Viggo Mortensen vorrebbe partecipare allo Hobbit!

aragornperfrodosignoredeglianelli

In una nuova intervista con Total Film Magazine, Viggo Mortensen si è finalmente pronunciato sugli adattamenti cinematografici dello Hobbit, spiegando che se ci fosse la possibilità, non esiterebbe a tornare a vestire i panni di Aragorn nella nuova trilogia di Peter Jackson:

Tornare a interpretare Aragorn? Certo, se fosse possibile. Non è nel romanzo, ma se lavorano un po’ con le appendici potrebbe essere possibile colmare il buco di 60 anni tra Lo Hobbit e il Signore degli Anelli. A questo punto avrebbero dovuto parlarmene…. ma Peter Jackson è famoso per i suoi reshoot, quindi mai dire mai!

L’idea di inserire Aragorn nell’ultimo adattamento cinematografico non sarebbe da escludere, visto che già per Lo Hobbit: Un Viaggio Inaspettato, Peter Jackson ha fatto di tutto per riportare sullo schermo personaggi che nel romanzo vengono appena menzionati. Dopotutto nello Hobbit si potrebbe tranquillamente inserire tutta la storyline della Caccia a Gollum.

A maggio si terranno le riprese aggiuntive per il terzo film: a quel punto scopriremo se Peter Jackson avrà deciso qualcosa!


45 pensieri riguardo “Viggo Mortensen vorrebbe partecipare allo Hobbit!”

  1. Una domandina… Ma le versioni estese dei film usciranno mai?

  2. Mi piacerebbe rivedere Viggo, così come altri personaggi. Logicamente solo se, introducendoli, non si va a sconvolgere la storia. Ma in effetti qualche scena sulla caccia a Gollum ci starebbe… Speriamo!

  3. Massì, buttiamoci dentro la caduta di numenor già che ci siamo…Tanto basta girare qualche scena in più!

  4. salve a tutti Ringers..sono un malato di j.R.R.Tolkien, come tutti voi. Questo è.. il mio primo commento qui, su questo sito, che ormai seguo con regolarita da, almeno la scorsa estate. Sono un pò emozionato.. woowww… Cmq per arrivare al cuore della notizia : era ovvio che accadesse. Era solo questione di tempo, la decisione di spostare there and back again a dicembre 2014..in modo da non rompere la continuità con il periodo delle uscite al cine delle trasposizioni in celluloide del mondo di Arda. E quindi, conseguentemente, avere diverso tempo in più, per, far il tutto, ovviamente compresi “i famosi pick up”,in maniera da dedicargli il tempo che merita. Per la conclusione della Hobbit trilogy(SECONDO ME)..NON solo vorranno riportare Viggo in N.Zelanda…ma addirittura “forse” ..anche gli originali 3 hobbits ..Pippin, Merry e Sam.. oltre a miss simpatia Arwen. Insomma cercheranno di riportare indietro, quanti più personaggi storici potranno. Per lo meno, io lo spero tanto..

  5. Io sarei d’accordissimo per rivedere Aragorn ne Lo Hobbit..Sarebbe una chicca davvero ben piazzata e i modi per farlo non mancano

  6. ciao sacha..io ho tutte e tre le versioni estese in qualita’ dvdrip…Cercale con torrent e le troverai senza problemi.Ciao

  7. Io non comprendo proprio come si possa, dicendosi fan di Tolkien, essere contrari a ció che sta facendo Pj. È per i tutoli che menzionano Lo Hobbit?
    Se si fosse chiamata: La Terza Era forse andava bene?

    Io sono felice. Sono scritture di Tolkien, sono eccitato vederle su schermo. Tolkien non ha prodotto scritti unitari ma frammentati. Ma la cronologia è quella e ringraziamo Pj che sta ricomponendo il quadro generale. Sarebbe stato facile e meno emozionante adattare solo il romanzo… davvero vi fa cosí schivo vedere la storyline di Sauron, del Bianco Cinsiglio. Di Gandalf cavolo! O preferivate vedere che di tanto in tanto lascia la compagnia di Thorin senza sapere il perchè o dove va? Tralaltro nom avrebbe funzionato su schermo. Sarebbe sembrata una forzatura o sarebbe apoarsa una cosa senza senso…

  8. Speriamo!!! Mi piacerebbe molto rivedere Aragorn e Arwen a Gran Burrone, o anche altrove

  9. @Zerph:
    condivido la tua opinione, anche secondo me Peter Jackson., Fran Walsh e Philippa Boyens stanno facendo un lavoro di ricostruzione strepitoso, mi aspetto ancora Enormi Sorprese!!!

  10. @Zerph: anche io condivido tutto quello che dici.se jackson e co. non avessero aggiunto i fatti delle appendici non avremmo avuto modo di vederli.son comunque fatti che accadono in quel periodo e perchè non inserirli?.davvero non capisco chi critica tutto questo,a ogni singolo fan di tolkien piacerebbe vedere la storia di sauron o rivedere aragorn e tante tante altre cose,più materiale c’è e meglio è!..già partendo da legolas:in molti hanno criticato la sua presenza nel film,ma a chi non avrebbe fatto piacere rivederlo scusate?lui è figlio di thranduil ed è logico che si trovi a bosco atro!o.o

  11. Era logico che aragorn ci fosse , anche se la cerca di gollum avviene dopo il compleanno di Bilbo e quindi all’inizio della compagnia …

  12. secondo me invece non c’è spazio per la caccia di gollum ( se no qualche minuto verso la fine ) per ricollegarsi alla compagnia dell’anello.

