Eredi di Tolkien: causa quasi risolta, Lo Hobbit è salvo

La causa legale che impegna la Tolkien Trust (società che tutela gli Eredi di Tolkien) e la New Line Cinema (ora confluita nella Warner Bros.) da un paio d’anni sembra essersi risolta definitivamente fuori dal tribunale.

Noi seguivamo la faccenda dalle prime minacce di Christopher Tolkien, unico figlio del Professore ancora in vita, il quale l’anno scorso disse di voler fare di tutto per impedire la realizzazione dei film dello Hobbit. Il motivo? La New Line Cinema non avrebbe onorato a pieno un contratto del 1969, e non avrebbe pagato l’ammontare corretto di denaro agli eredi di Tolkien desunto dagli incassi della trilogia del Signore degli Anelli (si parlava di un’ottantina di milioni di dollari mancanti).

L’ultima che avevamo sentito era che le due parti sarebbero finite in tribunale: una faccenda che poteva rallentare la produzione dei film dello Hobbit, se non sospenderla. Ma Peter Jackson e Guillermo del Toro non sembravano particolarmente preoccupati, ed ecco perché: a quanto pare la Tolkien Trust e la New Line hanno condotto trattative fuori dal tribunale e hanno raggiunto un “accordo provvisorio”, secondo quanto riporta TheOneRing.net.

Le due parti hanno firmato un accordo che sostiene esplicitamente che “sono entrate in un accordo vincolante per risolvere questa questione, tale accordo è soggetto a una serie di ratifiche il cui ottenimento potrebbe durare alcune settimane: una serie di persone/entità (tra cui la Warner) dovranno sottoscrivere questa decisione.” La fonte di TheOneRing.net sostiene che “in linea di principio questo non sarà più un ostacolo per la produzione dei due film dello Hobbit”.

Maggiori informazioni sulla causa, e le motivazioni che hanno portato a tutto questo, in questa serie di notizie.

8 pensieri riguardo “Eredi di Tolkien: causa quasi risolta, Lo Hobbit è salvo”

  1. Bene, molto bene. Sono contento di questo “accordo provvisorio” tra la New Line e la Tolkien Trust e che lo Hobbit sia salvo. Questo accordo, secondo me, avrà delle ripercussioni positive, non solo per il presente, garantendo il benestare delle Tolkien Trust alla realizzazione dei due film sullo Hobbit, ma soprattutto per il futuro in quanto si aprono nuovi scenari per possibili collaborazioni e magari nuove acquisizioni di diritti delle opere di Tolkien (tra queste i Figli di Hurin) da parte della New Line/Warner Bros, nella speranza che il viaggio nella Terra di Mezzo continui anche dopo lo Hobbit.

  2. ma t’immagini se arrivati a questo punto si fosse bloccato tutto? fermi tutti, il film non si fa più, chiudiamo baracca e burattini e andiamo a casa…

    spero anch’io che il viaggio nella tdm continui, sarebbe stupendo. Tra l’altro non è stata smentita l’ipotesi del terzo film di PJ, no?

    Cavolo… dovrò comprarmi un altro scaffale per farci stare tutti i dvd della serie… :)

  3. ciao Paolo
    Già, bloccare il tutto sarebbe stato orribile e senza senso.
    Speriamo bene per il futuro. Sul terzo film non sono arrivate smentite (per fortuna dico io). Forse dopo questo accordo le 2 major saranno più “benevole” nell’accettare di finanziare un terzo film. Ho un sogno: 9 film, 3 della trilogia passata, 2 per lo Hobbit + il film ponte e 3 sul Silmarillion. E in più un telefilm o dei film per la Tv che raccontano gli avvenimenti della Seconda Era. Sarebbe fantastico. :-)

  4. Sarebbe uno schifo… con tutti questi film…
    Il SIlmarillion troppo difficile da girare, sarebbe solo porcheria… nessuno potrebbe girarlo tirandone fuori delle cose fatte bene…
    Per la serie tv… se dovessi vedere l’anologia Tolkeniana in stile Hercules – Buffy et similari… mi viene il voltastomaco!!!

