La Warner candida Lo Hobbit – Un Viaggio Inaspettato a 16 Oscar

Sono ben 16 le categorie cui la Warner Bros. intende candidare Lo Hobbit – un Viaggio Inaspettato agli Academy Awards.

Come vi abbiamo già comunicato alcune settimane fa, la major ha inserito il kolossal di Peter Jackson tra i cinque film da proporre all’Academy per gli Oscar 2013, insieme al Cavaliere Oscuro – il Ritorno, Argo, Cloud Atlas, Magic Mike. A partire dal 2 dicembre inizierà a proiettare il film ai membri dell’Academy chiedendo di prenderlo in considerazione per 16 categorie, che spaziano dalle più importanti a quelle tecniche. Ovviamente ci sono categorie in cui è improbabile che ottenga nomination (Cate Blanchett come migliore attrice non protagonista) e categorie in cui è praticamente scontato che la ottenga (migliori effetti visivi).

Ecco la lista:

WARNER BROS. – FOR YOUR CONSIDERATION 2012

THE HOBBIT: AN UNEXPECTED JOURNEY

FOR YOUR CONSIDERATION

  • MIGLIOR FILM
    CAROLYNNE CUNNINGHAM
    ZANE WEINER
    FRAN WALSH
    PETER JACKSON
  • MIGLIOR REGISTA
    PETER JACKSON
  • MIGLIOR SCENEGGIATURA ADATTATA
    FRAN WALSH &
    PHILIPPA BOYENS &
    PETER JACKSON &
    GUILLERMO DEL TORO
  • MIGLIOR ATTORE
    MARTIN FREEMAN
  • MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
    IAN McKELLEN
    RICHARD ARMITAGE
    ANDY SERKIS
  • MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
    CATE BLANCHETT
  • MIGLIOR FOTOGRAFIA
    ANDREW LESNIE, ACS, ASC
  • MIGLIORI SCENOGRAFIE
    Production Designer
    DAN HENNAH
    Set Decorators
    RA VINCENT
    SIMON BRIGHT
  • MIGLIOR MONTAGGIO
    JABEZ OLSSEN
  • MIGLIORI COSTUMI
    ANN MASKREY
    RICHARD TAYLOR
    BOB BUCK
  • MIGLIOR TRUCCO E PARRUCCO
    Armour, Weapons, Creatures and Special Makeup
    RICHARD TAYLOR
    Hair and Makeup Design
    PETER SWORDS KING
  • MIGLIOR MISSAGGIO DEL SONORO
    Production Sound Mixer
    TONY JOHNSON
    Re-Recording Mixers
    CHRISTOPHER BOYES
    MICHAEL HEDGES
    MICHAEL SEMANICK
  • MIGLIOR MONTAGGIO DEL SONORO
    BRENT BURGE
    CHRIS WARD
  • MIGLIORI EFFETTI VISIVI
    JOE LETTERI
    ERIC SAINDON
    DAVID CLAYTON
    R. CHRISTOPHER WHITE
  • MIGLIOR COLONNA SONORA
    HOWARD SHORE
  • MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
    “Song of the Lonely Mountain”
    Music by
    NEIL FINN
    DAVID DONALDSON
    STEVE ROCHE
    JANET RODDICK
    DAVID LONG
    Lyrics by
    NEIL FINN
    Performed and Produced by
    NEIL FINN

22 pensieri riguardo “La Warner candida Lo Hobbit – Un Viaggio Inaspettato a 16 Oscar”

  1. hehehe…chapeau! XD
    ogni tanto mi pare che se la tirino un pò troppo, però direi che almeno 4 o 5 sono assicurati :)

  2. Ecco come al solito hanno messo miglior sceneggiatura adattata, spero che in questo vinca Argo, mentre spero che finalmente sta accademy dopo 3 anni di SDA dia un premio agli attori che se lo meritano, in questo caso ovviamente Ian McKellen e al David di Donatello Proietti miglior doppiatore :-P

  3. martin freeman è un grandissimo,lo posso affermare dopo aver letto entrambe le interviste xD

  4. ma secondo voi dopo lo hobbit peter produrrà qualcos’altro nella terra di mezzo,prendendo sempre ispirazione dai libri di tolkien per esempio,il silmarillion?