    Sarebbe più sensato un capitolo ( o ancora meglio una trilogia ). suddivisa tipo:

    1) capitolo: l’Anello e Sauron (dove si racconta chi era Sauron(il suo passato)?,come convinse elfi,nani,umani ad adottare gli anelli? e del suo piano per la conquista della terra di mazzo. come era la situazione della terra di mezzo prima dell anello.

    2) capitolo: le vittorie di Sauron incentrato appunto sulle vittorie ( un capitolo dove ci sono le forze del male come protagoniste ) che a fine film ti facciano domandare ” serve un miracolo per far vincere i “buoni”

    3)capitolo chiamato: Atto finale :D ( o un titolo che lasci suspense) dove i “buoni” si riscattano e iniziano a vincere finche non c’è la scena finale dove Sauron viene sconfitto. più qualche minuto che si ricolleghi all hobbit.

    non serve scomodarsi neanche sulle licenze perchè le hanno già.

  13. non servono i permessi per silmarillion. comunque è triste che queste cose scritte sopra me le ritrovo come trama nei videogiochi e non se ne parli per portarli al cinema.

    poi ci starebbe una trilogia sul silmarillion ma qua ci sono solo dubbi :D

  14. Anche io condivido come Zerph e tutti gli altri (da sempre si sa) ;)
    Certo – sempre che PJ & Co. ritengano che gli eventi da trasporre siano coerenti e logici tra loro, come sempre hanno fatto (tempo penso ce ne sia) :)
    Avere più materiale comporta ovviamente più piacere e più comprensione dei fatti a seconda di come si conoscono
    Poi riavere (se possibile) i vecchi protagonisti contribuirebbe nel riportare a respirare di più l’atmosfera Epica di 10 anni fa, sperando che ci si allontani in generale con i prossimi 2 capitoli dal tono a volte fiabesco e leggero di questo primo film (spero nella clip di Rhudaur di aver intravisto già un pò più di vecchia luce artistica)
    Aspettiamo e vediamo !!!

  15. Sicuramente i due nuovi film saranno più cupi rispetto al primo, il che non può far altro che avvicinare lo stile a quello de Il Signore degli Anelli.
    A parer mio più ci saranno collegamenti con il Signore degli Anelli od il passato di alcuni personaggi e più sarò contento.
    Certo è che dopo questa trilogia si potrebbe pensare di fare degli spin-off incentrati sui personaggi principali: Aragorn e la sua infanzia, o Sauron e la sua ascesa al potere… Si vedrà…

  16. @ Atanvar: anche questo film mi è piaciuto molto “per carità” (vedi sopratutto scene come il prologo, l’arrivo ad Imladris, la parte finale) ma mi è sembrato spesso troppo artefatto, costruito e troppo in evoluta CGI (invece della buona vecchia CGI che ti dava più un senso realistico nel modo con cui veniva usata nel IsdA, con plastici e quant’altro) … quì ci sono cose che, vuoi per la leggerezza del racconto o vuoi per la troppo evoluta artefazione della CGI, non mi sono piaciute (vedi Re dei Goblin con le sue battute, i 3 Troll con le loro, i conigli di Radagast dove poteva andare semplicemtente e solennemente a cavallo, Azog ancor più perfetto se reso con attore vero alla Lurtz e infine la tanto dibattuta, ma poi da tutti accettata, eterogeneità e caratterizzazzione dei nani)
    Lo stile è molto lontano da quello artistico del IsdA dove c’è una vera realtà e serietà, caratterizzate anche da una drammaticità e dai toni non solo cupi ma anche emotivi e tranquilli, non solo del racconto in sè ma anche di come è stato montato e girato (e si poteva fare benissimo la stessa cosa in “un Viaggio Inaspettato” secondo me) che portano e richiamano a qualcosa di remoto, arcano, ancestrale e quindi generalmente Artistico
    La leggerezza di un libro (o il tono a cui si rivolge) non deve influenzare e condizionare in quanto può benissimo essere interpretata e trasposta in qualcosa di Epico, utilizzando gli stessi toni e mezzi ma anche atmosfere ed espressioni nel trasmettere stati d’animo, del lavoro che Peter ha fatto precedentemente e che spero abbia rifatto nei prossimi 2 capitoli
    Questo è quanto (più o meno :D) ed essendo il fantasy il mio genere, qualcosa come IsdA non diventa più un film ma un’Opera Assoluta, dopo avermi espresso tutto ciò costantemente in ogni singola scena e spero che la cosa si ripeta anche in altre forme e manifestazioni !!! :)

  17. In definitiva tutta questa amalgama di cose fa si che “un Viaggio Inaspettato” sia bello ma trasmetti molto poco, dove invece nel IsdA si veniva emozionati a ogni singolo passo (addirittura anche in cose del tipo in cui Pipino nella Compagnia dell’Anello dice “quello sono Funghi” :D) … le si chiamino “buon vecchi tempi, usanze, atmosfere, leggerezza o modi di ineteragire ad una creazione” ma la differenza (spero isolata) di questo primo capitolo deve far capo a qualcosa :)

  18. @Earendil
    Un prologo su Sauron… non ci avevo neanche lontanamente immaginato, potrebbe essere molto interessante. :-)

