La MGM ottiene un nuovo rinvio

Un veloce aggiornamento sul fronte MGM, che come sapete stiamo seguendo perché dalle peripezie finanziarie della compagnia dipende il via libera alle riprese dello Hobbit.

Dall’ultimo aggiornamento, gli obbligazionisti hanno deciso di concedere alla major una ulteriore sospensione dei pagamenti degli interessi sul debito. Intanto, dopo il ritiro dell’offerta di aquisto da parte della Lionsgate, anche Access Industries si è ritirata: rimane l’unica offerta della Warner Bros, che la MGM potrebbe comunque ritenere troppo bassa rispetto al valore che attribuisce ai propri asset (2 miliardi di dollari contro gli 1.5 offerti dalla Warner).

Ora la MGM avrà tempo fino a metà maggio per decidere se ristrutturare la compagnia, vendere tutto (marchio, logo, library da 4.000 titoli e etichetta United Artist) alla Warner o vendere solo alcuni asset (con la Warner in prima fila per la parte rimanente dei diritti dello Hobbit e la Sony per quelli di James Bond).

Vi terremo aggiornati…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.