Iniziata la ricostruzione di Hobbiville: ecco le foto!

Con le riprese dei due film dello Hobbit programmate per iniziare a marzo 2010 (a inizio autunno, in Nuova Zelanda), è iniziata ufficialmente la ricostruzione di Hobbiville, il villaggio abitato dagli Hobbit già costruito (e mai completamente smantellato) per Il Signore degli Anelli. Si tratta della Alexander Farm nei pressi di Matamata (Waikato), nell’Isola del Nord. Il set venne costruito per la prima volta nel marzo del 1999, e le riprese iniziarono a dicembre per poi proseguire tre mesi.

Le tempistiche attuali seguono più o meno le stesse dinamiche: oltre a costruire i set, infatti, è necessario che le piante e i fiori crescano lungo tutta l’estate Neozelandese (il nostro inverno). Ma ci sono delle novità: nelle immagini, infatti, possiamo vedere che oltre a nuove siepi (in particolare una intorno all’Albero della Festa) e alberi da frutto, è stata già segnata una estensione di via Saccoforino (Bag End). I report infatti segnalano che ci saranno molti nuovi Buchi per Hobbit costruiti lungo il sentiero, il che lascia intuire che nel film vedremo nuovi lati di Hobbiville…

Ecco le prime quattro foto dal set:

Hobbiville

Immagine 1 di 62

Primissime foto della ricostruzione di Hobbiville, 18 luglio 2009. Aggiunte nuove piante, prolungata via Saccoforino: verranno costruiti nuovi Buchi per Hobbit.

Fonte: TheOneRing.net

5 pensieri riguardo “Iniziata la ricostruzione di Hobbiville: ecco le foto!”

  1. Come vorrei essere lì…Convincerò i miei a portarmici!!

  2. Bene, bellissime immagini. Sono curioso di vedere i nuovi lati di Hobbiville. Forse Gandalf percorrerà “l’estensione” di via Saccoforino, insieme ai nani, per arrivare alla casa di Bilbo.
    Oppure ci saranno varie inquadrature di Hobbiville (case, colline, strade ecc.) mentre la voce narrante (quella di Bilbo-Ian Holm) introduce la storia dello Hobbit. Chissà?

  3. K meraviglia!Anke io vorrei tanto essere lì! Non vedo l’ora di scoprire nuovi scorci di Hobbiville!!

  4. Fa un po’ impressione vedere quel paradiso in terra sventrato dalle ruspe, ma dopotutto è a fin di bene… :)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.