Christopher Lee vorrebbe essere nello Hobbit

A 86 anni suonati l’inossidabile Christopher Lee non ha nessuna intenzione di andare in pensione: l’attore, che nella trilogia del Signore degli Anelli interpretava l’altero Saruman, ha svelato a Empire Movies di voler interpretare ancora questo personaggio nello Hobbit e nel secondo film.

Se Guillermo del Toro e gli altri decideranno di dare una parte allo Stregone, quindi, Lee sarà pronto a riverstirne i panni.

C’è da dire che quasi sicuramente nel sequel verranno narrati i fatti riguardanti il Bianco Consiglio, che coinvolgono per buona parte lo stesso Saruman. Fatti che peraltro potrebbero essere anticipati già nello Hobbit, in quei famosi “spazi vuoti” in cui Gandalf inspiegabilmente sparisce.

Ho letto i libri più e più volte. Originariamente Saruman il Bianco e il resto degli stregoni, o Istari come vengono chiamati, erano immortali. Ce n’erano cinque, ma due di loro non compaiono mai, conosco i loro nomi ma non li si vede mai, e solo tre di loro vengono nominati: Gandalf il Grigio, Saruman il Bianco e Radagast il Bruno. Anche quest’ultimo non viene mai visto.

Vissero centinaia di anni e furono mandati sulla Terra, ed erano praticamente immortali. All’inizio Saruman era il più coraggioso, il più nobile e il più buono, era il numero uno. Ma in qualche modo, per qualche motivo che non viene mai esplicitamente detto, lui cambia – ed è probabilmente il Palantìr che lo corrompe, facendogli capire i piani di Sauron e convincendolo a voler diventare lui stesso Il Signore degli Anelli.

Sarei molto interessato a vedere la sua trasformazione da personaggio buono a personaggio cattivo, e ovviamente tornerei nella parte se mi venisse chiesto.

istari

Un commento su “Christopher Lee vorrebbe essere nello Hobbit”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.