Lo Hobbit ancora nel limbo

Alcuni veloci aggiornamenti sugli eventi che circondano la produzione dello Hobbit che, ricordiamo, fino a prova contraria è in attesa del via libera da parte della MGM e della Warner Bros, che da poco hanno ricevuto entrambe le sceneggiature delle due parti del film e che stanno valutando il budget proposto. A settimane dovremmo avere notizie – se tutto andrà bene, le riprese inizieranno a fine anno per una release fissata per natale 2012 e natale 2013.

  • La MGM intanto ha ricevuto l’ennesimo rinvio del pagamento degli interessi sul debito. Sono più di sei mesi che la compagnia non paga gli interessi ai propri debitori, i quali attenderanno ora il 14 luglio prima di rivalersi. Si tratta di una dimostrazione di fiducia, da parte loro, nei confronti dello sforzo della compagnia nella ricerca di alternative strategiche alla vendita in blocco delle proprietà alla Warner Bros., rimasta come unico offerente.
  • Gira voce che il ruolo di Cate Blanchett nello Hobbit sia ancora “incerto”, ma la realtà è che tutto il cast non è stato ancora neanche contattato. Ormai lo sappiamo da mesi: finché i film non riceveranno il via libera, nessun contratto verrà firmato, quindi è decisamente prematuro mettersi a parlare del possibile ritorno degli attori, anche se diversi mesi fa Peter Jackson aveva dichiarato che la Blanchett e Hugo Weaving erano i due attori della Trilogia su cui contava per un eventuale ritorno sul set.
  • Andy Serkis per la prima volta da mesi non si sbilancia più con sicurezza su una data di inizio – a dimostrazione che forse ora la produzione è riuscita a ottenere da tutti i partecipanti una sorta di doveroso “silenzio stampa”, che verrà rotto solo dall’annuncio ufficiale. Serkis comunque ammette che attualmente si parla di un inizio delle riprese fissato per l’ultima parte dell’anno.

Vi terremo aggiornati!

Rispondi