  5. Ve la riporto direttamente qua:

    Martin Freeman: “Mi sento un hobbit elegante”
    L’attore interpreterà Bilbo nel prequel della saga del Signore degli Anelli, diretta da Peter Jackson. “Mi hanno scelto perché ho la faccia da creatura dei boschi. Ma in realtà sono un modaiolo”

    Per essere felice Bilbo Baggins ha bisogno della pipa, di un bel libro e della dispensa piena. «Cibo, casa e lettura: cosa c’è di più?» si chiede Martin Freeman. Pipa a parte, i suoi interessi sono gli stessi. Ha la reticenza dell’hobbit, la creatura cui Tolkien affida l’anello del potere, la sua preferenza per una vita tranquilla. Se Bilbo è l’eroe a portata d’uomo -mai avrebbe voluto trovarsi invischiato nell’avventura che il destino ha in serbo per lui – lo è anche Freeman: stanarlo non è facile. «Ho bisogno di una tentazione seria, adoro stare a casa mia».
    Da dicembre il suo viso (con orecchie allargate finte) sarà sinonimo del nuovo kolossal di Peter Jackson, il regista neozelandese che dopo il Signore degli anelli si dedica al prequel della saga della Terra di Mezzo. Un libro, tre film, un anno e mezzo di riprese per i primi due episodi perché Jackson, si sa, è un perfezionista. «Con Pete parti, ma non sai quando torni» scherza Freeman. In realtà se c’è voluto tanto la colpa, o il merito, è anche suo. Freeman era già promesso a una serie su Sherlock Holmes (è il dottor Watson). Inizialmente era stato costretto a dire no a Bilbo. Jackson non ha voluto compromessi. Piuttosto che trovare un altro attore ha preferito riorganizzare la tabella di marcia.

    Un bel complimento, no?
    Secondo me Pete ha visto uno come me, con una faccia strana, e ha detto: è lui il mio hobbit! E adesso tutti sono lì a cercare le somiglianze tra me e questo piccolo e anomalo essere fantastico.

    E quali sono le differenze?
    Il povero Bilbo non ha stile, mentre per me l’abbigliamento è sempre stato un’ossessione. Sapevo cosa volevo mettermi già quando ero piccolo. Sono un mod, un po’ come Bradley Wiggins (un ciclista britannico, ndr).

    C’è un accessorio del quale non potrebbe fare a meno?
    Non saprei. Scarpe, orologi, gemelli, mi piace tutto. Sto peggiorando con l’età. Ho letto una cosa terrificante qualche mese fa: se veramente vuoi capire che tipo sei devi dare uno sguardo al tuo estratto conto, vedere dove spendi i soldi. Be’, certo non sono Madre Teresa. Devo dire però che anche prima di avere qualche soldo in banca stavo molto attento a che cosa indossavo. Invece di andare nelle boutique giravo per charity shop.

    Era un appassionato di J.R.R. Tolkien prima di girare il film?
    No, ho letto il libro poco prima di iniziare le riprese, da piccolo il genere fantasy non mi piaceva. Che libri leggeva? Ero un ragazzino serio. A 11 anni ho letto tutto George Orwell. Mi ha cambiato la vita. Ma ciò non toglie che i film siano stati un’esperienza che sono felicissimo di aver potuto fare. Anche se non è stato facile… In che senso? Be’, intanto la distanza da casa. Mia moglie fa l’attrice, i nostri figli sono in età scolastica, un trasferimento in Nuova Zelanda durante le riprese era fuori discussione. E la Nuova Zelanda è magnifica ma vicina non è. Detto ciò, lo rifarei.

    Quindi la famiglia è molto importante per lei?
    Certo, è una priorità, anche se il lavoro viene subito dopo. Sarebbe strano il contrario, no? Ci vuole equilibrio. Se non lavorassi, sicuramente sarei un padre e un marito peggiore; se non avessi la famiglia che ho, forse non riuscirei a lavorare come faccio. Sono stato fortunato. Non ho mai faticato a trovare il ruolo successivo e mi sono arrivati progetti interessanti. Ma c’è stato un periodo, circa quattro o cinque anni fa, in cui non avevo niente all’orizzonte, un periodo che è durato tre o quattro mesi. Poco per un attore, ma non ero abituato. Ho notato diversi cambiamenti: l’arrivo della paranoia, il calo dell’autostima, i nervi a fior di pelle.

