Ian McKellen descrive il nuovo costume e il nuovo naso di Gandalf!

Gandalf Banner

Nuovo intervento di Ian McKellen sul suo sito ufficiale, datato 31 marzo (tenete presente in Nuova Zelanda, quando da noi è mattina da loro la giornata è già praticamente finita). L’attore descrive il nuovo costume di Gandalf, che avrà due cambiamenti rispetto a quello indossato nel Signore degli Anelli. Inoltre, accenna al fatto che Martin Freeman ha già iniziato a girare le sue scene, e che in questi giorni Jackson sta girando una scena in una caverna.

Potete leggere tutto dopo il salto!

Le riprese dello Hobbit sono iniziate il 21 marzo, senza di me.

Nel frattempo, tutti i personaggi hanno fatto i loro screen-test, in modo da provare i vari effetti di makeup e i costumi davanti alle cineprese, prima che inizino le riprese e sia troppo tardi per fare modifiche e correzioni.

Mi spiace molto essermi perso, l’altro giorno, la prima uscita di massa dalle roulotte e dalle sedie del makeup non solo dei nostri 13 eroici nani, ma anche delle loro 13 piccole controfigure (per gli effetti di scala)  – versioni quasi identiche, solo più piccole, degli originali. Guardando i progetti, non mi ricordano affatto quei personaggi che si trovano nei giardini (quelli sono gnomi, NON nani!). Tutti quelli che hanno visto i due Thorin Scudodiquercia e gli altri 24 nani sono rimasti decisamente impressionati!

Bilbo sta già girando le sue scene, e quella è stata la dimostrazione finale che la lavorazione dello Hobbit procede spedita.

Ma c’era ancora da fare il test per lo Stregone. Quindi, vestito di tutto punto come Gandalf, mi hanno fatto posizionare sopra un segno sul terreno, e mi è stato chiesto di camminare lentamente verso la cinepresa, girandomi da questa e da quella parte come un modello, in modo che tutti potessero giudicarmi con il loro occhio da specialisti. Il “tutti” include il regista Peter Jackson, che partecipa di ogni dettaglio; le sceneggiatrici e produttrici Fran Walsh e Philippa Boyens, il capo del makeup Peter King, Richard Taylor (che controlla il naso, prodotto dalla Weta) e Ann Maskrey, la costumista.

Il costume originale della trilogia non posso indossarlo, perché è stato definito un “cimelio storico”. Ann ha apportato due cambiamenti che pochi potrebbero notare, ma che mi fanno molto piacere perché sono riferimenti all’introduzione di Tolkien nella Compania dell’Anello, nella quale cita la sciarpa argentata e gli stivali neri. Nel film della Compagnia dell’Anello la sciarpa era comparsa solo una volta, legata al carretto di Gandalf a Hobbiville, e poi basta. Ora ho una sciarpa dall’aspetto quasi magico da indossare, e con la quale interagire, e magari troverà il suo giusto spazio durante la recitazione. Ci ho già giocato trasformandola in un turbante molto stiloso.

E, per far felice Tolkien, vedrete un paio di begli stivali neri. Non sembreranno nuovi, ovviamente: sono stivali da cavalcata, devono essere indossabili con rapidità. Gandalf spesso ha fretta. I suoi vecchi stivali avevano dei lacci, e necessitavano l’aiuto di Emma per essere indossati e tolti. Il che non è comodo per uno stregone in viaggio. Ed erano grigi, non neri.

Sono stati tutti piuttosto felici, anche se il naso continua a non essere com’era o come doveva essere, sono d’accordo tutti. Perché? Consultiamo un libro, un libro glorioso. Ne ho una copia a casa, assieme ad altri tesori del Signore degli Anelli: il regalo di addio di Philippa e dei Jackson una decina di anni fa. Ha 100 fotografie, alcune iconiche e altre birichine: un album di famiglia che mostra delle persone, piuttosto che luoghi. Il naso di Gandalf si vede in un paio di ritratti a pagina intera. Cosa sembra diverso dal mio attuale aspetto?

Durante la notte alla WETA, vicino ai suoi Oscar, Richard, sicuro di conoscere la risposta, modella un nuovo naso sulla riproduzione in plastilina del mio volto. E’ un poco più lungo sopra, e un po’ meno rotondo sulle narici. Più avanti quel giorno Rick me lo incolla mentre dormicchio. Un’occhiata allo specchio, e andiamo a mostrarlo a Peter, che sta girando una scena in una caverna assieme a Fran e Philippa. Ancora una volta guardiamo l’album, e tutti sorridono.

31 marzo, Miramar

P.s. un benaugurante sulla mia pagina Facebook chiede che differenza fa recitare davanti a una cinepresa 3D per la prima volta. Lo dirò quando lo saprò.

Fonte: McKellen.com

7 pensieri riguardo “Ian McKellen descrive il nuovo costume e il nuovo naso di Gandalf!”

  1. E’ molto divertente leggere quello che scrive Ian McKellen. Mi piace il modo con qui racconta tutto quello che succede sul set. Grande Gandalf… :-)))

  2. Ciao a tutti… sono giorni che visito questo sito per sentire o leggere qualche intervista di peter jackson….qualcuno saprebbe indicarmi un sito (anche inglese) in cui posso vedero o leggere ciò che ha rilasciato peter prima di iniziare le riprese??grazie in anticipo…..p.s. ian sei un grande!!

  3. “ci ho già giocato trasformando la sciarpa in un turbante molto stiloso.” ahhahahahahaahahahahhahahaha stavo morendo xD

Rispondi