Perché Ian McKellen stava per non essere Gandalf

Gandalf BannerSi avvicina sempre di più il decennale dall’uscita del Signore degli Anelli, e per celebrare questa ricorrenza Empire Magazine ha dedicato una serie di articoli di approfondimento alla saga.

In uno di questi, Ian McKellen spiega come mai inizialmente stava per rifiutare l’ingaggio per interpretare l’iconico ruolo di Gandalf nel 2000, quando incontrò Peter Jackson:

All’epoca stavo per interpretare Magneto, dovevamo girare il primo film di X-Men a Toronto. Avevo già preso quell’impegno, ciò significa che non potevo andare in Nuova Zelanda. A quel punto dovevo rifiutare la richiesta di Peter Jackson.

Proprio il giorno in cui stava per chiamare Peter Jackson per spiegargli la situazione cenò con Bob Shaye della New Line Cinema:

Mi disse: “Ho saputo che sarai nel nostro film.” E io risposi: “Ehm, non più.” Lui mi chiese qual era il problema, e io glielo spiegai. Si limitò a rispondermi: “Lascia fare a me.” E’ la cosa migliore che abbia mai fatto per me: riuscirono a trovare il modo di iniziare le riprese senza di me, in modo che nei primi tre mesi potessi girare X-Men. La prima cosa che ricordo del Signore degli Anelli è che stavo per non far parte del cast!

Fonte: NZHerald

5 pensieri riguardo “Perché Ian McKellen stava per non essere Gandalf”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.