  19. Buon Dio brava gente!!!
    Ma riusciamo a renderci conto che già il Viaggio Inaspettato è stato farcito un pò troppo?? Cavolo non avrei mai pensato da fan di Tolkien e della Trilogia quale sono di potermi abbioccare anche solo un attimo durante la prima visione del film!
    Eppure è successo, quei benedetti nani non riescono proprio a farlo il loro viaggio, prima di arrivare a Gran Burrone è un’agonia tra flashback/racconti e palle varie… Oddio in fondo mi è piaciuto e infatti comprerò il dvd come si conviene ad ogni fan :) ma il ritmo generale scusatemi ma è decisamente lento!
    Non troppissima roba in effetti, ma il ritmo ne esce un pò malconcio….
    Ok dopo questa tiritera volevo solo dire che ci manca ancora che inseriscano nei prossimi film la caccia a gollum, o peggio l’infanzia di Sauron! E che cavolo ragazzi siamo un pò realisti e obiettivi! Già il pubblico normale non è che lo abbia apprezzato così tanto sto primo film (e non tirate fuori la storia degli incassi perchè con 1 dei biglietti di adesso ce ne escono 2 di 10 anni fa e lo hobbit ha goduto dell’onda di ISDA)….
    E di roba ben più attinente alla storyline dello hobbit ce n’è in abbondanza! D’accordissimo sulla storia parallela di Gandalf alla tomba dei Nove a Rudhaur e poi conseguentemente a Dol Guldur, è pressochè una novità ma va inserita per spiegare le sue sparizioni da stregone “che arriva precisamente quando intende farlo” ma che qui altrimenti sembrerebbe scapparsela allegramente per i prati :)
    già ci sarà una sequela non indifferente di scene per lo hobbit vero e proprio: la visita a Beorn, Gandalf consulta Beorn, i nani nel bosco atro, i ragni, l’arrivo degli elfi, la prigionia, la fuga nelle botti, l’arrivo a Esgaroth, la partenza per la montagna, la porta segreta, Bilbo che scende giù da smaug una, due (forse 3?, non ricordo più) volte, Smaug che si arrabbia e vola verso Esgaroth e viene infine ucciso! E questo è il secondo film, già bello pieno se permettete senza inserire un’oncia di menate in più, eccettuata appunto la storia di Gandalf.
    Ah e già ci sarà da mettere qualcosa con Azog, che presumibilmente inizierà ad ammassare truppe varie.

    E che dire del terzo film? I nani esplorano la montagna, gli elfi arrivano a esgaroth, elfi e uomini vanno a Erebor, arriva Dain con i nani, per poco non si menano tra di loro causa esfiltrazione dell’Arkengemma da parte di Bilbo, ma arriva l’esercito di orchi (e dunque altra scena da inserire un pò prima con l’esercito di orchi che si appropinqua a Erebor) e c’è la tanto agognata BATTAGLIA DEI CINQUE ESERCITI!! che se permettete da sola occuperà quantomeno 45 minuti di film…. e ancora Beorn che arriva, e le aquile,e lo scontro titanico Thorin-Azog, e il cordoglio post-battaglia per Thorin Fili Kili, la divisione del tesoro, riappacificamenti vari e ritorno di Bilbo alla Contea (con conseguente asta dei suoi beni, chissà se la inseriranno?)
    E parallelo a tutto questo c’è il presumibile assalto del Bianco Consiglio (e magari di una legione di elfi di Lothlorien e Gran Burrone chi lo sà? lo sfoggio di cavalleria guerriera nel Viaggio Inaspettato suggerisce che finalmente gli elfi di GranBurrone tireranno fuori le palle) a Dol Guldur con conseguente speriamo non troppo pirotecnico scontro tra Nazgul, Necromante da una parte e Stregoni e Luminosi dall’altra.
    e infine ripulire da ogni lordura i neri pozzi della fortezza e fare contento Radagast e gli animali del bosco… il tutto per poi far accorrere Gandalf in tutta fretta ad aiutare i nani all’Erebor assediato…

    No no brava gente, io non vedo lo spazio neppure per inserire uno spillo di storielle poco attinenti alla storia. Giustappunto Gollum che striscia fuori dal suo lago e inizia a cercare il ladro, l’odiosso Baggins ma nulla nulla NULLA NULLA di più!!!!
    Inserire Aragorn significherebbe mettere anche l’incontro iniziale tra lui e Gandalf, discussioni varie, qualche aneddoto sull’infanzia e infine lui che si mette sulle tracce del carissimo Smeagol (che per inciso non finiva prigioniero degli elfi e poi ospite riluttante di Brad-Dur prima di finire a Moria?)….
    e la storiella di SAURON????? come potete pensare un’eresia simile diavolo? inserire la storia di Sauron, IL SIGNORE DEGLI ANELLI, principale calamità della Terza Era, servo del nemico Morgoth, uno dei Valar (o chi sono, i priminati comunque), prima elfo (sì era un elfo :)) poi convertito al male, corruttore di NUmenor, nemico di Numenor, nemico molesto e onnipresente per tutte le migliaia di anni della Terra di Mezzo….
    ebbene appunto dicevo inserire la storia di Sauron come un ridicolo maledetto cammeo da 10 minuti? ma peste ma se proprio volete ci può stare un raccontino-resoconto di Gandalf che racconta come abbia scoperto che sto belin di Negromante è in realtà SAuron che riprende forza e corpo….
    dai siamo obiettivi Sauron merita un film a parte per la sua storia!

    E poi, NON TOCCA MICA ALLO HOBBIT DOMINARE TUTTE LE MAREE DI QUESTO MONDO! :):) che si limiti a raccontare il suo con qualche (piccolo) aneddoto qua è là necessario per la spiegazione del film stesso! :)

    Con questo finisco il mio sproloquio verbale. Grazie a chi ha avuto il coraggio e la pazienza per leggere fin qui.

