Lo Hobbit: un Viaggio Inaspettato, ecco la sinossi italiana ufficiale

hobbit banner

hobbit banner

A meno di 100 giorni dall’uscita del primo dei tre episodi dell’adattamento cinematografico dello Hobbit, intitolato Lo Hobbit – un Viaggio Inaspettato, la Warner Bros. ha diffuso la nuova sinossi italiana ufficiale del film di Peter Jackson, che uscirà il 13 dicembre in Italia.

Potete leggerla qui sotto:

La storia racconta il viaggio del protagonista Bilbo Baggins, coinvolto in un’epica ricerca per reclamare il regno di Erebor, governato dal terribile drago Smaug. Avvicinato dal mago Gandalf il Grigio, Bilbo si ritrova al seguito di tredici nani capeggiati dal leggendario guerriero Thorin Scudodiquercia. Il viaggio li conduce per terre piene di pericoli e avventure, abitate da goblin e orchi e implacabili lupi mannari. La loro meta principale è raggiungere l’Est e le aride Montagne Nebbiose, ma prima dovranno sottrarsi ai tunnel dei goblin, dove Bilbo incontra una creatura che gli cambierà la vita per sempre… Gollum. Qui, da solo con Gollum, sulle rive del lago seminterrato, l’ignaro Bilbo Baggins non solo si scoprirà così ingenuo e coraggioso al punto da sorprendere persino se stesso, ma riuscirà a impossessarsi del “prezioso” anello di Gollum che possiede qualità inaspettate ed utili… un semplice anello d’oro, legato alle sorti della Terra di Mezzo in modo così stretto che Bilbo non può neanche immaginare.


35 pensieri riguardo “Lo Hobbit: un Viaggio Inaspettato, ecco la sinossi italiana ufficiale”

  1. non mi piace che abbiano chiamato Gandalf il Grigio ‘mago’. ‘Stregone’ sarebbe molto più appropriato ed in linea con l’inglese ‘wizard’.

  2. Per quanto mi riguarda, la sinossi serve solo a capire dove si fermerà il primo film e spero non si fermi nella caverna di Gollum! Anche perché non avrebbero pubblicato le foto di Thranduil nell’Annual 2013. Comunque si sapeva che avrebbero preso qualche cappellata nella traduzione italiana (mago/stregone).

  3. C’è anche da dire che le Montagne Nebbiose non sono la meta di Thorin e Co., ma il primo ostacolo. E che non sono aride affatto.

  4. quindi in pratica il primo film dovrebbe finire coll’incendio nel bosco e l’arrivo da beorn…il secondo sarà l’attraversamento di bosco atro e la fuga dagli elfi e l’ultimo sarà interamente dedicato alla montagna, non è poi così sbagliata come organizzazione tutto sommato

  5. Non penso proprio che sarà come indicato da “Gollum”, anche perchè che senso avrebbe chiamare il secondo film la “desolazione di smaug”? Io penso che (occhio agli SPOILER da qui in poi) nel primo film bilbo partirà con i nani, troverà l’anello e riuscira a fuggire dagli elfi. Nel secondo ci sarà l’arrivo dei nani a pontelagolungo, la ricerca della porta, la discussione con il drago e probabilmente la distruzione della città da parte del drago. Forse anche l’impresa di Bard. Il terzo film sarebbe dedicato alla fortificazione della montagna, alla storia dell’archepietra, alla guerra dei 5 eserciti, e al ritorno a casa.

  6. Secondo me ,come avevo letto su il corriere della sera qualche mesa fa,il primo film finirá con il ritrovamento dell’anello anche se non ha molto senso visto che sarebbe solo al quinto capitolo ma è l’intenzione di pj quella di fare un film-ponte e a mio avviso come scena finale il ritrovamento dell’anello ricorda molto ISDA

  7. Non dimentichiamo che in mezzo a tutta la vicenda dovrà essere inserito pure il bianco consiglio e la battaglia contro il Negromante…quindi la vicenda dei nani, se pur di primaria importanza sarà comunque diluita( a livello di durata dei tre film) anche da tale aspetto…

  8. Se il regista desidera concludere la prima avventura in maniera agrodolce, (SPOILER) la divisione della compagnia dei nani da Gandalf sarebbe la cosa più giusta. Il secondo film, così, seguirebbe le vicende sia dello stregone sia dei nani che, in qualche modo sarebbero lo stesso collegate (Per “Le due torri” era andato lo stesso e il risultato era strabiliante). Certo, ciò significherebbe rimandare la battaglia coi ragni – una delle scene che attendevo di più – ma nel caso accaddesse sul serio, pazienterò.