  5. Anch’io avevo pensato ad una serie televisiva, ma effettivamente l’idea non mi convince. Molto meglio concentrarsi su pochi film capolavoro.
    E poi un film o una serie sul Silmarillion è praticamente impossibile da realizzare, l’opera è troppo vasta (anche se lo stesso si diceva di ISDA prima dei film di PJ).
    Al limite si potrebbe realizzare un film su qualche episodio o periodo specifico del Silmarillion, ma significa decontestualizzarlo e non avrebbe molto senso. No, effettivamente non mi convince.
    Per il momento mi basterebbe che si realizzassero due bei film sullo Hobbit e poi se PJ si cimentasse col terzo sarebbe stupendo.

  6. Si, concordo con te che per il momento basterebbero i due film sullo Hobbit e poi un terzo fatto da PJ, ma sui tre film sul Silmarillion vorrei un tuo parere su questa mia idea. Come ben sai, il libro non è altro che un insieme di racconti, che il figlio Christopher ha per così dire “assemblato” per collegarli tra di loro e dare una certa continuità temporale all’intera storia. Ma tra tutti, quelli che più emergono sono solo tre e cioè: Beren e Luthien, I Figli di Hurin e la caduta di Gondolin. Questi tre racconti si completano e completano (scusa il gioco di parole) da soli l’intera storia del libro. Allora io pesavo ai tre film strutturati nel seguente modo:

    1° film: flashback (creazione dei Silmaril, Morgoth gli ruba, ritorno dei Noldor nel Beleriand, Fingolfin muore sfidando Morgoth) – storia di Beren e Luthien – fine film.

    2° film: flashback (infanzia di Turin) – Battaglia delle Innumerevoli Lacrime (che si svolge subito dopo la vicenda di Beren e Luthien) – storia di Turin – fine film.

    3° film: Tuor figlio di Huor che muore nella Battaglia delle Innumerevoli Lacrime (collegamento con il secondo film). Quindi: flashback Battaglia delle Innumerevoli Lacrime – storia di Tuor – caduta di Gondolin – nascita di Earendil – flashback nel futuro (sconfitta di Morgoth) – fine film.

    … oppure se dovessimo considerare solo I Figli di Hurin

    un solo film: flashback (creazione dei Silmaril, Morgoth gli ruba, ritorno dei Noldor nel Beleriand, breve sequenza su Beren e Luthien) – infanzia di Turin – Battaglia delle Innumerevoli Lacrime – storia di Turin – fine film.

    Che te ne pare? :-)

  7. uh… sei troppo preparato. Mi rileggo il Silmarillion e ti so dire :D
    Onestamente messa così proprio non saprei cosa dirti. E’ difficile valutare come verrebbe in un film. Perché scriverlo così è una cosa, ma poi quando devi farlo iniziano a entrare in gioco tanti di quei dettagli… non sono un regista e francamente non saprei valutare se la cosa è fattibile o meno.
    Poi sai, personalmente mi piacerebbe che facessero film su praticamente tutta la produzione tolkieniana, ma un conto sono i sogni un conto sono i budget, le valutazioni commerciali, la realizzazione tecnica eccetera.
    Comunque se non erro tutto ciò riguarda solo la prima Era. A questo punto bisognerebbe fare una trilogia sulla seconda Era, su Numenor – vorrai mica lasciar fuori Numenor? – gli inganni di Sauron, la forgiatura dei 20 anelli via via fino alla sconfitta di Sauron.
    Beh comunque potresti proporre la bozza di sceneggiatura alla New Line, magari te la accettano ;)

  8. Bravo, hai colto nel segno. Infatti, l’idea del telefilm riguardava proprio Numenor, li inganni di Sauron, la forgiatura dei 20 anelli, fino alla sconfitta di Sauron.
    Sui tre film, naturalmente la mia era solo una sintesi, che mi è servita per dare l’idea di quello che intendevo su una possibile trama. Magari la New Line prendesse in considerazione un simile progetto. Non credo il budget, le valutazioni commerciali, la realizzazione tecnica ecc, siano un problema per la major, i produttori e i registi. In fondo questo è il loro lavoro. E poi, scusa, se si investono fior di quattrini per i film fantasy tratti dai videogiochi, le cui trame spesso lasciano a desiderare, non vedo perché non si possano finanziare film tratti dalla saga del Silmarillion, non ti pare? Comunque, ritornando con i piedi per terra, mi basterebbe vedere qualche flashback di Morgoth e Gondolin nei due film sullo Hobbit.

    PS. Sai, spesso i sogni diventano realtà. ;-)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.