  20. @ Jacopo: grazie x l’appoggio :) Anche se come hai ben notato la mia risposta ad Atanvar non voleva innanzitutto essere una critica nei Suoi confronti ma al contrario un appoggio pieno di quanto aveva detto (con mia spiegazione) e poi si riferisce ad una altro discorso, relativo a non quanti eventi siano più o meno presenti in ogni capitolo ma del come questi siano trasposti e montati (tanto x dire non è la quantità povera o eccessiva che conta ma la Qualità :)
    In un post precedente avevo schematizzato “Racconto di un Ritorno” in questo modo che sarebbe molto ovvio, logico e semplice secondo me da vedere:
    (Battaglia dei 5 eserciti + Dol Guldur & tutto ciò che ne presegue e ne consegue, in metà film e vale a dire 1.30h/1.45h al massimo, che per quanto Pelennor e Morannon fossero state golriose ed Assolute il loro tempo alla fin fine è all’incirca quello credo)
    (poi tutti i Collegamenti al IsdA + ritorno di Bilbo & finale, nell’altra metà film 1.30h/1.45h … durata totale del terzo capitolo di 3.30h se non di più, come “il Ritorno del Re”)
    Quindi, come dicevo, tempo credo ce ne sia a sufficienza per i collegamenti, che devono secondo me categoricamente essere innanzitutto l’insediamento e la manifestazione di Sauron a Mordor con l’inizio della ricotruzione di Barad-dur circa 10 anni dopo lo Hobbit (2951) con relativi spostamenti da parte dei Nazgul e magari corruzzione di Saruman e dei vari eserciti Esterling, Haradrim, Umbar, ecc … E poi la colonizzazzione di Balin a Moria nel 2980 e suo attacco da parte dei Goblin, così da spiegare e mostrare gli eventi già verificati nella “Compagnia dell’Anello” insieme alle pretese di rifugio di Gimli
    Per quanto riguarda la presenza di Aragorn (come diceva Atanvar sui vecchi personaggi) ci conto molto, in quanto la cosa porterebbe principalemente un pò più vicini allo stile e all’atmosfera del IsdA … e tutto ciò dipende soprattutto da come gli eventi vengano inseriti (come dicevo) in modo logico, coerente, artistico ed espressivo
    Quindi più di preoccuparmi di quanto materiale ci sia e non ci sia (se vengano inseriti o meno la caccia a Gollum, le varie manifestazioni di Sauron, le interazioni di Aragorn con Gandalf, Elrond, Arwen, ecc…) e se la trasposizione cinematografica sia piena e satura o al contrario tranquilla e ferma, ma la cosa importante è che il tutto “Funzioni” e che esprima (ad ogni singola scena e istante) “Emozioni” di qualsiasi genere e tipo (dal cupo, al tranquillo, al glorioso, ecc…) per atmosfere “SERIE” come IsdA, eliminando quindi l’artefazione commerciale, leggera, fiabesca e quindi piatta nelle emozioni presenti in questo primo capitolo come alla “Mago di Oz”
    Comunque per tutti i collegamenti tra gli anni dello Hobbit e IsdA (se funzionanti ed espressivi artisticamente) per me vanno bene, indifferentemente dalla quanti sono … per quanto riguarda invece ciò che c’è prima con le antitesi di Sauron, Numenor, i popoli del Nord, ecc … ti do ragione in quanto si andrebbe a finire nel Silmarillion e si sfocerebbe troppo in la con la connessioni degli eventi tra le 2 Trilogie (che comunque hanno avuto il loro momento di gloria assoluta come il prologo della “Compagnia dell’Anello”) e, come ha detto Atanvar, si dovrebbe pensare a Spin-off, serie TV o magari spero in una serie di futuri film separati x ogni storia/accadimento :)

  21. Io ci andrei piano a parlare di “leggerezza”, a meno che il film lo si sia capito.
    Adesso dirò una cosa, che sono certo troverà molte critiche, ma io trovo molto più “Tolkieniano” questo “Un Viaggio Inaspettato” che il film de “La Compagnia dell’Anello”.

    Il tema della nostalgia di casa, quello della paura di affrontare il mondo ed il rinchiudersi nelle proprie certezze/sicurezze, il tema della persona comune che si scopre avventuriero e poi eroe, il tema delle piccole cose che tengono a bada il male e non grossi poteri, l’amicizia (quella che lentamente si instaura tra Bilbo e Thorin), ecc… a me non pare per niente un filmetto per ragazzi, o meglio, lo è ma nella stessa accezione in cui Tolkien intendeva il suo romanzo… è fantasy, è una favola ma ci sono dentro sentimenti e valori reali.

    Io l’ho trovato un gran film.

    Poi a me non ha annoiato mai, anzi, il tempo è volato ed ero molto rammaricato alla fine del film perchè avrei voluto continuare l’avventura ed il viaggio verso la Montagna Solitaria! ^___^

    Io sono più che certo che quanto narrato magistralmente da PJ sia solo un’antipasto: il secondo film sarà bellissimo e per chi sente la mancanza del drammatico e del cupo, ricordo solo che vedremo: l’ascesa di Sauron… la clip della Tomba di Angmar è il chiaro esempi che ci cacheremo addosso in molte scene… (forse è anche possibile che vedremo gli Istari respingere Sauron).
    Ricordo anche che PJ disse che con il proseguire dei film vedremo progressivamente gli effetti negativi dell’Anello farsi sentire!

    Poi vedremo: i Ragni (Shelob era uno… ce ne saranno decine!) il fiume nero, Bosco Atro, gli Elfi Silvani (mi immagino già l’epicità di scene come la cattura di Thorin ed l’acceso confronto con Thranduil! ODDIO!), la fuga nelle botti (epico!), Beorn, Smaug (i suoi dialoghi con Bilbo penso entreranno nella storia del cinema!), Pontelagolungo in fiamme, la morte di Smaug e poi verrà gettata un ombra sull’imminente Guerra!