  9. A me invece fa paura la parola “reclamare”, visto che doveva essere citata per i nani e non per Bilbo, quindi spero che Jackson anche se ne farà ugualmente un bel film (il primo penso anche io che si fermerà al saluto a Gandalf) non si inventi le solite cose….

  10. Secondo me i tre film finiranno cosi’:

    1 – Con il saluto di Gandalf ai nani ai margini del Bosco Atro, oppure con la cattura dei nani da parte degli Elfi Silvani;

    2 – Con la distruzione di Esgaroth e la morte di Smaug;

    3 – Con i preparativi nella Contea per il 111° compleanno di Bilbo (allacciandosi così direttamente al primo film della trilogia LOTR).

  11. Il primo episodio secondo me finirà con la fuga nei barili. Ormai hanno reso chiaro questo episodio come una scena del primo film (anche se prima dell’annuncio dei tre film) che rimangiarsi tutto sarebbe poco cerimonioso. Tuttavia a me non dispiace nessun taglio (a patto che sia DOPO Beorn, dannazione!), trovando comunque un climax plausibile al film: come era già avvenuto nella Compagnia dell’Anello, con l’inserimento in extremis della morte di Boromir, creano un finale un po’ triste, ma solenne, adeguato. Come mi ripeto sempre: in quanto a script c’è poco da criticare a PJ e co. e non credo stavolta ci sarà l’eccezione.

  12. @Michele
    daccordissimo con te!
    @SARUMAN IL MULTICOLORE
    daccordissimo tranne per
    1 – Con il saluto di Gandalf ai nani ai margini del Bosco Atro.
    io opto decisamente per
    oppure con la cattura dei nani da parte degli Elfi Silvani
    poi magari hai ragione te :)

  13. Qui, da solo con Gollum, sulle rive del lago SEMINTERRATO[…]
    ma che ca**! “seminterrato”? eccheè? una piscina condominiale?
    mi fa scompisciare! XD

  14. ma scusate, come possono metter tutto l’attraversamento di bosco atro e delle montagne in un solo film? c’è troppa roba da fare: i troll, gli orchi, gollum, i lupi, le aquile, beorn, i ragni e poi gli elfi…e tenersi 2 film interi solo sulla battaglia di esgaroth e su quella dei 5 eserciti? ok che ci saranno le estensioni del bianco consiglio e del negromante, ma così è troppo sbilanciato…

  15. Credo che avremo in ogni caso un finale movimentato,per il primo film potrebbe essere l’incontro con i ragni…
    Per quanto riguarda il materiale preso dalle 125 pagine delle appendici del Signore degli Anelli, qualcuno sa in particolare a cosa si andrà ad attingere?
    Verranno mostrati gli avvenimenti che coinvolgono Galdalf quando abbandona la compagnia dei Nani a quanto se ne sa, il Bianco Consiglio e gli eventi che coinvolgono l’insediamento del Negromante a Bosco Atro.
    Qualcuno conosce ulteriori dettagli? E’ esclusa che venga introdotto Aragorn vero?

  16. Penso che ogni film necessiti di una climax netta e, a meno si riadattamenti del materiale della trama del libro da parte degli sceneggiatori, questa suggerisca di far terminare il primo film o dopo le aquile o dopo beorn prima dell’ingresso a bosco atro; il secondo, con la morte di smaug; il terzo, con il ritorno a casa ( o come vuole pg) … ma io penso proprio che invece ci sara/no cam.iamenti nella trama: la morte del drago potrebbe esser posticipata al terzo film, perché non siperda in anticipo il “nemico” principale.. così il secondo film, bisognoso di un nemico nuovo, potrebbe trovarlo nel negromante. dunque potrebbe accorciare la narrazione principale al solo superamento del bosco atro e concentrarsi su quella secondaria di gandalf e dol guldur, così xa.dedicare tutto il terzo film alla montagna e al.drago.. ma il titolo del.secondo film smentisce questa.ipotesi. il problema è che la coperta è corta: troppa roba per il secondo film se questo giunge fino alla morte di smaug, troppo poca per il terzo… scusate ma scrivo con il cellulare

