che nulla di tutto ciò influisce in alcun modo nelle nostre vite!!! Per cui state scialli, ragazzi, dai, non infuocatevi! ;)

  21. @Lorenzo, è ciò che volevo evitare di iniziare nella discussione, ovvero l’identificazione di coloro che tra gli Eldar sono tornati in Endor da Mandos in Aman.

    Pare che debba rimanere invischiato in domande di voialtri, assetati di curiosità.

  22. Io ricordo che oltre al Legolas di Bosco Atro negli scritti di Tolkien c’è un altro Legolas, appunto Legolas di Gondolin quindi può darsi che non siano la stessa persona, purtroppo non ricordo di più..ma sono quasi sicura che fossero due elfi e non lo stesso

  23. Tra Elfi e Uomini soprattutto :)
    2 Finduilas (del Nargothrond figlia di Orodreth … di Dol Amroth moglie di Denethor II)
    2 Turgon (di Gondolin padre di Idril Celebrindal … di Gondor padre di Echtelion II)
    Così come Legolas di Gondolin andato a Tol Eressea, sembra anche un’altro Glorfindel
    Ecc… :)

  24. Per struttura, o per il pubblico, servono delle figure di riferimento. Tauriel è la bella ragazza, la figura analoga nel primo era Galadriel. Non si può, per motivi commerciali, far un film tutto al maschile. Allo stesso modo Kili era il belloccio di riferimento per le ragazzine (fisicamente nano non lo era), sono target commerciali.
    In lotr queste figure erano già presenti(legolas, arwen,ecc), nello Hobbit si è dovuto modificare quel tanto per coprire ogni genere di pubblico. Evangelin Lilly rimane bellissima, Pj la inserirà a dovere ma si percepisce il motivo per cui è stata ”creata”.

  25. mmm… in effetti il suo personaggio un pò a rischio “mary sue” lo è.. vedremo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.