    Credo che chi sia in cerca di toni dark li troverà decisamente nei prossimi due film…

  22. @Jacopo
    E allora? Sempre meglio che non farla sapere ai fan… in fondo della storia degli Istari se ne sono sbarazzati in 3 secondi dicendo che erano in 5 e menzionando il loro nomi… E che dire di tutta la storia della forgiatura degli anelli come introduzione a Il Signore degli Anelli? Pagine del Silmarillion trattate in 5 minuti…
    Qualche scena su Sauron (magari raccontata da Eldrond, Galadriel o Gandalf) io ripeto farebbe piacere, se non nel secondo, magari nel terzo, dove il Negromante sarà il nemico principale…

  23. @Zerph:io ti adoro,mi togli le parole di bocca,concordo con tutto ciò che dici :)
    @Jacopo: non ricordavo che sauron fosse un elfo,sono certissima che egli era uno degli Ainur,un Maia,di grado minore rispetto ai Valar o.o sono fresca di silmarillion,l’ho finito di rileggere proprio in questi giorni quindi non penso di sbagliarmi.

  24. @Jacopo
    La struttura di Un Viaggio Inaspettato è molto simile a La Compagnia dell’Anello:
    Prologo – Inizio del viaggio – Inconveniente Troll (sosta a Brea) – Colle Vento (Attacco dei Mannari) – Sosta a Gran Burrone – Consiglio di Elrond (Bianco Consiglio) – Caradhras (Lotta tra i Giganti di Pietra) – Moria (Regno dei Goblin) – Sosta a Caras Galadhon (Indovinelli) – Amon Hen e fuga di Frodo (Attacco dei Mannari e salvataggio da parte delle aquile).
    Un Viaggio Inaspettato non è assolutamente lento… anzi è a tratti più scorrevole de La Compagnia dell’Anello – e poi ripeto ancora una volta: le tematiche trattate nelle due trilogie sono molto diverse; tuttavia, come ha detto giustamente Zerph, Un Viaggio Inaspettato non è solo un film per ragazzi (come tra l’altro l’aveva semplicemente inteso Tolkien), ma un film nel quale è insita una morale molto matura, soprattutto quando Gandalf parla a Galadriel del perché ha scelto Bilbo Baggins, o la crescita di Bilbo come Eroe (in contrapposizione alla trasformazione di Frodo), al fatto che è il coraggio la vera arma contro il Male (infatti i Nani non sono tutti dei guerrieri ma soprattutto stagnai e giocattolai).
    Un Viaggio Inaspettato è un grandissimo film fantasy d’avventura intriso di gesta epiche e contenuti altamente morali. Penso sia stato un bellissimo trampolino di lancio con una lunga – ed assolutamente mai noiosa – salita iniziale; per poi scivolare vorticosamente in toni più cupi nei prossimi due film. Come era successo con La Compagnia dell’Anello che ha aperto le porte a Le Due Torri, il quale era molto diverso come impostazione dal film precedente.

  25. @Tutti o quasi
    Ok ragazzi, riconosco di essermi lasciato trasportare un pò troppo e di aver fatto qualche goccia fuori dal vaso.
    Il punto è che quando ho letto di una possibile introduzione di Viggo nella trilogia, della Caccia a Gollum e del prologo su Sauron mi è salito il sangue alla testa, non ci ho più visto e ho iniziato a dire più di quanto in realtà pensi. :)

    Io sono favorevole all’inserimento di aneddoti, resoconti e spiegoni vari, purchè siano motivati da un preciso bisogno di maggior chiarezza e si inseriscano in maniera armoniosa nella struttura del film. Perciò un ragguaglio sulle vicende di Sauron antecedenti la sua comparsa come Negromante è ben accetto e anzi quasi necessario, che sia presentato sotto forma di prologo (dubito) o come racconto di Gandalf..
    Quello che temo è che i prossimi film cadano nella trappola in cui il Viaggio Inaspettato è già quasi caduto: ossia inserire forse non troppe parti aggiuntive ma queste stesse troppo lunghe, tanto da spezzare il ritmo del film e renderlo di fatto un mezzo polpettone.

    Da fan, mi aspettavo molto. Molto mi è stato dato. Tornare a vedere la Terra di Mezzo non più solo con l’immaginazione è stato bellissimo, ma qualcosa è stato rovinato.
    Spero che sul fatto che lo Hobbit per ora non sia al livello d’ISDA siamo tutti d’accordo.
    Io ho, purtroppo, una carrellata di critiche da fare, e solo una piccola parte riguarda l’inserimento di scene in più.
    Parlo di animazione digitale e di caratterizzazione di luoghi, personaggi e della struttura del film.
    Come Giuliano, ho storto il naso alla nuova tecnologia di animazione digitale ed alle nuove tecniche. Pur trattandosi di film dieci anni più vecchi, quelli della trilogia, essendo stati creati facendo largo uso di “oggetti fisici” quali intendo modellini (spettacolare l’intera MInas Tirith alta 5 metri o i sotterranei di Orthanc) e maschere e un Barbalbero-robot e quant’altro, trasmettevano un senso di realismo così veritiero e puro che lo Hobbit può solo sognarsi. Non tanto per i paesaggi e le strutture, il nuovo granburrone è maestoso ed incredibile, quanto per i personaggi.
    Non so voi, ma io sti goblin non li ho proprio digeriti. Non ho digerito loro, la loro fisionomia (tanto belli quelli sminchiatelli, rachitici eppure belligeranti di Moria), la loro caratterizzazione. Forse è più esatto dire che, dipendesse da me, rifarei da cima a fondo l’intera parte delle montagne nebbiose (tranne l’incontro Bilbo-Gollum, quello sì che è stato magistrale). Con sta menata del voler creare facce mostruose e non umanoidi a tutti i costi, il team della Weta ha finito per creare solo delle informi palle di carne senza emotività, ben distanti dai bellissimi orchi di ISDA: quanto più reali sembravano quelli che ruggivano durante l’ultima alleanza o quello di vedetta a Osgilliath durante la carica di Faramir (durante la canzone di Pipino per intenderci)?
    Questi… mah, a me non hanno convinto per nulla. E non solo le facce, ma le movenze, troppo marcate ed esagerate, innaturali, non solo inumane. Per non parlare della fuga della compagnia dalle caverne. In una parola, un’americanata bella e buona. Gente che para le frecce con la spada, goblin che si lanciano all’arrembaggio e poi si attorcigliano intorno alle strutture di legno, goblin che cadono di qua e di là…
    Attenzione, non sto dicendo che la Compagnia di nani abbia fatto troppo la sborona uccidendo boh, 100, (200?) nemici durante la fuga. Anche Aragorn Legolas Gimli e Boromir ad Amon Hen totalizzano probabilmente un 70-80 nuove bare da riempire, e nessuno mai si è lamentato.
    Ma è la caratterizzazione di questi goblin, la loro mente collettiva che non esiste. Perfino a Moria erano stati capaci di dare l’idea di essere un vero nemico, pericoloso ed incombente, con il troll, l’assedio alla tomba di balin, lo sciame di mostricciattoli che esce dal pavimento e dal soffitto per poi effettivamente circondare la compagnia dell’anello.
    Qua sembra di vedere Crash Bandicoot che scappa dal drago, senza che tale avversario sembri davvero un nemico. piuttosto un’urlante ed incapace orda di cosi che corrono e giocano a chi si fa decapitare per primo.