    Preferisce fare cinema o teatro?
    Tutti e due. Certi spettacoli che ho fatto a teatro non mi sono serviti per comprare la piscina ma non li dimenticherò mai: momenti che sogni quando speri di diventare attore.

    Lei e Jackson siete diventati amici?
    Non andiamo in discoteca insieme, ma abbiamo una buona relazione professionale. Lo ammiro molto. È sempre aperto a nuove idee, pronto ad ascoltarti. Se gli proponi di realizzare una scena in un certo modo, anche se non è d’accordo te la fa provare, perché sa che a volte dal niente nasce qualcosa di speciale. Se non gli piace non ti critica. Scuote dolcemente la testa e dice “no, non mi sembra che sia giusto’’. Mai niente di peggio. Non grida, non si arrabbia.

    Crede che dopo l’Hobbit Jackson abbia finito con Tolkien?
    Ma, con Pete non si può mai dire mai. È un perfezionista. Nessuno sa che cosa abbia in mente.

    Fonte: http://www.iodonna.it/personaggi/interviste/2012/martin-freeman-lo-hobbit-intervista-401070613201.shtml

  6. be wow ambiziosi . comunque non credo che riceveranno tanti oscar come il signore degli anelli, ma ne riceveranno di sicuro molti . secondo me è sicuro quello di cate blanchett.

  7. Miglior attore non protagonsita: Richard Armitage e Miglior attore protagonista: Martin Freeman …. siiiiiiiii per favore Academy

  8. dobbiamo rifarci: ISdA meritava un oscar in più per il ritorno del re (miglior attore protagonista Sean Astin)per questo spero li vinca tutti e 16!

  9. Io invece credo che l’oscar alla colonna sonora non ci sara mai perché è in gran parte presa da isda!

  10. non ho capito…perchè è improbabile che Cate Blanchett vinca come migliore attrice non protagonista?

  11. Miglior trucco, Migliori costumi, Migliori effetti visivi direi che sono assicurati; Miglior colonna sonora lo spero proprio…
    Miglior attore non protagonista: Se non lo danno a McKellen a chi lo daranno? Sir Ian McKellen merita davvero un oscar, c’è da stupirsi che non l’abbia ancora vinto…

  12. nomination più probabili :
    -film
    -regia
    -attore protagonista
    -montaggio
    -effetti speciali
    -trucco
    -costumi
    -colonna sonora
    -suono
    -montaggio sonoro

  13. Anonimo: diciamo che loro ci provano con tutte le categorie, ma alcune sono veramente improbabili… la blanchett avrà si e no 15 minuti di screen time, e a meno che non faccia una performance da capogiro dubito che la si prenderà in considerazione per un oscar xD

  14. per quanto riguarda la colonna sonora credo che possa vincere perchè le nuove regole dell’Accademy dicono che almeno il 70% delle musiche devono essere originali e dopo averla ascoltata tutta su youtube penso che preso da isda sarà massimo un 20%. Effetti dovrebbe vincere come scenografia trucco e costumi non lo so perchè ho visto alcune immagini su Bad taste de “I MIserabili” e sono veramente pazzeschi…..

  15. 16 Oscar?!?!?!?! Ma è fantastico! A parer mio, in riferimento a ciò che ho potuto vedere finora, Martin Freeman se lo merita proprio l’Oscar come “Miglior attore”!
    Per quanto riguarda “Miglior attore non protagonista”, non saprei proprio… tutti e tre i candidati sono possibili vincitori… :)

  16. Ne abbiamo parlato oggi io e mia cugina: ma… in Italia ci sono “giornate a tema HOBBIT”??? (tolte conferenze ecc.)

  17. peterj: dove hai trovato l’intera colonna sonora su youtube?

  18. @ giovanni
    cerca The Hobbit Soundtrack – “Old Friends (Extended Version)” by Howard Shore
    e da li cerchi le altre :)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.