Lo Hobbit: Gollum è nel DNA di Andy Serkis

andy serkis

In una nuova intervista rilasciata a Hero Complex, Andy Serkis parla del suo ritorno nella Terra di Mezzo con i due film dello Hobbit nei panni di Gollum, definendo il personaggio come qualcosa che, ormai, risiede nel suo stesso DNA.

Potete leggere le sue considerazioni direttamente qui sotto:

[Tornare a impersonare Gollum] Gollum non si è mai allontanato più di tanto da me perché ormai è nel mio DNA. La parte che, tutt’al più, definirei strana è il tornare ad un personaggio che ormai è stato così profondamente recepito dalla coscienza collettiva che quasi non ti appartiene più. E in questa specie di ritorno mi sentivo – anzi, avvertivo, probabilmente nei primi due giorni di lavoro – la sensazione di star facendo una sua bizzarra variante: non riuscivo ad essere Gollum perché ci sono state così tante parodie, interpretazioni e via di questo passo e devo dire che alcune di esse sono davvero notevoli.

[Sulla voce di Gollum] Le mie corde vocali sono da buttare, non sento più niente laggiù. Durante la lavorazione del Signore degli Anelli ho dovuto ingurgitare tonnellate di quello che noi chiamavamo “Il Succo di Gollum”, un intruglio composto da miele, limone e zenzero. Dovendo tornare ad impersonare Gollum nello Hobbit ho chiesto, più per una questione legata alla nostalgia e al romanticismo, che mi venissero preparati un po’ di barattoli di Succo di Gollum; ma ad essere onesti comunque non fa più male.

[Il lavoro con Peter Jackson] Peter è un mentore fenomenale, un amico, un supporter, un collaboratore. Brindo al fatto di aver lavorato con lui, di aver compiuto questo viaggio incredibile per il quale mi ha voluto a bordo con lui. Anche perché ho lavorato a Lo Hobbit non solo recitando Gollum, ma anche come regista della seconda unità. Sono andato in Nuova Zelanda per rimanerci due settimane e lavorare alla mia parte e alla fine mi sono trattenuto un anno per dirigere a seconda unità. E’ emozionante. Mi sono davvero goduto la possibilità di lavorare con Peter anche da un altro punto di vista. Sono stato, letteralmente, i suoi occhi e le sue orecchie per la seconda unità. Siamo stati in giro per due mesi a girare su alcune delle più belle location della Nuova Zelanda. Un’esperienza straordinaria. Amo lavorare con Peter e con tutto ciò che ha creato alla WETA. Tutta la squadra, tutto il comparto produttivo di Wellington; un posto e delle persone meravigliose con cui sarò sempre desideroso di lavorare.

A seguire, una clip dagli extra delle Due Torri incentrata proprio sulla performance di Andy Serkis nella trilogia tolkieniana:

Immagine anteprima YouTube

L’articolo è stato scritto da Andrea Bedeschi su BadTaste.it

10 pensieri riguardo “Lo Hobbit: Gollum è nel DNA di Andy Serkis”

  1. non vedo l’ora di vedere altre scene de “lo hobbit” con gollum, oltre a quella presente nel trailer(in cui si vede solo la sagoma oscura)!

  2. …brao, te si sta brao, te si sta brao però và in m….. XDXDXDXD

  3. Quest’ uomo é un genio…spero che per lo Hobbit prenda almeno un Oscar

  4. Sir Richiard?????

    Caspita, non pensavo che esistesse il “Succo fi Gollum” per rovinare per sempre le corde vocali degli attori!! :o Che eroe, se è vero (e se non è una delle sue solite battute: Andy ha uno spiccato senso dell’umorismo…).

    Mi preoccupa un pò la parte in cui dice che gli sembrava di interpretare una variazione sul tema, più che “il vero” Gollum: ma probabilmente la sua è solo modestia! :)

  5. Geniale, io personalmente lo adoro, un attore con i fiocchi, non vedo l’ora di vederlo di nuovo nelle sembianze di Gollum.

  6. @Saruman il Bianco È vero, è vero. Esiste il succo. Negli special de Le Due Torri se ne parla… E anche male! XD

  7. Andy è un grande. …hm succo di Gollum… chi ha provato miele, limone e zenzero? XD ahah ovviamente poi dovete dire GOlLuM gOLlUm XD ahah

  8. Come sempre grande Andy!
    il succo non l’ho provato ma non sembra niente male Ahah!
    Ancora input ancora input per favore l’attesa è lunga…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.