    Vabbè, questa è la mia opinione. Avrei fatto volentieri a meno anche dei giganti di pietra, 5 minuti davvero da buttare via.
    Ma forse la colpa è tutta di questa CGI, a me sembrava un pò di guardare uno di quei trailer dei nuovi videogiochi, che sembrano ormai dei film. SOlo che quelli sono videogiochi e se ne apprezza l’incredibile realismo, mentre questo era un film che, troppo carico di digitalate, ha dato l’impressione di essere un pò finto.

    ed è un peccato, perchè in fondo è bello. Io ho cantato la canzone dei Nani (e come me almeno altri 7-8 sconosciuti nei posti attorno a me in sala) e ho sentito il tipico brivido che ti attraversa la schiena quando un’emozione ti colpisce forte.

    Ma qualche americanata di troppo (vedi giganti, goblin, Radagast che derapa, DERAPA, in mezzo alle terre selvagge inseguito dai lupi O.o?????), un digitalismo troppo diffuso e una, sempre secondo me, ma pare sia un’idea condivisa da un pò troppi critici, gente normale ed anche alcuni fan, dicevo una costruzione del film non proprio azzeccata non hanno reso giustizia ad un film che invece se la meritava.

    Spero solo che i prossimi riacquistino quell’aura mitica e ancestrale, come diceva sempre giuliano mi pare, quei toni e quei significati nascosti e sotterranei che si manifestano in singole inquadrature, in movenze, in espressioni e suoni (DIo che schifo farebbe un qualsiasi film senza la musica!!) e che rendono GRANDE un film.
    Senza per forza dover aggiungere appendici di qua e riferimenti di là.

    @s. chiedo scusa per lo strafalcione Sauron=elfo. Uso quell’equazione per spiegare ai comuni mortali qualche cosa della genesi della terra di mezzo senza sprofondare in dettagli che neppure io in realtà conosco. :)

  26. @Jacopo
    Indubbiamente la caratterizzazione di alcuni personaggi – vedasi i goblin ed il loro Re – si discostano completamente dai goblin di Moria di dieci anni fa; il problema, come dici tu, può essere imputabile ad un uso “eccessivo” di CGI, dico eccessivo poiché non sono le movenze muscolari e le mimiche facciali il problema – che hanno subito una evoluzione notevole – ma è l’uso di colori “troppo” vivaci che crea questo velo tra lo spettatore ed il film, un velo di finzione possiamo dire… E’ lo stesso identico problema delle macchine digitali, ormai le foto di adesso sembrano tutte costruite al computer in HD, proprio per queste palette colorate ed un’eccessiva risoluzione, poiché ogni foto ed ogni ripresa cinematografica viene trattata digitalmente da un software… la trilogia del Signore degli Anelli fu girata tutta in pellicola, ancora oggi qualcuno gira ancora su pellicola (credo L’Uomo d’Acciaio) – questo potrebbe essere la causa del problema che hai riscontrato durante la visione del film: ti aspettavi un realismo da Signore degli Anelli, e ti sei trovato a guardare come una specie di caricatura molto più dettagliata e colorata, quasi finta! Di fatto – come hai detto tu – molti critici hanno avuto da dire proprio di questo fatto: l’eccessiva finzione di alcune sequenze, e anche di costruzione di alcune scene come la fuga della compagnia dalla Tana dei Goblin, ove vi sono combattimenti che rasentano l’impossibile e le leggi della fisica vengono meno – ma può darsi che il mondo magico de Lo Hobbit possa concedere qualche licenza scientifica al riguardo. Per questo motivo, questo primo film almeno, lo considero un bellissimo film d’Avventura – ripeto, Avventura – fantasy, studiato per abbracciare il gruppo più ampio possibile di spettatori (fan e non).

  27. @ Jacopo

    Un viaggio inaspettato mi è piaciuto molto e l’ho visto 3 volte, tuttavia da Fan ho provato anch’io una punta di delusione e le ragioni sono le stesse che tu punto per punto hai elencato. Pur considerando che la storia è diversa , che è più orientata ad un pubblico di ragazzi non basta a giustificare alcuni scivoloni che la allontanano dalla realtà. La Compagnia dell’anello come film d’esordio della trilogia di ISDA mi era piaciuta molto di più.