  17. e aggiungo che se pj &co. decidessero di riadattare la trama come da me sopra ipotizzato, non mi stupirebbe vedere posticipata la morte del drago alla battaglia dei 5 eseciti: il drago verrebbe in un primo tempo scacciato dai nani per poi, tornato con orchi e lupi, solo alla fine venire ucciso da bard, in modo da non spezzare la tensione con la morte del cattivo anticipata… ripeto, se.non fosse per il titolo del secondo film darei per probabile una simile scelta, sarebbe infatti cinematografica
    ente appropriata e molto jacksoniana…

  18. Ma non sarà che invece di due film di tre ore saltano fuori tre film di due ore?

  19. @Phitio: No, ne dubito. La minima durata di tempo per un episodio potrebbe essere 150 minuti ma dato il gran materiale e le storie\sottostorie da sviluppare opterei per i “classici” 170\190 minuti. ;-)
    Ps. Una divisione in tre parti potrebbe aver convinto il regista ad inserire immediatamente quelle scene che, in una sola divisione in due atti, sarebbero finite nella versione estesa.

  20. Più ci penso e più tutto combacia!
    Se guardiamo la struttura dei film de ISDA facendo attenzione ai canoni cinematografici necessari allo spettatore medio, vediamo che il primo ha una struttura che dal punto di vista dell’azione culmina nella morte del boss degli Uruk-hai, mentre dal punto di vista emotivo con la morte di Boromir. Le due torri invece segue due percorsi: quello avvertito come “la missione principale” (Frodo e Sam) e quello degli “altri”, e dato che il primo non prevede una fine, ci si concentra sull’eliminazione del “nemico secondario” (Saruman) parte degli “altri”. Nel terzo film infine viene portata a compimento la trama principale.
    Ecco, una simile struttura potrebbe essere mantenuta per Lo Hobbit, con un primo film che termina alle aquile, un secondo che introduce all’inizio Beorn (personaggio che secondo me PJ farà sì che partecipi alla battaglia di Dol Guldur ricalcando il ruolo degli Ent e Ucorni ne LDT con il loro intervento, esaurendo tutto nel secondo film il proprio ruolo ampliato) e segue le vicende di Gandalf fino alla sconfitta nel finale del “nemico secondario” (Negromante), mentre la “trama principale” quella dei nani continua con l’attraversamento di bosco Atro fino alla fuga dagli elfi. Nel terzo, come ho detto, eliminato il “nemico secondario” ci si può concentrare sul Drago…
    Se PJ vuole riprendere la struttura della trilogia penso che possa fare qualcosa del genere.

  21. Considerando che la conclusione ottimale del primo film è in corrispondenza delle aquile o della partenza di Gandalf, e quella del secondo (dato anche il nome dato al film) è l’uccisione di Smaug, come già è stato detto il terzo film rischia di essere povero di eventi.
    Le soluzioni possibili a mio avviso sono:
    1) il primo film si conlcude prima, dopo l’incontro con Gollum; teoricamente sarebbe possibile, considerando che tra prologo, racconto della storia dei nani, introduzione del Negromante, ecc la storia si amplia. L’inconveniente è che il secondo film, includendo warg, aquile, beorn, foresta, elfi, ecc avrebbe poco a che fare con la “desolazione di Smaug”
    2) il primo film si conclude con aquile/partenza di gandalf, e si svolge in parallelo tra le vicende di Bilbo & C. e quelle di Gandalf e del Bianco Consiglio. La conclusione potrebbe essere da un lato la cacciata di Sauron da Dol Guldur, dall’altro il risveglio di Smaug (magari concludendosi proprio con l’occhio del Drago che si apre). Così facendo ci sarebbero sufficienti cose da mostrare in entrambi gli ultimi 2 film

  22. @Vorotyntsev
    non credo sia possibile far finire il secondo film con la fuga nelle botti: che senso avrebbe il titolo “La desolazione di Smaug”?
    Il problema del Drago come nemico principale è che muore “troppo presto”… a meno di non farlo sopravvivere fino alla battaglia dei 5 eserciti (che diventerebbe la battaglia dei 5 eserciti + 1 drago) …boh…

  23. Dubito che la traccia strutturale del SdA possa costituire un punto di partenza per determinare la suddivisione de Lo Hobbit. PJ infatti non voleva dirigere LH per il timore di confrontarsi col suo capolavoro precedente e per non correre il rischio di ripetersi. Quindi il fattore “sorpresa” anche nella scansione temporale degli eventi nei tre film credo sarà assolutamente originale.

  24. SPOILER: Notizia d’ultima ora. Il primo film finisce con il salvataggio da parte delle aquile.

  25. il “MAGO” Gandalf
    le “ARIDE” montagne nebbiose
    il lago “SEMINTERRATO”
    Meta da raggiungere: le aride montagne nebbiose? Al massimo passa per le montagne nebbiose…
    La creatura Gollum cambierà per sempre le sorti di Bilbo? Piuttosto l’ anello cambierà per sempre le sorti di Bilbo…

    Quanti errori per così poco testo… Avessero fatto scrivere il tutto ad un fan del libro, il risultato sarebbe stato più gradevole…

  26. Ora con il nuovo scroll appena riportato penso di aver capito meglio ed in effetti spero si sviluppi il tutto così …
    Un Viaggio Inaspettato … oltre al Bianco Consiglio (che spero sia composto da tutti i signori Eldar oltre che dai 4 protagonisti), l’avventura ovviamente finisce con lo scontro contro gli orchi (climax) il salvataggio da parte delle aquile e spero anche con la separazione tra Gandalf e i nani, visto che avviene subito dopo (un pò come la separazione della compagnia nel IsdA)
    La desolazione di Smaug … dato il nome del titolo, io penso e spero che finisca con il risveglio del drago all’incontro con Bilbo, dopo tutta l’avventura in Bosco Atro, Esgaroth e Dale. Visto che mi dispiace non vederlo nel 1° film, non essendo nello scroll, credo che quì il climax sarà Dol Guldur ed il Negromante (un pò come il fosso di Helm nel 2°) & spero che PJ possa anticipare di molto gli ultimi 2 film per non aspettare 1 anno x vederlo ed avendo già tutto il materiale pronto
    Andata e Ritorno … la distruzione di Dale, la Battaglia dei 5 eserciti e il ritorno a casa, con (spero) un collegamento al IsdA e magari altri eventi come Barad-dur e Baline a Moria, ecc …

  27. P.s: un pò come ha detto Vorotyntsev
    Quando si sà del benedetto 2° Trailer ??? :)

  28. Spezzo una lancia in favore di Mago Gandalf, perché in realtà il pasticcio nella traduzione italiana è a monte, nel libro Il Signore degli Anelli, nell’aver sempre reso Wizard con Stregone e Witch-king pure con Re Stregone (sorvoliamo sul fatto che per diversi anni avevamo avuto addirittura un inesistente e insensato plurale, Re degli Stregoni di Angmar…). Se Tolkien, infatti, aveva usato termini diversi per indicare il Signore dei Nazgûl e gli Istari, rispettivamente Witch-king (non Wizard-king, badate bene!) e Wizards, era per una precisa ragione e un significato profondo. Ben venga allora che tale distinzione sia preservata pure in italiano, perché nulla dovrebbero avere in comune i due appellativi (invece di un onnicomprensivo “Stregone”).

    Che il Signore dei Nazgûl sia Witch-king of Angmar, ovvero il Re Stregone di Angmar (uno solo, mi raccomando!), e che Gandalf il Grigio sia uno dei Wizards, ossia i Maghi! Non vedo altre alternative, se si vuole inoltre mantenere l’accezione negativa del primo e positiva del secondo, che è innegabile nell’originale in lingua inglese.

  29. Aggiungo subito, onde evitare futili battute, che la parola “witch” in Witch-king non è ovviamente da intendere come “strega” (un Re Strega non avrebbe alcun senso), ma è una semplice abbreviazione di “witchcraft”, vale a dire “stregoneria”. Analogamente, Wizard-king avrebbe contenuto l’abbreviazione di “wizardry”, “magia”.

  30. @ Giuliano
    Anche con ISDA naturalmente avevano finito prima, ma per ovvie ragioni (postproduzione, suspence, verdoni) i film vennero posticipati due anni dopo il primo…
    Non credo che con Lo Hobbit sarà diverso…

  31. @ Florio: Ah si ok – speravo solo di un pò; magari il 2° per ago/sett invece che dicembre 2013 ed il 3° per gen/feb 2014 invece che per l’estate :)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.