  28. @s. Scusami eh. Quando tu chiedi ‘a chi non avrebbe fatto piacere rivedere Legolas? ‘ . Ti rispondo a me. Se paragoniamo la mancanza di Aragorn,che è un personaggio ben più fondamentale,rivedere Legolas in un contesto nel quale è fuori luogo in quanto di nessuna importanza allora sì,mi dà fastidio.

  29. @Jacopo

    Tranquillo, la scena dell’asta ci sarà, ci sono le foto ;)

  30. @ Atanvar: si infatti, uno dei concetti principali l’hai detto proprio perfettamente … ci si aspettava un maestoso realismo alla Signore degli Anelli e invece ci si è trovati davanti ad una caricatura digitale molto più dettagliata e colorata e che si discosta dai mezzi utilizzati nel trasporla (eliminazione della Pellicola e di alcune strutture architettoniche fisiche, cambiamento nei mezzi di rappresentazione dei personaggi dal vero al computerizzato, azioni e sequenze che sfociano in artefazioni inverosimili che sembrano a volte voler simulare la struttura plastica dei videogiochi “vedesi fuga e caduta dalla città dei Goblin”, mancanza di espressività in molte scene che sembra dar spazio ad un lavoro costruito automaticamente, ecc…)
    Certo come avventura fantasy può essere perfetta (per chi le concepisce e le immagina da questo punto di vista come molti altri film) e magari è anche come l’avrebbe pensata Tolkien ma si trova su un piano del tutto diverso per chi come me avrebbe voluto rivedere (si spera nei prossimi 2 capitoli) e soprattutto rivivere la stessa Opera d’Arte di 10 anni fa, non artefatta nei dettagli e caricaturale ma profonda, reale, espressiva e con assoluta Serietà nel tono/grana/trasposizione
    Avere quindi Sì 2 racconti diversi ovviamente ma con la Stessa Chiave(cosa che invece è cambiata al momento) ed essendo sempre PJ, la Weta e tutti gli altri, non avrei dovuto percepire differenza se non nella storia in se e invece è chiara la diversa Chiave/Trasposizione (un pò come vedere, giustamente in questo caso, i nuovi Epici Batman di Nolan contro i vecchi di Tim Burton dove, anche se molto belli anch’essi, sono del tutto diversi) … i capitoli dei “Pirati dei Caraibi” ad es. (così come di molte altre trilogie) a distanza di anni l’uno dall’altro, non sono mai cambiati in Chiave se non ovviamente nelle trame
    Chissà che forse PJ avendo girato “Lo Hobbit” direttamente nel 2004 (ad un anno di distanza dal “Ritorno del Re”) avrebbe ottenuto e conseguito lo stesso identico risultato con la medesima percezione ?!?! Speriamo di ritornarci costantemente in ogni singola scena dei prossimi 2 capitoli :)

  31. @Giuliano e Atanvar: Mi inchino alle vostre riflessioni e alle analisi dell’apparato digitale del film. D’accordo in tutto e per tutto, e fa piacere vedere che condividiamo lo stesso punto di vista.
    Se un anno fa qualcuno mi avesse detto che i ritocchi digitali avrebbero rovinato/abbassato il realismo delle immagini del film, gli avrei risposto di trapanarsi una presa d’aria nel cervello, perchè evidentemente non riceveva abbastanza ossigeno :) Eppure è capitato.
    Per non parlare dell’impostazione del film stesso, della CHIAVE NARRATIVA. Speriamo che per i prossimi Pj abbia scelto dal mazzo quella giusta, gettando nel dimenticatoio questa.

    @Gaffiere. Grazie per l’appoggio :)

    @Florio: Lo supponevo, grazie per la conferma:)

    @princesshim: Non so se darti ragione o no. Ai fini della narrazione effettivamente Legolas poteva anche non esserci, tuttavia essendo il figlio del re ed essendo per sua natura immortale, da un punto di vista strettamente logico non si può dire che sia fuori posto. Per non parlare dei ponti da creare con ISDA. A me in fondo non dà nessun fastidio rivedere Legolas ma è anche vero che non ne avrei sentito la mancanza.
    Per rimanere in tema di elfi, non mi dà neppure fastidio l’elfa Tauriel. Pur essendo totalmente inventata, un benedetto personaggio femminile non può che arricchire l’atmosfera, e mi pare che dopo un iniziale disappunto nessuno abbia più mosso obiezioni a riguardo :) (sperando solo che la love story Kili-Tauriel non sia troppo spinta e si limiti solo a qualcosina di più dell’adorazione di Gimli per Galadriel)

  32. @princesshim :beh sarebbe stato molto strano non inserire legolas nel film scusami o.o..sappiamo tutti che tolkien quando scrisse il libro non aveva ancora inventato il personaggio di legolas,ma in quel periodo esisteva eccome,entrare a bosco atro,vedere thranduil..non sarebbe stato strano non vedere legolas al suo fianco dato che è suo figlio?..per quanto riguarda aragorn l’ho già detto che mi farebbe davvero piacere rivederlo,ma nel contesto de lo hobbit è lui che non c’entra veramente niente al contrario di legolas.almeno che non facciano davvero alla fine del terzo film un collegamento con isda.

  33. @ Jacopo: si infatti è così :) e se alcune scene mi hanno saputo trasmettere qualcosa (come il prolo di erebor, l’inseguimento nelle terre selvagge e l’arrivo ad Imladris, Azanulbizar e l’abbraccio finale) è stato Sì per la bellezza di esse ma soprattutto perchè in maniera indiretta richiamavano l’Epica Trilogia
    Speriamo di ritornarci in questo “vento costante di emozioni” di 10 anni fa ad ogni passo e sequenza nei prossimi 2 capitoli (come già la clip di Rhudaur spero mi abbia fatto presagire) invece di averlo solo da monito in alcuni punti e per tutto il resto fruire un’estrema digitalità commerciale piatta in chiave fiabesca lontana dal reale/serio/drammatico/glorioso :)

  34. Scusate, ma non avrebbe più senso fare un quarto film di collegamento tra gli avvenimenti de Lo Hobbit e quelli de Il Signore degli Anelli? Tanto da un punto di vista economico sarebbe comunque un successo al botteghino.

  35. Volevo domandare a tutti: nessuno si ricorda delle interviste iniziali a PJ quando venne annunciato il film?

    Io ricordo che dissero (all’epoca erano solo due film) che VOLUTAMENTE il tono del primo film sarebbe stato più
    da favola, in accordo con il romanzo, per poi gradualmente incupirsi… non è una mia deduzione, ricordo chiaramente l’intervista dove PJ diceva che c’era la volontà di creare un’opera unitara insieme ai vecchi film de Il Signore degli Anelli, e vedendoli poi tutti insieme ci sarebbe stata una naturale progressione.

    Se poi penso ad altre interviste, come ad esempio quella in cui PJ disse che proprio in virtù del fatto che si narreranno anche vicende delle appendici e vedremo la storyline di Sauron e la sua ascesa, inizialmente quando Bilbo si mette l’Anello non rivedremo gli stessi effetti di quelli che subiva Frodo. (infatti in Un Viaggio Inaspettato è stato così).

    Ma poi con il lento risveglarsi di Sauron e la sua graduale riacquisizione di potere, gli effetti dell’Anello cominceranno a farsi sentire.

    Queste dichiarazioni mi danno la certezza che già questo Natale riassaporeremo in parte le atmosfere della vecchia Trilogia, unitamente anche agli accadimenti a cui assisteremo.

    Insomma, c’è un Drago, Ragni giganti, il ritorno di Sauron: forzatamente il tono sarà più drammatico.

    Volevo però nello specifico rispondere a @Jacopo: sono d’accordo con te che la struttura di questo primo film ricalchi molto da vicino quella de La Compagnia dell’Anello.

    Non solo, anche il secondo film sarà nella struttura (e a questo punto anche nei toni più dark) simile a Le Due Torri: lo ha detto esplicitamente PJ in un videoblog se non ricordo male… e poi è ovvio, basta pensare alla storia… ci saranno diverse storie parallele da raccontare che si alterneranno:

    1- Gandalf quasi mai è con la compagnia dei Nani. Lo vedremo insieme a Radagast ad indagare sulla Tomba e la fortezza e probabilmente insieme agli altri Istari per decidere cosa fare per respingere Sauron.

    2- Le vicende della compagnia di Thorin, tralaltro molto frammentata anche questa. Thorin ad un certo punto viene catturato e separato dagli altri.
    Bilbo spesso si trova da solo (si pensi alle scene con Smaug)

    3- Le vicende di Pontelagolungo e di Bard l’Arciere.

    Insomma, assisteremo a “percorsi” separati che si alterneranno…

    E poi, mi spingo ancora di più, al terzo film: anch’esso sarà simile nella struttura (e nei toni a questo punto) de Il Ritorno del Re: sarà tutto incentrato su una grossa battaglia. ^_^

  36. visto che siamo in via di critiche io voglio fare le mia parte.
    A molti puo essere indifferente, ma alla fine del film quando thorin scende dall’albero per fronteggiare azog, la colonna sonora non ci stava proprio. Mi sono messo le mani nei capelli quando ho sentito la canzone dei Nazgul quando il contesto é del tutto differente. Io sono un grande fan di Howard ma in quel momento poteva inventarsi qualcosina…
    Il mio desiderio piu grande é una colonna sonora tutta nuova nei prossimi film sempre in chiave Terra di mezzo (cosa molto probabile)

  37. @giogio14
    Ti dò ragione, in quanto Howard Shore che ha composto a parer mio la più bella colonna sonora mai scritta (anche più bella di quella della trilogia originale di Star Wars), ha usato e abusato di brani de Il Signore degli Anelli (soprattutto quelli de La Compagnia dell’Anello), quando invece poteva osare molto di più. Tuttavia nell’album Lo Hobbit OST Special Edition vi sono dei brani bonus molto ma molto più belli ed evocativi dell’intera colonna sonora, i cui brani comunque non sono affatto in ordine cronologico rispetto al film e mancano molti brani che nel film sono presenti – problema che si risolverà con l’uscita dell’Edizione The Complete Recording. Quindi credo che questi brani bonus verranno utilizzati nel prossimo film (probabilmente sono un assaggio di quello che sentiremo), il che fa ben sperare.

  38. Come ho sempre ribadito “alla ricerca di Gollum” può starci benissimo e magari come scena finale per fare da ponte a SDA ma non vedrei male anche che nella battaglia dei cinque eserciti entrino anche i Raminghi capeggiati da Strider!

  39. Se non erro, Grampasso in quei tempi lavorava sotto il nonno di Theoden a Rohan come mercenario, oppure addirittura come capitano di una nave nella flotta di Gondor, e combatteva i Pirati di Umbar. Salgari Puro.

  40. Ma state scrivendo il copione del film con questi messaggi interminabili XD ahah
    Comunque speriamo che vengano incluse anche le appendici per collegare Lo Hobbit a ISDA
    Ho notato con sommo piacere che ci sarà un terzo film, mi sembra un buonissimo segno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.